MENU DI NAVIGAZIONE

Scopriamo le “panchine giganti” in Monferrato: una divertente escursione per famiglie

Scopriamo le panchine giganti in Monferrato con i bambini

Nel Monferrato piemontese l’originale progetto delle Big Bench per divertirsi  contemplando paesaggi verdi e viola. Chi ha mai trovato un luogo dove i bambini si sentono grandi e i grandi tornano bambini? Questo luogo c’è ed è il Monferrato alessandrino. Da qualche anno qui si è affermato  il progetto delle “Big Bench”.

Le famiglie in vacanza si divertiranno sicuramente, mettendosi alla ricerca della famose panchine.

Ma che cosa sono le Big Bench  e perché sono così intriganti per i bambini in gita? Il progetto è nato da Chris Bangle, un artista che opera prevalentemente in Piemonte, ma ha varcato poi i confini regionali. La sua idea originale era quella di collocare, sparse nel paesaggio, delle “panchine giganti” per spingere ad assumere un punto di vista insolito.

Da questa idea originale dell’artista Bangle  è derivata una vera moda. Le Big Bench sono dilagate in Piemonte  e fuori, e ormai  invitano a volare in alto. Anche questo è un aspetto educativo del progetto. Infatti tutti i bambini in vacanza impareranno a scoprire nuovi approcci  e nuovi modi di vedere cose già familiari. Il che sviluppa senz’altro la creatività e il pensiero autonomo. Ma anche gli adulti in gita con i bambini si divertiranno pazzamente.

Da un progetto tra amici e vicini di casa, adesso si sviluppa una passione collettiva e le persone fanno  a gara a seguire la mappa delle Panchine, come se fosse una mappa del tesoro.

Una volta trovate, ci si arrampica sopra, ci si siede sentendosi bambini, a contemplare quel meraviglioso punto di vista che prima non conoscevamo. E, dovunque si guardi, si scopre un paesaggio davvero incantevole. Tanto più che siamo in un territorio,  Langhe Monferrato Roero, protetto come  Patrimonio Mondiale Unesco. E in ottima posizione, a 100 km da Milano e a  100 km dal Mar ligure.

Quindi scoperta e divertimento sia per i bambini sia per i genitori. Che  difficilmente avrebbero immaginato di guardare un giorno le montagne e i vigneti italiani seduti su un pezzo di arredamento da esterni fuori scala. L’idea originaria di Bangle punta a collocare le panchine giganti in posizioni isolate, immerse in paesaggi di grande effetto.

Uno degli  aspetti che piacerà di più ai bambini in vacanza è anche la bellissima idea di colorare le panchine con i colori tipici dell’ambiente in cui sono  collocate. Così si incontrano le panchine  viola affacciate sui campi di  lavanda, rosse affacciate sui vigneti,  blu e gialle per richiamare i colori  del cielo e dei campi coltivati.

In Piemonte il Monferrato alessandrino é  ricchissimo di  questi oggetti di design diventati iconici. Possiamo  ricordarne alcune. Ad esempio sarà bellissimo, nel periodo di fioritura della lavanda, andare a Lu Cuccaro. 

Nel cuore del Monferrato si sviluppa una strada panoramica che, anche senza lavanda, sarebbe da sola oggetto di meta imperdibile, a piedi o in bicicletta. Entrambi i borghi Lu e Cuccaro hanno posizionato le Big Bench, le panchine iper-dimensionate proprio come tributo  alla distesa profumata,  di un colore blu intenso.

Ed ecco lo stupore di un punto di vista insolito in una distesa davvero suggestiva. Mettiamo in agenda dunque una bella escursione con i bambini  nel  mese di luglio sulla strada della lavanda del Monferrato. Le cangianti tonalità di blu e viola dei campi  ci faranno incantare davanti a questa coltivazione che ormai non è più solo appannaggio della Provenza.

La lavanda, coltivata in coltivazione biologica e biodinamica (pochi sanno che gli olii essenziali vengono esportati proprio in Francia), è un vero spettacolo. In Monferrato ci si sposta facilmente in auto  in tutte le stagioni. E allora, inseguendo colori e stagioni, la famigliola in vacanza  può seguire un bel percorso ad anello.

E’ quello dalla Valle Ghenza, a pochi chilometri da Casale, capitale del Monferrato, sulla strada panoramica detta della Mandoletta. Qui si visitano in libertà  i borghi di Rosignano Monferrato,  Sala Monferrato e Vignale. In tutti c’è una Big Bench.

E la visione sarà  ancora più bella, se pensiamo che a Rosignano Monferrato il  paesaggio vitato tutto intorno  era il soggetto preferito nelle opere di Angelo Morbelli, grande pittore divisionista, che qui ebbe la sua casa di campagna.

Per le famigliole più sportive, in cui i bambini in gita sono abituati a lunghe camminate, si può suggerire un percorso a piedi suggestivo. E’ quello di  Sala monferrato: è il percorso 740 (segnavia CAI rosso/bianco/rosso)  titolato “Sala tra santi e vigne”. L’itinerario ad anello di 9 chilometri passa proprio nel punto in cui vi è la panchina gigante, posta vicino alla bella chiesa barocca di San Grato.

Invece, se la famiglia in vacanza preferisce spostarsi in bicicletta, ecco il percorso bike “Unesco”, che  parte dal punto più alto di Rosignano Monferrato, dalla chiesa della Madonna delle Grazie vicino alla famosa Big Bench del paese e poi, raggiunta la parte bassa del borgo, volta a destra in direzione di Cella.

Qui le vie delle caratteristiche case in pietra da cantone fanno  da cornice alla  pedalata fino in cima al paese con il bellissimo scorcio panoramico sul paese di Rosignano. Infine, la mappa delle Panchine Giganti  porterà bimbi e genitori in gita anche a scoprire altre attrazioni del Monferrato. Una su tutte: dormire al Castello

A Giarole ci attende il castello Sannazzaro, abitato dal Conte Giose Sannazzaro, erede di una dinastia che possiede il castello da 700 anni, fin dall’editto del  Barbarossa che concedeva la costruzione. Splendida dimora storica visitabile: saloni da ballo, salottini della musica, porte dipinte dal Guala, ritratti degli antenati, costumi dell’800, foto di principi e principesse, letti a baldacchino,  tappezzerie sontuose, pavimenti intarsiati, colazione in giardino all’ombra di alberi secolari.

Una dimora storica che immerge nell’atmosfera di un Piemonte nobile e cavalleresco, ma con tutti i comfort della moderna ospitalità.

Per maggiori informazioni puoi visitare anche i seguenti siti internet.

Castello Sannazzaro

Tutto sul territorio del Monferrato

Azienda Turistica del Monferrato

di Franca D.Scotti
Immagini: di Franca D. Scotti, Archivio ALEXALA – Photo by Gianluca Grassano

Altri consigli di viaggio: