MENU DI NAVIGAZIONE

Bambini alla scoperta delle fiabe della Sardegna tra passeggiate, suoni e strumenti musicali

Quali creature si nascondono nei nuraghi? Quali sono le leggende dei pastori? Quali suoni si sentono passeggiando tra i sentieri? Il 25 ottobre, accompagnati dalla fatina sonora Chiara, i bambini sono invitati a partecipare a una speciale passeggiata nel Parco Archeologico Genna Maria di Villanovaforru alla scoperta del nuraghe, ascoltando le fiabe e le leggende della Sardegna.

Durante la passeggiata i bambini ascoltano il suono degli strumenti musicali citati nelle fiabe e hanno la possibilità di costruirne uno tutto per loro. Tra janas, pastorelli, flauti e tesori nascosti, questa è una bella occasione per concedersi una passeggiata e stare in famiglia, a contatto con la natura e stimolare la fantasia di grandi e piccini.

Tutti i bambini devono essere accompagnati da un adulto. Ogni escursione dura un’ora (si comincia alle 10 e alle 11.30) e consiste in una passeggiata tra gli alberi del parco e la visita del nuraghe e del villaggio sulla collina panoramica, dalla quale ammirare il mare di Cagliari, il Golfo di Oristano, le Giare e i monti del Gennargentu. Il percorso è adatto ai passeggini, tranne che all’interno del nuraghe. Il costo è di 6 euro e include l’ingresso al Parco archeologico e la visita con la fatina Chiara, guida turistica della Regione Sardegna e sound designer. I bambini che non hanno ancora compiuto due anni di età partecipano gratuitamente.

Le prenotazioni (obbligatorie) scadono sabato 24 ottobre. Per riservare il proprio posto occorre chiamare il numero 070 9300050 oppure 333 1760216 (anche WhatsApp). L’alternativa è scrivere una mail a museo@comune.villanovaforru.ca.it oppure a turismoinmarmilla@gmail.com.

Sul versante sicurezza, è obbligatorio l’uso della mascherina. L’appuntamento si svolge rispettando tutte le norme comportamentali, riguardanti le disposizioni anti Covid, per accogliere bambini, mamme e papà in sicurezza.

Il Parco Archeologico Genna Maria di Villanovaforru

Il Complesso Nuragico di Genna Maria si trova all’interno di un parco alberato sulla sommità di una collina a 408 metri sul livello del mare a circa un chilometro dal paese di Villanovaforru. In posizione dominante, con un campo visivo che consente di spaziare dal Golfo di Cagliari a quello di Oristano, si raggiunge anche a piedi tramite sentieri sterrati e in parte lastricati.

Il complesso nuragico è costituito da un nuraghe complesso trilobato circondato da un antemurale turrito costruiti e utilizzati in funzione di controllo del territorio fra il Bronzo Medio ed il Bronzo Final. Un episodio di distruzione avvenuto intorno al X secolo avanti Cristo riduce il bastione trilobato alle dimensioni attuali che superano di circa 7 metri di elevato. Lo stesso antemurale viene scapitozzato e ridotto ad un alzato di pochi filari. Nel IX secolo la collina viene rioccupata da un insediamento di capanne che vengono costruite al di sopra dei livelli delle antiche rovine.

Gli scavi di queste capanne hanno documentato un violento incendio e la loro conseguente distruzione avvenuta intorno alla fine del IX secolo. Questo evento ha causato la completa sepoltura e sigillatura dei reperti di cultura materiale delle abitazioni, reperti che, grazie allo scavo scientifico, sono giunti fino a noi raccontandoci la storia della vita quotidiana di una popolazione nuragica dell’Età del Ferro.

Credit photo header: Francesco Cubeddu (Wikipedia)

Altri consigli di viaggio: