MENU DI NAVIGAZIONE
Bambinopoli 2018: Vignola si trasforma nella città di tutti i bambini

Bambinopoli 2018: Vignola si trasforma nella città di tutti i bambini

Piccoli cavalieri e dame, tra costumi, botteghe e antica cucina: la storia del 300 va in scena l’8 e il 9 settembre, in occasione della manifestazione Bambinopoli nella Rocca di Vignola, nella provincia di Modena. Un trenino porta a spasso bambine e bambini attraverso i tre paesi magici della città: il Paese dei Balocchi e dello Sport, il Paese dei Campanelli e il Paese delle Meraviglie. Tutte i giochi, attività, laboratori, letture animate e spettacoli sono pensati per far vivere ai più piccoli emozioni sempre nuove e coinvolgenti, senza dimenticare le regole della buona educazione e il rispetto per l’ambiente.

E poi c’è la Rocca: edificata su roccia calcarea a strapiombo sul fiume e disposta su cinque livelli, è stata trasformata nel corso del tempo da roccaforte a imponente residenza nobiliare, soprattutto dalla famiglia Grassoni e dai Contrari. In questa dimora storica, i più piccoli, veri protagonisti di questo viaggio nel passato, rivivono il medioevo grazie alle numerose attività didattiche organizzate in collaborazione con le associazioni di rievocazione storica.

Piccole dame e cavalieri in erba sono qui

Nel corso dei due giorni, la location ospita l’area dedicata a Ieri, all’interno della programmazione della manifestazione, che quest’anno ha come tema “Ieri, oggi, domani”. Il periodo storico ricostruito nei cortili esterni e nelle sue sale è quello compreso tra il 1396 e il 1399, gli anni in cui il Castello fu strappato agli Estensi, antica dinastia italiana, da parte del condottiero Giovanni da Barbiano con l’aiuto di esponenti della famiglia Grassoni.

Nel fossato, all’esterno della costruzione, ad accogliere i piccoli visitatori ci sono veri e propri accampamenti: dall’area didattica dedicata alla vestizione del cavaliere, a quella volta a ricostruire la vita quotidiana del castello, senza tralasciare la cucina medioevale con la preparazione di una bevanda antica. Ampio spazio è concesso nelle sale alla vita delle botteghe con la ricostruzione di una spezieria realmente esistita e un banco didattico sulla produzione del formaggio. Ad attendere i piccoli amanti degli animali c’è invece un approfondimento sui rapaci: è proprio in questo periodo storico che la falconeria riceve ampio slancio, diventando simbolo di nobiltà e potere.

Laboratori e approfondimenti

Oltre all’area tematica dedicata alla storia, sono tanti i laboratori didattici per i più piccoli e i focus indirizzati a genitori e insegnanti che animano il centro cittadino. Tra i temi trattati nel corso della due giorni: la relazione tra bambini e new media, l’importanza dell’educare all’aria aperta e il cyberbullismo. Un focus particolare è riservato anche all’integrazione dei bambini con disabilità, con un’area tutta per loro.

Consulta il programma completo.

 

Crediti fotografici: Ufficio Stampa Bambinopoli

Altri consigli di viaggio: