MENU DI NAVIGAZIONE

Spiagge in Sardegna a misura di famiglia: le imperdibili dell’estate 2020 per una vacanza da sogno

A poche ore d’aereo dalle grandi città o a una notte di traghetto, la Sardegna è sempre una garanzia. Trascorrere con i bambini le vacanze estive in questa isola significa puntare tutto su natura, arte, sapori tipici e spiagge uniche. E anche su ritmi lenti perché mai come quest’anno il soggiorno è a misura di famiglia: meno folla e meno confusione con la stessa bellezza e il medesimo divertimento di sempre.

Con qualche accortezza in più perché per raggiungere l’isola è necessario registrarsi sul sito della Regione, fornendo i dati sul proprio stato di salute, il luogo in cui si soggiorna e gli eventuali spostamenti previsti. Sempre in termini di sicurezza, circa 150 strutture ricettive sarde hanno sottoscritto l’impegno ad adottare standard elevati a garanzia dei propri ospiti.

Ovunque si vada, dall’arcipelago di La Maddalena alle spiagge del sud, itinerari e proposte per vivere l’isola a misura di famiglia sono numerosi. Camminare tra i graniti avvolti dai generosi profumi della macchia mediterranea, nuotare in cale dalle acque cristalline, approfittare dell’occasione per imparare i primi rudimenti del surf, dedicarsi allo snorkeling: sono tantissime le opportunità di svago offerte dai tanti paradisi naturali della Sardegna.

Mai come quest’anno desideriamo il mare, i bagni, le passeggiate, ma dove andare? Quale spiaggia scegliere? Quali sono le cale e i lidi più belli, da quelli e lussuosi e esclusivi alle spiagge di duna selvagge e semideserte? Noi di Bimboinviaggio ne segnaliamo 8, tra spiagge famose e meno famose, 2 per ciascun versante tra nord, sud, est e ovest. E sempre a misura di famiglia con bambini:

  • Nord della Sardegna: Rena Bianca e Porto Pollo
  • Est della Sardegna: Cala Luna e Marina di Orosei
  • Ovest della Sardegna: Sabbie d’oro Pistis e Marina di Arbus
  • Sud della Sardegna: Calamosca e Santa Margherita di Pula

Nord della Sardegna: Rena Bianca e Porto Pollo

Sono i colori a rendere indimenticabile la spiaggia di Rena Bianca, uno dei simboli di Santa Teresa Gallura. Dopo avere imboccato una stradina in discesa e aver percorso poche centinaia di metri, si apre un paesaggio che alterna il bianco brillante della spiaggia, il rosa dei frammenti di corallo, il verde mediterraneo che la circonda e l’azzurro e il turchese del mare limpidissimo.

Amata dai bambini, la spiaggia è ricca di servizi ed è dotata di ampio parcheggio e punti di ristoro. Gli stabilimenti balneari affittano pattini e natanti, attrezzatura da relax e da esplorazione subacquea per arricchire l’esperienza di vacanza. La Rena Bianca si è aggiudicata più volte il riconoscimento Bandiera Blu per qualità delle acque e offerta alle famiglie di comfort e sicurezza.

Al centro della costa settentrionale della Sardegna c’è una spiaggia dalla forma bizzarra e dalle tonalità abbaglianti, dal mare limpido e accarezzata sempre dal vento. Porto Pollo, a metà strada tra Palau e Santa Teresa Gallura, nei pressi della foce del Liscia, propone una completa immersione nella natura in una delle località più amate dai surfer di tutto il mondo, anche da quelli più piccoli che frequentano la scuola di windsurf e vela. Grazie al basso fondale è adatta ai bambini.

Questo è il punto di partenza per perlustrare tutti i 18 ettari del paradiso naturalistico dell’isola dei Gabbiani e i tanti tesori di Palau: la bellezza di punta Sardegna, il fascino di Cala Trana, Porto Faro e il monumento naturale della Roccia dell’Orso. E sempre con il panorama delle isole dell’arcipelago della Maddalena davanti agli occhi.

Est della Sardegna: Cala Luna e Marina di Orosei

Basti sapere che la spiaggia di Cala Luna è raggiungibile via mare in barca, anche con battelli in partenza dai porti turistici più vicini, per renderla un’avventura nell’avventura. Tra Barbagia e Ogliastra, al centro della costa orientale della Sardegna, questa è una delle spiagge simbolo dell’isola, scelta da registi come Lina Wertmuller per girare indimenticabili scene di film.

Apprezzata da chi pratica la pesca subacquea sportiva, è dotata di bar, punto di ristoro ed è caratterizzata da un basso fondale che la rende strategica per le famiglie con bambini. Boschi di lecci, corbezzoli e querce rendono il paesaggio un soggetto da cartolina e da foto su foto con lo smartphone. Intorno alla baia, le montagne del Parco nazionale del Golfo di Orosei e del Gennargentu offrono protezione e sicurezza, ma soprattutto interessanti percorsi di trekking per tutte le gambe.

Due chilometri di sabbia chiara e fine, mista a conchiglie e ghiaia, Marina di Orosei, da raggiungere comodamente dal centro abitato, è una delle spiagge più adatte per famiglie con bambini. Al centro della costa orientale della Sardegna, è amata dagli immersionisti, anche perché a circa due miglia al largo giace sul fondo uno dei più affascinanti e meglio conservati relitti sommersi nel mare isolano. Si tratta del KT, mezzo di sbarco tedesco lungo circa 70 metri, affondato nel 1943 dal sommergibile inglese di stanza nel golfo.

La costa di Orosei offre tante altre perle, dalla piccola insenatura di sas Linnas Siccas a sa Curcurica, un’altra spiaggia adatta ai bambini per via del fondale basso e digradante, alle cui spalle una folta pineta dà riparo nelle ore più calde.

Ovest della Sardegna: Sabbie d’oro Pistis e Marina di Arbus

Le Sabbie d’oro di Pistis sono una immensa distesa di un chilometro e mezzo di colline di sabbia dorata e finissima modellate dal maestrale che le ha donato forme singolari. La spiaggia è fornita di parcheggio, punti di ristoro, servizi e noleggio attrezzatura balneare e in alcuni punti le rocce si fondono con la sabbia creando piscine naturali, perfette per i bambini. Ma è tutto il mare della Costa Verde a rivelarsi spettacolare.

Le dune sono caratteristiche non solo di Pistis e della confinante Torre dei Corsari, ma anche di Funtanazza, Portu Maga di Marina di Arbus e di altre due rinomate perle di questo tratto di costa della Sardegna, il deserto di Piscinas e la spiaggia parlante di Scivu, così chiamata per il suono emesso dal calpestio della sabbia.

Se non sembra di trovarsi ai Caraibi poco ci manca perché Marina di Arbus è caratterizzata da un’ampia spiaggia, sabbia morbida, mare con mille sfumature di colore, folta vegetazione alle spalle e fondale basso perfetto per i bambini. La spiaggia è meta di appassionati di surf ed è amata dagli appassionati di pesca subacquea e snorkeling.

Il mare della Costa Verde è caratterizzato dalla presenza di dune sabbiose con alcune meraviglie da segnalare, come Funtanazza e Portu Maga. Ai limiti meridionali della Costa Verde si trova Capo Pecora, meta di sub e pescatori mentre alle spalle del litorale si viaggia nel tempo con le miniere dei villaggi di Ingurtosu e Montevecchio ovvero i resti di quell’archeologia industriale che ha segnato un’epoca qui in Sardegna.

Sud della Sardegna: Calamosca e Santa Margherita di Pula

Calamosca è la spiaggia ideale per le famiglie che amano prendere il sole o fare il bagno in una tranquilla e appartata caletta a pochi passi dalle comodità del centro città. Distante 4 chilometri dal centro di Cagliari, si trova a ridosso del lungo e ampio litorale sabbioso del Poetto. Si presenta con un mare limpido dalle tonalità tra verde smeraldo e azzurro, un arenile di sabbia con ciottoli levigati e fondale che digrada dolcemente ed è quindi adatto ai bambini.

Dalla spiaggia un piccolo sentiero porta alla conquista del panorama del golfo degli Angeli. Nell’insenatura di Calamosca si trovano locali e ristoranti, dove assaggiare specialità di mare. La vicinanza con le decine di attrazioni culturali e monumentali del centro storico di Cagliari permette di organizzare una vacanza completa.

Giornate rilassanti in un paradiso naturale di sabbia candida e fine, mare limpido e pinete incontaminate sulla spiaggia di Santa Margherita di Pula, località amata dai vip in cerca di privacy e relax. Questo è uno dei litorali più apprezzati della Sardegna meridionale, a poche decine di chilometri da Cagliari, ma lontano da spiagge affollate e con tante opportunità aggiuntive per divertirsi. Il sistema di canali e piccole isole creato dal delta del rio Arrieras ospita infatti rigogliosa vegetazione tipica mediterranea e molte specie di uccelli da scoprire con i bambini.

A pochi passi da Santa Margherita c’è la movida pulese di eventi in Piazza del Popolo e Piazza di Chiesa, da abbinare alle passeggiate lungo i viali alberati che portano a Nora, l’antica città fenicio-punica e poi romana.

Credit Photo: daboost, faabi, robbyfontanesi, travnikovstudio

Altri consigli di viaggio: