MENU DI NAVIGAZIONE

In Baviera Orientale avventure sostenibili per tutta la famiglia tra città, foreste e parchi avventura

In Baviera Orientale avventure sostenibili per tutta la famiglia

Tra città e foreste della Baviera esperienze di viaggio green nei Parchi avventura nella Baviera Orientale si possono vivere avventure sostenibili per tutta la famiglia! Volete qualche idea per itinerari divertenti, all’aria aperta, tra il verde e per giunta educativi? Ecco quello che fa per voi.

Se c’è una regione in Europa ideale per il turismo all’aria aperta è la Foresta Bavarese. Quel territorio nella Baviera orientale al confine con la Repubblica Ceca che è il Parco Nazionale della Foresta Bavarese dal 1970, il decano dei parchi nazionali tedeschi, un vero regno della natura e dell’outdoor.

Il cuore del Tetto Verde d’Europa, un’immensa distesa di pini e larici, come si può vedere dall’alto del Monte Arber, a 1400 metri, alla stazione di arrivo della funivia. Interrotta da piccoli laghi, attraversata da ampie strade di grande accessibilità, offre  una rete di sentieri che invitano a vivere la foresta in relax, godendo l’aria ricca di ossigeno, l’abbraccio degli alberi, l’energia che scaturisce dal bosco e dalla terra, il silenzio della natura.

Tutto questo tesoro ambientale, non facile da trovare nella nostra Europa superedificata, è protetto con grande cura dal governo tedesco nazionale e regionale. Il  tema della sostenibilità qui è davvero vissuto e praticato, fatto  di mille azioni pratiche che, nel piccolo e sommate tutte insieme, danno risultati  eccellenti.

Un hotel esemplare

Tra le mille proposte concrete, esemplare a Zenting l’hotel Kammbräu, di proprietà della famiglia Kamm dal 1883, costruito nell’edificio di un monastero del XII secolo, che produceva birra. Qui Sigrid Kamm, molto prima che il tema del “viaggio sostenibile”’  diventasse una tendenza, ha sviluppato lo stile “feel-good” in tanti modi, nelle camere, nei piatti e in tutta la struttura.

Prima di tutto la natura “nel piatto”: attraverso il giardino di erbe aromatiche, diverse insalate e verdure arrivano in cucina appena raccolte, mentre luccio, trota, carpa e tinca provengono dai laghetti di acqua sorgiva, funghi, bacche e altri frutti della natura crescono nella foresta bavarese e la carne viene acquistata solo da fornitori conosciuti nella regione, per lo più di qualità biologica.

I bambini impareranno ad apprezzare piatti diversi dal solito  e impareranno l’origine di certi ingredienti, le coltivazioni nell’orto di casa, la catena alimentare, l’utilità di certi insetti. Per quanto riguarda l’energia, l’hotel dispone di una centrale elettrica a legna che fornisce calore ed elettricità a zero emissioni di CO2, mentre l’acqua del  villaggio Zenting proviene dalla montagna Aschensteinm, un’acqua di sorgente di altissima qualità!

Piccoli dettagli danno la misura dell’attenzione all’ambiente: le decorazioni floreali provengono dal giardino, le anatre sono utilizzate come repellente naturale per le lumache, la carta e altri prodotti sono tendenzialmente biologici, nelle camere si scelgono materiali naturali come il legno e la pietra, e in bagno si trovano prodotti cosmetici naturali. Tutto ciò ha portato il Kammbräu a ricevere vari premi nel campo dei “viaggi sostenibili”.

Sostenibilità nella Foresta Bavarese consiste anche in tanta formazione, perché i bambini e i giovani di oggi saranno gli adulti di domani, attenti e consapevoli. E veniamo così agli aspetti  educativi  che arricchiscono il nostro itinerario. In Baviera sono diffusissimi i Parchi Avventura fortemente didattici.

In Baviera Orientale avventure sostenibili per tutta la famiglia

A Sankt Englmar c’è un paradiso dove bimbi e genitori possono trascorrere un’intera giornata. E’ il Waldwipfelweg, dove, da  una passerella sospesa, si scopre il meraviglioso mondo della foresta che, nelle giornate serene, fa intuire le Alpi in lontananza. Nella passeggiata tante soste spiegano i segreti dell’ambiente che si attraversa: si sperimentano direttamente, attraverso le varie postazioni, i profumi delle resine, le pellicce, le tane, il cibo degli animali, i versi degli uccelli, le varietà di erbe, fiori e alberi, il peso delle pietre.

I giochi sono in materiali naturali, legno e corda. I bambini imparano, divertendosi moltissimo. E poi, esperienza finale, si entra nella casa capovolta, per provare l’esperienza del mondo a testa in giù.

Poco lontano, l’Arbersee offre un parco con forme bizzarre di tronchi che diventano personaggi simpatici: così l’abbraccio degli alberi, tanto rasserenante, diventa l’abbraccio con un amico. Tutta questa attenzione all’ambiente, d’altronde, non è una novità. Già Ludovico I, con l’indipendenza della Baviera dopo le guerre napoleoniche, nel 1840 aveva stabilito per legge la salvaguardia di tutto il territorio Weltenburger Enge”, le gole del Danubio, la prima area naturale protetta in assoluto.

Siamo vicino a Ratisbona, a Kelheim, dove, dall’alto del  grandioso monumento Befreiungshalle, la vista è eccezionale. Il grande fiume, secondo in Europa, scorre in tutta la Baviera come una grande arteria, toccando città famose, Ratisbona, Straubing, Passau.  Anche questo è un grande tesoro naturale che si può vivere in molti modi all’insegna della sostenibilità.

Ideali sono le escursioni sul Danubio che invitano a lasciare la macchina al parcheggio, imbarcarsi e godere il magnifico spettacolo delle rive e del fiume. Navigazione, ciclismo, escursionismo si possono anche combinare perfettamente: di solito le biciclette possono essere imbarcate gratuitamente sulle navi e le e-bike possono essere ricaricate a bordo.

In Baviera Orientale avventure sostenibili per tutta la famiglia

Bellissima ad esempio è l’escursione che da Kelheim, lentamente, scoprendo strettoie, grotte e pareti di roccia,  porta all’abbazia di Weltenburg, un’abbazia benedettina antichissima, un gioiello barocco, decorato dai  fratelli Asam, e sede del più antico  birrificio abbaziale al mondo, del 1050. E a proposito di birra, imperdibile, in questo angolo di Baviera Orientale, una sosta alla Brauerei Kuchlbauer di Abensberg.

Non solo per l’estrosità creativa dell’architetto Hundertwasser, uno dei più geniali ed estrosi del ‘900, amante dell’architettura organica, delle linee sinuose, dei giochi di colore, ma anche perché la birreria è un esempio di ottimizzazione ecologica. L’acqua necessaria proviene dal pozzo del birrificio e l’orzo, il luppolo, le materie prime per la birra sono prodotti da agricoltori della regione, e sempre più spesso vengono utilizzati anche prodotti biologici.

Per vivere in pieno esperienze di viaggio sostenibili in Germania, e in Baviera in particolare, si può consultare il sito Feel Good in Germany, che suggerisce offerte molto allettanti con i trasporti pubblici, così da viaggiare in modo ecologico e magari allungare il periodo di viaggio. Nel sito si trovano anche hotel, campeggi, ristoranti e altre strutture di ospitalità e ristorazione con certificazione di sostenibilità: www.germany.travel/en/feel-good/sustainability.html

Tutte le info turistiche:

Testo e foto di Franca D.Scotti