MENU DI NAVIGAZIONE

La Thuile in Val d’Aosta: famiglie in vacanza tra ghiacciai e cioccolato

bike park la thuile valle d'aosta

E’ davvero una “perla” alpina La Thuile, il comune più occidentale della Valle d’Aosta, a 1500 metri circa di altezza. Perfetta destinazione per escursioni e vacanze in famiglia, sia in inverno che in estate, tra ghiacciai e cioccolato.

Infatti La Thuile, dominata dai 3846 metri del massiccio del Rutor con il suo fantastico ghiacciaio e dalla maestosità della catena del Monte Bianco, offre magnifiche attrazioni a bambini e genitori amanti della natura.

Una grande conca soleggiata, appena sotto il Colle del Piccolo San Bernardo, attraverso il quale si passa in Francia, offre tutto l’anno mille opportunità di sani divertimenti all’aria aperta. Basti pensare che a La Thuile ci sono 220 km di itinerari in Mountain Bike, che, dall’alto delle funivie, scendono in paese attraverso i boschi. Sono strade di grande suggestione, anche attraverso un vecchio villaggio minerario.

Per i bambini amanti della bike, in particolare, c’è un suggestivo percorso molto panoramico che si raggiunge partendo dalla seggiovia Bosco Express dal paese (1.441 m) e poi la seggiovia Chalet Express per arrivare a quota 2.345 m. Con la MTB si procede sul plateau di Les Suches attraversando immense distese di prati fioriti e ricchi di mirtilli, accompagnati dai fischi delle marmotte.

Nel tragitto il panorama è bellissimo: da una parte tutta la catena del Monte Bianco e dall’altra il massiccio del Rutor con le famose Vedettes che si ergono al centro del ghiacciaio.

Si ritorna verso l’arrivo della seggiovia Bosco Express (2.088 m) e si riprende l’impianto per tornare in paese, non prima di aver fatto una sosta per rifocillarsi nelle baite in quota e magari anche un tuffo nella piscina riscaldata all’aperto che si trova sempre a 2.088 m proprio vicina alla seggiovia.

Poi per tutti, grandi e piccoli, ci sono classiche passeggiate da trekking di differenti difficoltà, verso il Belvedere di Arpy, stupenda balconata sulla catena del Bianco, o al rifugio Deffeyes, ai piedi del ghiacciaio del Rutor. I bambini si entusiasmeranno passando per le tre spettacolari cascate.

E si entusiasmeranno anche visitando il Colle del Piccolo San Bernardo. Infatti qui i bimbi scopriranno che La Thuile non è solo un paradiso per avventure sportive, ma anche per storie fantastiche. Infatti una strada romana attraversava questo territorio sin dai tempi di Augusto. E ancora molti secoli prima la zona fu abitata da popolazioni preistoriche e poi dai Celti.

Luogo ideale per vivere in pieno tante nozioni apprese a scuola, il Colle del Piccolo San Bernardo ospita un Cromlech, uno dei rari cerchi megalitici presenti in Italia, di grande interesse storico e astronomico, probabilmente del 3000 a.C.

Poco lontano, poi, c’è un tempietto gallico a testimonianza del luogo di culto nell’antichità e la Columna Jovis, un’alta colonna di porfido grezzo che ora sostiene la statua di San Bernardo. E arriviamo alla storia di San Bernardo: l’edificio che lo ricorda è il famoso Ospizio, fatto costruire intorno all’anno 1100 da Bernardo, Arcidiacono di Aosta.

Il millenario Ospizio del Piccolo San Bernardo, che oggi ospita l’ufficio di Informazioni Turistiche e il Museo della Storia del Colle, offriva accoglienza, ristoro e pernottamento ai viaggiatori e agli animali da trasporto.

La Thuile Piccolo San Bernardo

E arriviamo al personaggio preferito dai bambini!

Il cane San Bernardo, bello, enorme e affettuoso, sinonimo di protezione e coccole. L’ospizio possedeva questi cani prima del 1700 e per molto tempo i cani San Bernardo furono preziosi aiutanti dei religiosi per il servizio in montagna, con la famosa botticella legata alla gola.

Leggendario cane delle nevi, il buon San Bernardo, usato per i salvataggi dei viandanti dispersi tra i ghiacci, risalgono al Colle d’estate per farsi ammirare e accarezzare dai visitatori. Tutti i bambini vanno matti per questi cuccioloni affettuosi e, in mancanza dell’originale, si fanno fotografare davanti alla statua in legno intagliato.

L’avventura sul Colle del Piccolo San Bernardo non è finita. Sul Colle un altro piccolo gioiello attirerà l’attenzione delle famiglie in vacanza a La Thuile. E’ il giardino botanico di Chanousia, nato nel 1897 dalla volontà dell’abate Pierre Chanoux, rettore del famoso Ospizio. Un paradiso dove si possono ammirare circa 2500 specie di piante alpine e provenienti da tutto il mondo.

Siamo appena a 800 metri dal confine italo-francese, a più di 2000 m di quota, in vista della grandiosa mole del Monte Bianco e di altre imponenti cime. Qualche volta addirittura il giardino è ancora pieno di neve a metà luglio. Ovviamente il clima condiziona la scelta delle piante che si possono coltivare, che devono essere solo specie provenienti da ambienti di tipo alpino.

Quando il giardino cominciò a essere organizzato. per prima cosa si cercarono le specie fra la vegetazione spontanea cresciuta nelle aiuole e nei sentieri. Nel corso degli anni furono introdotte poi specie nuove. Il giardino botanico di Chanousia sarà una splendida meta per le famiglie che cercano in estate gite istruttive all’aria aperta.

Infine, concluse le passeggiate all’aria aperta, La Thuile, Città del Cioccolato dal 2009, ci attende con le sue golosità. Dalla Tometta, un dolce coperto da brevetto a base di cioccolato al latte, gianduja e nocciole del Piemonte IGP, alla fondue au chocolat, ai gelati artigianali, ai Chocomenù speciali, che caratterizzano l’iniziativa “Cioccolando in alta quota”.

La famiglia in vacanza con i bimbi avrà solo l’imbarazzo della scelta, spaziando dalle baite in montagna agli accoglienti ristoranti in città, alle intriganti pasticcerie e caffè in centro.

Speciale è la cioccolateria pasticceria Chocolat, una delle eccellenze di la Thuile,  una storia di passione iniziata trent’anni fa. Selezione delle migliori materie prime, cura nella realizzazione dei prodotti di pasticceria e ricette esclusive fanno di Chocolat una vera e propria casa di delizie. Tra le prelibatezze tipiche di questa pasticceria, c’è ovviamente la Tometta di La Thuile, specialità brevettata.

Per maggiori informazioni: www.lathuile.it

di Franca D. Scotti
Immagini: Franca Scotti e Consorzio operatori turistici La Thuile

 

Altri consigli di viaggio: