MENU DI NAVIGAZIONE

Alle terme con i bambini: weekend di relax tra gioco, benessere e libertà

Sono luoghi in cui si celebra la magia dell’acqua e che riservano sempre molte sorprese ai bambini. Le terme sono oasi di benessere e di relax, ma anche di un piacevole soggiorno per tutta la famiglia. Ampi spazi in cui le acque la fanno da padrone che, per dirla con le parole dello storico greco Strabone, sono “fresche, sgorganti da molte sorgenti, salutari per molte malattie sia per chi le beve e sia per chi vi si bagna”. Luoghi che, per architettura, contesto e atmosfera che si respira, sembrano paesaggi fatati. Sono tante le leggende che accompagnano le proprietà delle acque calde, fredde e tiepide.

Non importa scoprire se sono vere o frutto della fantasia ovvero quanto ci sia di reale. A contare è la presenza stessa delle terme, dove il tempo si dilata e rallenta a piacimento, come succede a:

  • Terme di Merano, Alto Adige, il bagno a base di latte come la principessa Sissi
  • Terme di Cervia, Romagna, il trattamento con il sale dolce
  • Acqui Terme, Piemonte, un tuffo nella Piscina Monumentale
  • Terme di Montecatini, Toscana, tutti a bordo di Gigio e Gigia
  • Terme di Roma a Tivoli, Lazio, nel Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco
  • Terme Vesuviane a Torre Annunziata, Campania, tra storie di pavoni, eroi e suonatori di lira

 

Terme di Merano, Alto Adige, il bagno a base di latte come la principessa Sissi

Protette dal dolce abbraccio dei monti del Parco naturale Gruppo di Tessa, le Terme di Merano sono un’oasi ordinata e piena di colori da esplorare con calma. Ecco, una delle prime cose da fare è percorrere con i bambini la vicina passeggiata Tappeiner, uno dei sentieri più famosi d’Europa. Sono 4 chilometri in tutto di bellezza e di relax all’esterno delle Terme, ma tappa imperdibile per le famiglie che arrivano in visita.

 Le Terme di Merano sono note per aver ospitato la principessa Sissi, l’imperatrice Elisabetta d’Austria, amante del bagno a base di latte. Lo stesso che viene adesso replicato nella spa delle terme in versione biologica, insieme a numerose altre possibilità, come i massaggi con tamponi caldi alle erbe.

L’esperienza da provare? La sala della neve. Un bosco innevato riprodotto e illuminato in un’immagine a tutta parete, delicati fiocchi di neve che cadono dal soffitto, la temperatura costante è di -10 gradi: il corpo si rinfresca e i tessuti traggono preziosi benefici dal maggiore apporto di ossigeno. Attenzione però, questa esperienza è adatta solo a persone che godono di una buona condizione cardiocircolatoria e che possono strofinarsi con la neve fresca.

 

Terme di Cervia, Romagna, il trattamento con il sale dolce

Da un personaggio storico all’altro, Giulio Cesare si serviva del fango Liman di Cervia per restituire forza ai suoi uomini. L’acqua che nasce dalle saline presenti in questa porzione di territorio della costa romagnola, ha una concentrazione di sale fino a 10 volte maggiore rispetto a quella del mare.

Nello stabilimento delle Terme di Cervia è attivo uno speciale reparto pediatrico dedicato alle cure inalatorie. Faringiti, tonsilliti, laringiti, otiti e bronchiti sono fra i disturbi più diffusi in età pediatrica. Il trattamento è proposto in un ambiente di gioco e di svago sotto l’attenzione di personale qualificato.

Scegliere le Terme di Cervia, circondate da una pineta di 27 ettari, significa per le famiglie con i bambini poter fruire di un posto al sole in uno dei litorali più famosi in Italia, a poca distanza dalle occasioni di scoperta e divertimento offerte da Ravenna e Rimini.

 

Acqui Terme, Piemonte, un tuffo nella Piscina Monumentale

Come resistere alla tentazione di tuffarsi nella Piscina Monumentale di Acqui Terme, sulle alte colline del Monferrato? Difficile se non impossibile per ogni età perché quelle due vasche da 7.500 metri cubi promettono salute e benessere. Le fonti ipertermali sono indicate per patologie locomotorie, respiratore e cardiovascolari.

Fiore all’occhiello è il Lago delle Sorgenti che permette ai visitatori di immergersi direttamente nelle sorgenti termali o di sfruttarne i vapori che fuoriescono dal terreno.

E poi c’è la leggenda (o la storia?) che accompagna questa cittadina piemontese di origine romana. Si narra infatti che sia stata terra di streghe per molti secoli. Non a caso una delle alture che la circondano si chiama proprio Monte Stregone.

 

Terme di Montecatini, Toscana, tutti a bordo di Gigio e Gigia

C’è un motivo in più per scrivere il nome di Montecatini nella lista delle terme da visitare con i bambini ed è la funicolare che in 10 minuti raggiunge il suo cuore antico. Risale al 1898 ed è composta da due carrozze, Gigio e Gigia. Considerata la sua età, è una delle più antiche del mondo ancora in funzione.

Sono tanti i grandi nomi dell’opera italiana che hanno frequentato e reso celebri le Terme di Montecatini: Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini, Ruggero Leoncavallo, Enrico Caruso, Arrigo Boito, Arturo Toscanini. Ancora oggi questo luogo è misura di stile.

La Valdinievole si trova a metà strada fra Firenze e il mare della Versilia. Ed è quindi vicina alle più famose città d’arte della Toscana: è a poche decine di chilometri da Firenze, Pisa e Lucca, ma anche da Volterra e San Gimignano e dalle spiagge di Viareggio.

 

Terme di Roma a Tivoli, Lazio, nel Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco

Prima di Roma c’era Tivoli, l’antica Tibur. Fondata oltre 400 anni prima della città eterna, nel corso del tempo ha mantenuto alto il suo nome. Non solo perché qui ha soggiornato l’imperatore Adriano in una grandiosa residenza affacciata sulla pianura romana. Ma anche perché il paradiso acquatico rinascimentale dei giardini di Villa d’Este sono stati inseriti nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco. Ad attendere i visitatori della cittadina laziale c’è sempre il solito doppio regalo di valore impareggiabile: l’incanto e lo stupore.

Il centro termale è dotato di 4 piscine esterne di acqua sulfurea a temperatura costante di 23,8 gradi. Si tratta complessivamente di circa 6.000 mq di superficie acquea in cui due piscine, per dimensioni e profondità, sono adatte ai bambini, mentre le altre, dotate di piccole cascate per idromassaggio naturale, sono più indicate per gli adulti.

 

Terme Vesuviane a Torre Annunziata, Campania, tra storie di pavoni, eroi e suonatori di lira

Sono gli affreschi della Villa di Poppea a Torre Annunziata, l’antica Oplontis, quartiere residenziale di Pompei, a dare a queste terme una marcia in più in termini di storicità, colori e vivacità. Uno dei più noti è Ercole nel giardino delle Esperidi che, al pari di tutte le altre storie di pavoni, eroi e suonatori di lira, accendono la curiosità dei più piccoli.

Il momento migliore per visitare le Terme di Torre Annunziata? Nella settimana attorno al 22 ottobre, quando si celebra la festa della Madonna della Neve. Conservata nella Basilica Ave Gratia Plena, le viene attribuito il miracolo di aver fermato nel 1822 l’eruzione del Vesuvio.

L’opera di ristrutturazione delle Terme Vesuviane ha portato alla scoperta dei cunicoli e delle grotte sfruttate dal sistema idrico dei romani, preziosa testimonianza di geoidrologia archeologica.

 

Credit Photo: strutture citate nell’articolo, senivpetro, olenap

Altri consigli di viaggio: