MENU DI NAVIGAZIONE

Losanna riparte con tante novità, offerte per grandi e piccini, anticipazioni d’autunno a prezzi interessanti

vacanze estive con i bambini a losanna

Ritorno alla normalità per Losanna, ora più che mai motivata ad imbandire al meglio l’anomala estate 2020. La Capitale del Vaud, durante i giorni dell’emergenza, ha colto l’occasione per elaborare nuove strategie e definire progetti da tempo in cantiere. Un lavoro di squadra che ha portato a nuove sinergie ed alla definizione di offerte per un’accoglienza in sicurezza e a misura dei suoi ospiti.

Clean & Safe, l’ABC su norme e provvedimenti post Coronavirus – Non si può negare che il Covid-19, anche in Svizzera, abbia lasciato uno strascico di incertezze. Dalla home page del nuovo sito di Lausanne Tourisme si può ora accedere ad una sezione che informa in tempo reale su provvedimenti e normative in atto, dalla sanificazione di strutture e mezzi, alle più diverse indicazioni utili, così da rassicurare i turisti e rendere più agevole il loro soggiorno.

Un Cantone “à la card” per incentivare il turismo

Per rilanciare il turismo nel Cantone, l’OTV – Ufficio del Turismo del Vaud – , insieme a numerosi partner pubblici e privati, ha messo a punto un’azione marketing unica nel suo genere i cui effetti si protrarranno fino alla primavera del 2021.

Dal 1° luglio, chi prenota due o più notti negli hotel del Cantone aderenti al progetto, Losanna inclusa, può fruire della “Vaud à la carte”, carta prepagata del valore di CHF 100 a camera. L’iniziativa, valida fino al 18 aprile 2021, coinvolge ristoranti, aziende vinicole, musei ed attrazioni turistiche dell’intera regione ed apre importanti prospettive per il futuro. Modalità di richiesta della Card sono sul sito www.region-du-leman.ch. Basta registrarsi, prenotare le 2 notti, scaricare la conferma e la Card verrà inviata direttamente all’hotel prescelto, dove potrà essere ritirata all’arrivo.

Un vero invito a godere dei bellissimi scorci del Vaud, uno dei cantoni panoramicamente più versatili della Svizzera, e a progettare vacanze ricche di attività, parentesi culturali e momenti di pura distensione.

Su e giù per Losanna a costo zero

Per chi soggiorna a Losanna, un prezioso passpartout è la “Lausanne Transport Card”. Consegnata all’arrivo in hotel e in tutte le strutture dove è prevista la tassa di soggiorno, dà diritto a viaggi illimitati e gratuiti sui mezzi di trasporto e sui treni in area urbana e nel primo hinterland, fino ad un massimo di 15 giorni. La Card, ora supportata da numerosi partner, prevede anche gratuità o ingressi scontati nei musei, tour sui battelli, acquisti ed’ingressi in molti luoghi di attrazione.

Voglia di ritrovarsi ? Relax a 5* nella nuova Spa Cinq Mondes del Beau-Rivage Palace – Aperta il 12 giugno scorso, c’è già chi la ritiene una delle Spa più belle del Vecchio Continente. Accogliente, sofisticata ed intima, è il frutto di un significativo restyling firmato dall’architetto Alexandre Pierart (Suprem Architectures) ispirato da arte, natura e dal concetto di “Wellness Experience“ che entro la primavera del 2021 connoterà tutto l’hotel. Il percorso si snoda fra ambienti dai colori neutri, rilassanti luci tenui ed elementi naturali – pietra, legno, oro, acqua… Un mix di sensazioni ed emozioni che favorisce un rigenerante viaggio sensoriale. Fra le novità, tutte da provare, una suite dedicata a trattamenti e raffinati cerimoniali benessere di coppia, una sala relax interamente reinventata ed una dedicata a yoga e meditazione per corsi collettivi. www.brp.ch

Offerte speciali e “Carnet de Voyage” per piccoli ospiti – In costante aggiornamento le offerte speciali di Lausanne Tourisme. Per i bambini, attività, divertimenti, attrazioni e molte gratuità sono riassunti nel “Carnet de Voyage” disponibile negli hotel e negli uffici del turismo.

Losanna open air

Incastonata fra dolci pendii boschivi, le distese di vigne del Lavaux (dal 2007 Patrimonio Mondiale Unesco) e le limpide acque del Lago Lemano, il più grande d’Europa, Losanna è una delle città più verdi ed eco-sostenibili, ideale per chi opta per viaggi a corto raggio in luoghi poco affollati. Più che mai apprezzati gli oltre 350 ettari di parchi e giardini pubblici della città, ideali per semplici passeggiate e per praticare diverse attività all’aria aperta. Fra le sette aree verdi più importanti del comprensorio urbano, il Parco di Sauvebelin, aperto nel 1888, con la sua inconfondibile Torre, belvedere da cui la città si abbraccia con uno sguardo. Amato dagli escursionisti, di recente ha recuperato varietà botaniche e zone umide, oltre che ridisegnato molti percorsi interni, alcuni dei quali adatti a persone a mobilità ridotta.

Il Giardino Botanico (ingresso libero) è invece uno scrigno variopinto di fiori e piante rare. Oltre 6000 varietà fra le quali alcune davvero singolari.

Lavaux, “brindisi d’autore” fra le vigne Patrimonio Unesco – A est della città, fra le vigne terrazzate del Lavaux, minuscoli villaggi medievali ed antiche cantine, si snodano decine di sentieri panoramici percorribili a piedi o in bicicletta. La zona è raggiungibile da Losanna in un quarto d’ora di treno (tratta coperta dalla Lausanne Transport Card) o a una mezzora di battello fino a Cully. Da qui, a bordo del Lavaux Express un variopinto trenino su gomma, si risalgono le colline sino a raggiungere luoghi cari anche a Georges Simenon e a Hugo Pratt, (di cui quest’anno ricorre il 25° anniversario della morte) che a Grandvaux visse a lungo e dove è sepolto.

Passeggiate secondo l’umore e l’interesse del giorno – La scelta è più che ampia: dalla Lousonna di epoca romana alla città dei tempi moderni; dalla storia della Cattedrale di Notre Dame (uno dei maggiori esempi gotici della Svizzera) e delle sue grandiose vetrate; sino ai tesori nascosti della Collection de l’Art Brut ed ai primati del Museo Olimpico. Senza trascurare le attrattive di Plateforme 10, il nuovo distretto delle arti, e le curiosità dei suoi giardini nascosti… Queste, ed altre le passeggiate tematiche proposte (anche in italiano) dall’Associazione delle Guide di Losanna, da prenotare sul sito www.visitelausanne.ch

“Art en ville” è invece un prospetto (scaricabile online) che delinea due percorsi di visita, uno urbano ed uno che dal centro scende al lago. Fil rouge dei due itinerari è l’arte che a Losanna s’intreccia spesso con la natura. Ottanta le opere lungo i percorsi, fra sculture, murales, fotografie.

Vacanze come in Riviera

L’azzurro ed il verde pennellano in tutte le tonalità anche le rive del lago Lemano. Villaggi da visitare, spiaggette riparate dove sostare per un tuffo, aree attrezzate per praticare svariati sport nautici e porticcioli dove noleggiare canoe, pedalò o imbarcarsi per brevi crociere sugli eleganti battelli della Compagnie Générale de Navigation (CGN). Fondata nel 1873 e fra le più antiche società di navigazione tuttora in attività, la sua flotta vanta ancora eleganti battelli Belle Epoque, alcuni dei quali a vapore.

Da Ouchy, la marina di Losanna, il calendario estate – autunno segnala numerose partenze. Semplici crociere che portano ad ammirare le vigne del Lavaux o il tramonto sul lago; serate gastronomiche a bordo, dedicate al pesce del lago, a menu firmati dagli chef del Beau-Rivage Palace o di altri locali. E ancora feste di compleanno dalle tante sorprese, Tour & Wine che dalle rive del Lemano risalgono fra le vigne e includono degustazioni in cantina, giornate “da capitano”, per vivere la crociera da protagonisti insieme al personale di bordo. Tariffe da CHF 19 a persona in su. Entro il 2022 la Compagnia disporrà di due nuovi battelli a tecnologia ibrida per la riduzione dell’inquinamento.

Losanna, gourmandise da intenditori

Losanna è una meta golosa. In tutti i sensi. Se arte e cultura di questa città di soli 140.000 abitanti non hanno nulla da invidiare alle metropoli internazionali, la tavola non è da meno. Considerata la culla gastronomica della Confederazione, da qualche anno Lausanne à Table celebra i piaceri del palato e le eccellenze del Vaud. L’edizione 2020, riformulata in base alle norme post – emergenza in atto, prosegue fino a dicembre con eventi per grandi e piccini, gratuiti ed a pagamento, molti dei quali inediti e in location insolite.

Passeggiata golosa per famiglie il 13 agosto e il 3 ottobre, fra le verdi quinte dello storico parco del Désert e ricette cucinate all’aria aperta (partecipazione gratuita, prenotazioni dal 3 agosto); il 15 agosto, appuntamento in Boulevard de Grancy per Yoga et brunch, piacevole risveglio del corpo e del sensi con buffet finale di prodotti di fattoria e il 23, scenografico Piatti in scena al Giardino Botanico, dove la cucina di Fatima Ribeiro, chef del Frasier, è messa in risalto dallle porcellane di Sylvie Godel. Replica il 6 settembre nella chiesa di St. François.

Un must per i cultori della cucina stellata il Mercato di Anne-Sophie Pic, chef del Beau-Rivage Palace, che nei giardino dell’hotel, il 28 agosto, organizza un raffinatissimo mercato estivo animato da produttori ed artigiani da lei stessa selezionati. Prodotti di campagna in primo piano, dal 2 al 23 settembre, per il ciclo di visite in fattorie in alcune aziende nei dintorni di Losanna, note per la produzione di formaggi vaccini e di capra, frutta, ortaggi, succhi di mela (CHF 10, iscrizione un mese prima della data prescelta).

In programma anche una giornata dedicata ai sandò, deliziosi sandwich giapponesi, corsi per bambini dai 7 ai 14 anni sul consumo della frutta e la preparazione di confetture e succhi (9 settembre, 7 ottobre e 7 novembre), ed un mercato autunnale che riproporrà alimenti in via di estinzione (13 settembre). Chi è in vena di ricercatezze può prenotare la particolarissima cena che, l’11 settembre all’Hotel Mirabeau, vedrà stappare bottiglie rare di vini elvetici e proporre percorsi gastronomici al di fuori dal comune.

O una delle Cene effimere letterarie che, in ottobre, mese che Losanna dedica al libro, in biblioteche e librerie della città vedranno alcuni noti chef ispirare i propri menu a libri e ricettari, da servire a commensali riuniti in un’ unica tavolata ! (Costo CHF 100, posti limitati, estratti il 1° agosto). www.lausanneatable.ch

Congedo dello stellato Edgard Bovier e novità in arrivo al Lausanne Palace – Fra città e dintorni Losanna accoglie quattro chef stellati. Uno di questi, Edgard Bovier, per 16 anni anima de La Table d’Edgard, ristorante gastronomico stellato del Lausanne Palace, è recentemente andato in pensione. Il locale riaprirà in settembre, con un nuovo nome e una nuova filosofia ristorativa. Negli altri ristoranti e bar del Palace sono in programma aperitivi ed eventi a tema per tutta l’estate.

Una città da mangiare con gli occhi… ed il palato – Stellati a parte, l’offerta gastronomica a Losanna e dintorni è davvero ampia. Dalle pintes, storiche, così denominate in quanto mescite di vino già nel Medioevo, ai localini sul lungolago, sino ai piacevoli bistrot del centro e agli ambienti esclusivi dei grandi alberghi, ognuno esprime a suo modo il meglio della cucina internazionale con grande riguardo per i piatti della tradizione cantonale.

Losanna in mostra

MCBA – Museo Cantonale delle Belle Arti – Fino al 23 agosto ospita A Fleur de peau. Vienne 1900, prima esposizione temporanea nei nuovi spazi di Plateforme 10. Una panoramica, inedite ed a tratti ardita, degli artisti viennesi che fra il 1897 e il 1918 hanno delineato le nuove frontiere dell’arte moderna. Centottanta opere in sei sezioni, fra simbolismo ed espressionismo, firmate tra gli altri da Gustav Klimt, Egon Schiele e Oskar Kokoschka. Fino al 20 settembre, l’Espace Focus del MCBA accoglie anche Yersin Dessinateur. Quittez mines grises, le printemps est la !, omaggio a Albert – Edgard Yersin (1905 -1984). Disegni, copie di opere di grandi maestri, paesaggi dalle tecniche più diverse ripercorrono il percorso artistico dell’eclettico Maestro dell’incisione, dalla sua infanzia in America sino agli ultimi anni trascorsi a Losanna. www.plateforme10.ch; www.mcba.ch

MUDAC –Fino al 30 agosto, Extraordinaire! segna il congedo del museo, dopo 20 anni, dalla sede di Place de la Cathédrale, in vista del trasferimento negli spazi di Plateforme 10, nel nuovo distretto della cultura. Un viaggio fra le opere di Gaudard, creatore del museo: oggetti di uso quotidiano, creazioni fuori dal comune e curiosità di ogni sorta e dimensione, recuperati nel corso del tempo e presentati come in una scenografia teatrale che, di sala in sala, ricostruisce ambienti del vivere domestico (cucina, sala, camera da letto, …). www.mudac.ch

Museo Olimpico – S’intitola Anvers 1920-2020. Tous Solidaires, unis sous le même drapeau la mostra che il quarto Museo più visitato della Svizzera ospita fino al 31 dicembre. Dopo il rinvio dei JO di Tokyo 2020 a causa del Covid-19, la prevista esposizione ad stata sostituita da questo omaggio ai primi Giochi Olimpici organizzati dopo la Prima Guerra Mondialee la grande crisi causata dall’epidemia della Spagnola. Un invito a riflettere sul ripetersi di eventi che, a un secolo di distanza, hanno tenuto con il fiato sospeso il mondo intero, www.olympic.org. Aquatis, l’acquario di acqua dolce più grande d’Europa, fra le sue offerte propone visita delle sue ambientazioni in abbinamento all’ingresso al Museo Olimpico. www.aquatis.ch

Collection de l’Art Brut – Prorogata fino al 30 agosto la 4.a Biennale de l’Art Brut: Théâtres, viaggio fra le opere di 28 artisti, fra i quali anche il ceramista lombardo Giovanni Battista Podestà. Costumi, disegni, fotografie, fantasiosi oggetti e découpage ispirati al mondo del teatro, tratti dagli archivi di questa prestigiosa istituzione voluta dal francese Jean Dubuffet che indaga ed esplora l’arte nata nel disagio. Prosegue fino al 1° novembre Chicago Calling,mostra che raccoglie le opere di artisti autodidatti e di alcuni dei più valenti esponenti dell’arte primitiva americana. www.artbrut.ch

Cineteca Svizzera – Le proiezioni di una delle dieci più importanti cineteche al mondo riprenderanno il 26 agosto con un omaggio a Michel Piccoli, scomparso nel maggio scorso. Nel frattempo, ogni mercoledì, è possibile la visione online di cortometraggi restaurati che invitano ad un divertente viaggio fra spot pubblicitari, paesaggi ed attrattive del passato. www.cinematheque.ch

Fondation de l’Hermitage – Riapertura il 4 settembre con Arts et Cinéma prima mostra di un cartellone interamente riformulato. Un’esposizione di caratura internazionale, organizzata in collaborazione con la Cineteca francese e i Musei metropolitani di Rouen, che fino al 3 gennaio 2021, apre un capitolo inedito sul rapporto fra belle arti e il Grande Schermo. www.fondation-hermitage.ch

Cosa fare e cosa vedere a Losanna da settembre

10 -13 settembre – 17.a edizione del Lavaux Classic, insolita edizione di fine estate di un festival che celebra la Grande musica, dal classico al jazz, dai ritmi tzigani alla musica Klezmer e yiddish. Tra gli appuntamenti, un incontro di meditazione in musica, uno spettacolo per bambini, un omaggio alla musica viennese ed un musical che evocherà il tema dell’acqua. Informazioni, biglietti, programma dei concerti e degli eventi off sul sito www.lavauxclassic.ch

11 settembre – 31 ottobre – Trésor Végétal – Al Giardino Botanico, il verde come patrimonio in pericolo, da tutelare, studiare e preservare. All’esterno, fino al 23 dicembre, carrellata di immagini di Mario Del Curto, autore di scatti su piante rare in via di estinzione, espansione e rigenerazione del territorio. www.botanique.vaud.ch

18 – 20 settembre – 10° Label Suisse – Festival di musica urbana dedicato alla scena musicale elvetica, in tutte le sue espressioni. Concerti gratuiti, fra cui 4 creazioni speciali tra la Place Centrale e una decina di altri spazi fra cui discoteche e chiese. www.labelsuisse.ch

25 ottobre – Maratona di Losanna – Tra le più belle gare atletiche del Vecchio Continente, richiama oltre15mila partecipanti impegnati su diverse distanze lungo un percorso che costeggia le rive del lago e i vigneti del Lavaux. www.lausanne-marathon.com

“Parla” sempre più italiano il nuovo sito di Lausanne Tourisme

Più agile, colorato ed accessibile. E’ il nuovo sito di Lausanne Tourisme, sempre più ricco di spunti ed in linea con le reti social (Facebook, Instagram, Twitter e Linkedin). Il restyling ha migliorato anche i contenuti in italiano, www.lausanne-tourisme.ch/it/ e si è arricchito della nuova sezione, “Les Lausanners” in cui gli stessi losannesi, di ogni età e dalle più diverse professioni, sono gli Ambasciatori della città e danno utili suggerimenti su come coglierne le suggestioni più autentiche.

Photo credits: Switzerland Tourism – swiss-image.ch / Ivo Scholz
 

Altri consigli di viaggio: