MENU DI NAVIGAZIONE

Alla scoperta del labirinto più grande nel mondo

Labirinto della Masone il più grande al mondo

Dove si trova il labirinto più grande nel mondo? A Fontanellato, in provincia di Parma. Se volete provare un’esperienza emozionante con i bambini, il Labirinto della Masone di Franco Maria Ricci è una meta da non perdere assolutamente. Il Labirinto della Masone è un desiderio diventato realtà nel 2015 che, stagione dopo stagione, ha accolto centinaia di migliaia di visitatori e che, anche quest’anno, ha riaperto dopo la consueta pausa invernale.

Il labirinto tra vicoli e percorsi ‘fantastici’ 

Il più grande labirinto al mondo è composto da più di 300mila piante di bambù alte tra i 30 centimetri e i 15 metri e appartenenti a venti specie diverse.  Un percorso in cui inoltrarsi e perdersi, per fantasticare e riflettere. Suggestive gallerie vegetali incorniciano i corridoi del labirinto, offrendo ai visitatori riparo e la sensazione di trovarsi immersi in una dimensione davvero sospesa. Un sogno e una scommessa vinta , nata dalla mente geniale e visionaria di Franco Maria Ricci – editore, designer, collezionista d’arte, bibliofilo – e frutto di una promessa fatta nel 1977 a Jorge Luis Borges , proprio nel campo dove oggi sorge, di realizzare questa immensa opera. Un luogo dove i bambini potranno divertirsi immersi nella natura, alla ricerca del traguardo! 

Il labirinto come benessere della mente

Ma il Labirinto della Masone non è solo un percorso tortuoso in cui trovare l’uscita, è molto di più: gli otto ettari in cui si estende il parco, composto interamente da siepi di bambù di molte diverse varietà, lo rendono un vero e proprio borgo della cultura. Il bambù, grazie alla sua elevata fotosintesi che riduce l’anidride carbonica, restituisce ingenti quantità di ossigeno; quindi, trascorrere del tempo al Labirinto della Masone è in primis un ristoro per il corpo, senza però dimenticare il benessere della mente.

Il labirinto come arte e cultura

Una volta usciti dal percorso, ci si può addentrare in un altro cammino , altrettanto avvincente, visitando il Museo che ospita la vasta raccolta d’arte di Franco Maria Ricci. Circa quattrocento opere fra pitture, sculture e oggetti della storia dell’Arte italiana e internazionale che rispecchiano appieno l’eclettismo del collezionista. Non solo, lungo il percorso si possono ammirare alcuni dei tanti libri pubblicati da Franco Maria Ricci, tutti consultabili, e alcune rare edizioni di volumi stampati, come ad esempio quelli di Giambattista Bodoni e Alberto Tallone.

Il tempo quando si visita il Labirinto della Masone sembra fermarsi, non importa se si rimane un’ora o un’intera giornata, c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire grazie a un ricco programma di mostre e di eventi per tutto l’anno, che spaziano dall’arte alla letteratura, passando per la musica e non solo, approfondendo vari temi sempre affini alle passioni che hanno guidato l’attività e la vita di Franco Maria Ricci. 

Il labirinto come divertimento: caccia al tesoro!

Quale migliore luogo per una caccia al tesoro, se non in un labirinto magico? In particolare, ci sono due cacce al tesoro per grandi e piccini: Nel giardino di Venere e la Caccia al Tesoro Botanico.

La prima, organizzata in occasione di San Valentino è dedicata agli innamorati che saranno invitati a cercare la corona di fiori nascosta tra i bambù, con una sorpresa romantica per coloro che la troveranno.

La seconda, tradizionale appuntamento in collaborazione con la rete dei Grandi Giardini Italiani, s i svolgerà i giorni di Pasqua e Pasquetta , trasformando il labirinto in un teatro di enigmi e appassionanti avventure.

Labirinto della Masone il più grande al mondo 03

Per tutto l’anno, il Labirinto della Masone ospita mostre, festival letterari, musicali ed eventi: si può prenotare direttamente sul sito ufficiale, al seguente link: www.labirintodifrancomariaricci.it/biglietteria/.

All’interno della struttura, c’è anche il ristorante “Il Labirinto by 12 Monaci” , nato da un’idea che coinvolge tre giovani ragazzi, Alessandra, Matteo e Rahman, e un marchio di qualità di ventennale esperienza, la famiglia Nizzi. Una cucina che accosta la tradizione culinaria del parmense a suggestioni derivate dalle nuove tecniche di cotture e conservazione, a cui si affianca, per una pausa più veloce, il Bistrò che offre una selezione di piatti semplici, accompagnati da ottimi vini, ma anche da drink o caffè. 

In conclusione: se volete trascorrere un weekend o una vacanza a Parma, non potrete ripartire senza aver provato l’esperienza di percorrere il labirinto più grande al mondo, insieme ai vostri bambini.

Marco Embcke
Credit foto: @Fondazione Labirinto della Masone, Marco Campanini, Massimo Listri, Carlo Vannini, Mauro Davoli