MENU DI NAVIGAZIONE

Nelle Marche con i bambini tra abbazie medievali, sentieri nel bosco e lungo il fiume

escursioni per famiglie nelle marche

Siamo nelle Marche, una regione nel cuore dell’Italia, famosa per le sue colline che parlano di “infinito”. Se solo i ragazzi più grandicelli potranno capire i riferimenti poetici, anche i più piccoli rimarranno incantati dalle avventure che si possono vivere a piedi o in bici su queste colline. Andiamo a scoprire un itinerario da percorrere nelle Marche con i bambini tra abbazie medievali, sentieri nel bosco e lungo il fiume!

Un itinerario adatto alle famiglie che amano viaggi educativi e sportivi e che può legare storia e natura. La Via delle Abbazie nelle Marche infatti offre a genitori e bimbi tanti spunti per divertirsi e insieme conoscere architettura e paesaggi intatti. L’itinerario è lungo, vario e si può percorrere in parte a piedi, in parte in macchina, in parte in bici.

Il cuore dell’itinerario si svolge in provincia di Macerata, nella media Valle del Chienti e nella valle del Fiume Potenza. Tutta la zona è costellata di antiche abbazie, di origine per lo più romanica, circondate da una campagna in buona parte ancora incontaminata. Le famiglie in vacanza troveranno facilmente percorribile il tracciato cicloturistico ricavato lungo strade secondarie lontane dal traffico.

Questo percorso infatti è dotato di apposita segnaletica cicloturistica e di dissuasori per scoraggiare il transito veloce delle automobili, quindi pienamente adatto ad una escursione in sicurezza con i bambini. Percorrendolo in tranquillità, le famiglie in vacanza potranno scoprire l’Abbazia di Santa Maria a Pié di Chienti e quella di San Claudio.

La sosta, una volta depositata la bici, permetterà ai genitori di far osservare ai bambini i particolari di queste straordinarie architetture. Sono brevi lezioni dal vivo “open air”, che di solito i bimbi recepiscono perfettamente, molto meglio che dentro un’aula scolastica.

La Via delle Abbazie nelle Marche permette così ai bimbi di imparare tante cose interessanti sulla storia medievale, sulle caratteristiche dello stile romanico sia negli esterni, che negli interni e sulle belle tradizioni devozionali del territorio. L’itinerario può compiere qualche deviazione interessante per scoprire a passeggio qualche borgo della zona.

Ad esempio piacerà senz’altro a piccoli e grandi una passeggiata a Montecosaro: piccolo borgo medioevale, che addirittura risalirebbe al primo millennio. Montecosaro è un piccolo gioiello ricco di storia anche grazie alla sua posizione strategica. Infatti i bambini rimarranno stupiti nel vedere nel centro storico la struttura fortificata che ancora si riconosce bene.

Se poi si riprende la bici, tutta la famiglia in vacanza può raggiungere il parco del Cassero, pedalando verso la parte più alta del borgo. E’ questa un’ampia area verde sorta sui resti di un’antica rocca fortificata, da cui è possibile ammirare la vetta del Monte Conero che digrada verso il mare.

Spostiamoci verso un’altra zona per scoprire un’altra celebre abbazia, quella di Fiastra e insieme la sua splendida Riserva Naturale e il Sentiero sensoriale “Il bosco e il fiume”. Questa parte dell’itinerario sarà perfetta per le famiglie che amano vivere con i bimbi avventure sportive nel verde a contatto con la natura.

Infatti l’Abbadia di Fiastra, una delle abbazie cistercensi meglio conservate in Italia, ha la fortuna di essere immersa all’interno della Riserva Naturale Abbadia di Fiastra, creata nel 1984. La Riserva abbraccia un’area di ben 1.800 ettari: un territorio ricco di campi coltivati, di vegetazione e di fauna protetta, con due corsi d’acqua e un lago.

Un vero paradiso da percorrere in bici o a piedi con tranquillità per godere appieno la natura circostante. L’ambiente, davvero splendido, si può godere in molti modi. Infatti negli anni sono stati man mano organizzati percorsi che prevedono spazi riservati ai pedoni, ai ciclisti e a chi ama andare a cavallo. Cominciamo a esplorarli.

Il sentiero natura “La Selva” si percorre a piedi. Anche i bimbi possono camminare agevolmente in questo percorso che attraversa il bosco. Genitori e bimbi si inoltrano agevolmente in un sentiero piuttosto ampio che percorre l’intera Selva. Qui si possono osservare alcune interessanti tracce lasciate dall’uomo nel corso dell’ultimo secolo, quando era riserva di caccia della Famiglia Giustiniani Bandini.

Ad esempio si notano alcuni punti utilizzati per la cattura dei fagiani e le piante sempreverdi introdotte a scopo ornamentale. Il Sentiero natura “Il lago Le Vene”, invece, permette di attraversare agevolmente il territorio agricolo compreso tra la “Selva” ed il fiume Fiastra.

Qui l’escursione porta i bimbi a qualche preziosa osservazione botanica. Sarà difficile riconoscere la farnia, l’acero campestre, l’olmo? Questo percorso si può scegliere perché è ideale per le osservazioni faunistiche. Infatti i genitori in vacanza con i piccoli faranno notare come cambia la presenza degli animali, a seconda che si attraversi un ambiente o un altro: campi coltivati, il bosco ed il fiume.

Lungo il percorso si incontra il “Casino del Principe”, che ricorda i tempi in cui il territorio dell’Abbadia era una riserva di caccia. La passeggiata procede lungo le rive del Fiastra. Per i bambini è sempre affascinante un’escursione vicino all’acqua, che sia fiume o lago o mare. Qui siamo all’interno dell’ecosistema fiume con la caratteristica vegetazione delle rive.

Infine ai arriva al lago “Le Vene”: la definizione si riferisce in realtà ad una ex cava di ghiaia. Opportunità per spiegare ai più piccoli come una Riserva Naturale possa far rinascere a nuova vita degli ambienti degradati. Qui sarà davvero interessante trascorrere del tempo a osservare alcune specie di uccelli migratori, come l’airone cenerino, la garzetta, la folaga, il martin pescatore e la gallinella d’acqua, che scelgono il lago per nidificare.

Ma non é finita!

Lungo la parte del sentiero sotto al bosco si incontra anche la “Pignolara”, pineta dove oggi si rifugiano alcuni caprioli, che sono il simbolo della Riserva. Se non bastasse, l’escursione con i bimbi all’interno della Riserva Naturale Abbadia di Fiastra offre anche il Sentiero sensoriale “Il bosco e il fiume”

Questo percorso è davvero consigliabile e originale, perché è organizzato in modo che la scoperta della natura si  svolga non solo con il senso della vista, ma anche utilizzando l’udito, l’olfatto e il tatto.

Niente di meglio per educare i bambini ad ascoltare le loro sensazioni, a percepire ogni minimo segnale dall’ambiente circostante e divertirsi anche con le piccole cose.

Scopri di più sul sito di Turismo Marche

di Franca D.Scotti
Immagini: Turismo Marche, Unsplash, Pixabay, Archivio Bimboinviaggio.com

Altri consigli di viaggio: