MENU DI NAVIGAZIONE

Sciare con i bambini in Alta Badia per un inverno in tutta sicurezza

settimane bianche con i bambini in alta badia

In Alta Badia avrete a disposizione ben 21 punti di accesso all’area sciistica – tra le più ampie del carosello Dolomiti Superski e piste di ritorno che portano direttamente in paese in modo semplice e rapido. Anche qui come in Val Gardena la stagione sciistica 2020/2021 dovrebbe riprendere il 18 gennaio 2021 secondo quanto sarà deciso dalle autorità competenti dopo l’approvazione dei protocolli e delle regole sugli spostamenti.

Come sappiamo, garantire la sicurezza durante la vacanza invernale, attraverso tutta la filiera di servizi, è in l’Alta Badia la priorità della stagione 2020/21. Un’ampia superficie sciabile, impianti moderni e veloci per ridurre i tempi di percorrenza, strutture ricettive a conduzione familiare e di piccola-media grandezza sono solo alcuni aspetti che contribuiranno ad offrire una vacanza sicura, riducendo il rischio di contagio da Covid-19.  

La vacanza in montagna, si sa, è stata scelta da molte persone durante il periodo estivo, proprio per la possibilità che il territorio offre, di evitare qualsiasi tipo di assembramento sociale e per le numerose attività all’aria aperta che la montagna propone. In questo senso, anche la montagna in versione invernale, vuole regalare allo sciatore, momenti di puro piacere, in totale sicurezza.

Il comprensorio sciistico dell’Alta Badia

Il distanziamento sociale sulle piste dell’Alta Badia è più semplice, poiché il comprensorio sciistico offre un’ampia superficie sciabile in ettari, in rapporto al numero di sciatori trasportati con gli impianti di risalita. Gli sciatori che scelgono l’Alta Badia potranno sciare su 130 km di piste larghe e perfettamente preparate, con collegamento sci ai piedi ad altri 500 km di piste attorno al Gruppo del Sella. Inoltre, il comprensorio sciistico dell’Alta Badia vanta un elevato numero di impianti di risalita, brevi e veloci, dislocati su tutta la vallata. Ben 41 di questi sono seggiovie e sciovie e dunque permettono il trasporto stando all’aria aperta.

Gli impianti di risalita coperti, invece, andranno in funzione con la capienza definita dalla normativa vigente, rigorosamente con la copertura di naso e bocca obbligatoria, alla massima velocità possibile. In questo modo si diminuisce il tempo che lo sciatore trascorre in un ambiente chiuso. Grazie ad impianti moderni e all’avanguardia con un’elevata portata oraria, viene diminuito notevolmente il rischio di code che si potrebbero formare alle stazioni a valle.

Sono inoltre ben 21 i punti di accesso totali alle piste, che permettono così un’ottima distribuzione delle persone presso gli impianti principali e fra i cinque paesi dell’Alta Badia, collegati sci ai piedi. Inoltre, la maggior parte delle strutture ricettive della valle sono dislocate nei pressi degli impianti di risalita, favorendo in questo modo l’accesso alle piste, evitando anche i rischi di assembramento presso le fermate degli skibus. La posizione strategica sulla Sellaronda dà la possibilità agli sciatori di lasciare le auto presso la struttura dove alloggiano, partendo dai molteplici punti di accesso al comprensorio sciistico.

Clicca qui per restare aggiornato sulle novità sul sito ufficiale dell’Alta Badia

Acquisto online dello Skipass

Un’importante opportunità per i clienti è la possibilità di acquistare lo skipass comodamente da casa propria sul sito di Dolomiti Superski (www.dolomitisuperski.com) oppure sull’omonima APP, registrandosi su MyDolomiti. Questo servizio verrà ulteriormente potenziato, in modo da diventare ancora più attraente e utilizzabile da un maggior numero di persone.

Una volta effettuato l’acquisto (possono essere acquistati tutti i tipi di skipass, tranne i gratuiti), il cliente ottiene un voucher, con il quale, arrivato in Alta Badia, può recarsi presso i Pick-up box automatici ed attivi 24h su 24, posizionati nei pressi dell’ufficio skipass di ogni paese. In questo modo si evitano potenziali code e si ha la possibilità di ritirare la propria tessera a qualsiasi ora ed evitando ogni tipo contatto.

Clicca qui per restare aggiornato sulle novità di Dolomiti Superski

Bun de a tutti i bambini. Le 6 magnifiche località

Bun de è la frase con cui l’Alta Badia accoglie i bambini e i loro genitori. Un buongiorno che è anche un benvenuto: ha un suono dolce che tutti pronunciano allegri. Usi e costumi antichissimi di gente che abita le montagne e che accoglie come una persona di casa chi vuole scoprire cime maestose e natura incontaminata. E poi la cucina, tradizionale e gourmet, le antiche architetture in legno e le piste preparate alla perfezione per tutti gli sciatori, grandi e piccoli. Le rocce rosa inconfondibili, i passi dolomitici e i sentieri nel bosco ammantati di bianco: sì, questa è l’inconfondibile Alta Badia. Ogni tramonto è uno spettacolo sulle cime innevate in inverno. Qui è facile emozionarsi davanti al trionfo della natura e a contatto con l’ambiente più puro. Ma anche la fatica, l’aria che si fa rarefatta salendo in quota e il sole che accarezza dolcemente le guance dei bambini, al momento del riposo dopo una piacevole sciata.

Badia. Con i suoi antichi masi ladini perfettamente conservati, è una meraviglia di architettura montana ottima per le famiglie con i bambini, che qui possono godere dei più rilassanti momenti delle vacanze. L’eredità culturale di Badia ha radici antiche: in località Sotciastel sono stati ritrovati reperti dell’età del bronzo. A questi si aggiungono la bella chiesa parrocchiale in stile barocco-rococò e il santuario gotico di Santa Croce a 2.045 metri.

Corvara. È con questa cittadina ai piedi del Sassongher, che inizia la tradizione turistica della Val Badia ed è qui che è stata realizzata la prima seggiovia d’Italia. Da Corvara si accede al giro sciistico del Sella Ronda, a quello della Grande Guerra e al ghiacciaio della Marmolada. Il pattinaggio è una delle altre attività sportive da praticare, insieme alla partecipazione a iniziative culturali e a una ricca di ristoranti e negozi di classe.

Colfosco. La cornice di Colfosco è formata dal massiccio del Sella con la Val Mezdì e il Parco Naturale Puez – Odle. Da Colfosco si parte per il giro sciistico del Sella Rondai. Accogliente e soleggiata, Colfosco è anche la meta dalle famiglie per il parco animali, il parco avventura e i sentieri pianeggianti come quelli verso le cascate del Pisciadù e verso Corvara. La chiesa gotica di San Vigilio è la testimonianza storico-artistica del posto.

La Val. Situato nei pressi del parco naturale Fanes-Sennes-Braies, è l’ideale punto di partenza per escursioni alla scoperta delle Dolomiti. Il paese insieme ai suoi esercizi ricettivi si dedica agli escursionisti promettendo affascinanti esperienze nella natura. Si distingue da altre destinazioni proprio per il conseguimento della certificazione europea di qualità di terra di escursionisti.

La Villa. Paesino centrale, si trova incastonato in una conca sempre soleggiata, confinante con i due parchi naturali del Puez-Odle e Fanes-Senes-Braies. Ogni anno a dicembre si trasforma e diventa polo internazionale. Proprio qui, ai piedi della discesa Gran Risa, una delle piste più tecniche dell’intero arco alpino, arriva il circo bianco della Coppa del Mondo. L’antico maniero Ciastel Colz domina su tutto il paese e dà un tocco di nobiltà alla località.

San Cassiano. Le passeggiate lungo il fondo valle dell’Armentarola, i prati dello Störes, il sentiero dei larici e il sentiero della meditazione, la zona pedonale e i tramonti sulle cime rosa delle Dolomiti contribuiscono a scrivere la poesia di questo paese. Qui si trovano il Centro Fondo Alta Badia, le gallerie della Prima Guerra Mondiale al Lagazuoi, la pista per slittino Foram e la famosa discesa che scende dal Lagazuoi e arriva fino al paese.
 

Family Hotel, Campeggi, Villaggi e Residence consigliati

Alto Adige, La Villa Corvara (BZ)

3*** Hotel Dolomiti