MENU DI NAVIGAZIONE

Carinzia con i bambini: super esperienze e grandi avventure per tutta la famiglia

Destinazione Austria del sud, esattamente nella soleggiata regione della Carinzia. Qui figli e genitori fanno a gara per chi si diverte di più. E come potrebbe essere diversamente alla luce delle tantissime esperienze e alle grandi avventure all’aria aperta da vivere in Carinzia con i bambini?

Laghi, corsi d’acqua, monti, valli: che il cuore sia da avventuriero o da esploratore, da amante dello sport o del dolce relax, c’è sempre più di una buona ragione per rifugiarsi in questo florido pezzo d’Europa vicino all’Italia.

Le super esperienze da fare con i bambini in Carinzia: falchi in volo, pagaiate al lago e notti intorno al fuoco

Che estate sarebbe per i bambini senza esperienze memorabili da raccontare ai piccoli amici? La prima è la più avventurosa ed è la trasformazione in un falco per planare sulla gola. Basta agganciarsi in sicurezza con un solido moschettone per volare sospesi seguendo un percorso attraverso il bosco. Siamo nel parco avventura sul lago Ossiacher See e Fly-Line è un’esperienza a cui possono partecipare anche un genitore e un figlio in tandem.

La seconda super esperienza è più pacifica: una comoda e serena pagaiata in famiglia sui laghi puliti, caldi e trasparenti della Carinzia. E con la possibilità aggiuntiva di noleggiare la tavola Stand-Up-Paddle per sperimentare l’emozione di stare in piedi sull’acqua. Le vie più gettonate? Quella della Drava, il fiume più grande e più lungo della Carinzia che attraversa il land più meridionale d’Austria, e il lago Wörthersee.

Ecco quindi il falò che illumina la notte estiva e tutti attorno i bambini con le rispettive famiglie ad arrostire i würstel infilati in un bel bastone. È l’esperienza proposta da numerose fattorie agrituristiche della Carinzia. Molti albergatori aggiungono le escursioni notturne al chiarore delle fiaccole, ma con una particolarità: sono proprio loro a fare da guida!

Labirinti di roccia, gole, rafting e mountain bike per il pieno di adrenalina in Carinzia

La Carinzia è una palestra a cielo aperto a misura di famiglie, anche quelle più sportive. Le esperienze da vivere hanno un aspetto in comune: le emozioni rimangono a lungo nella memoria. Ecco allora

  • il labirinto nella roccia (Felsenlabyrinth) sul Flying Fox a Nassfeld/Pramollo con parco avventura per i bambini da 5 anni in su
  • la spettacolare gola Tscheppaschlucht da attraversare passo dopo passo con lo sguardo un po’ all’insù e un po’ all’ingiù
  • la discesa in rafting (per tutta la famiglia) sul fiume Möll o sulla Drava
  • le escursioni in mountain bike nell’Area One di Villach o lungo il percorso più lungo d’Europa (15 chilometri) a Bad Kleinkirchheim

 

 
A proposito, il bob su rotaia di Mario Kart esiste davvero! Si trova proprio quassù sui monti della Carinzia con bambini e genitori chiamati a scegliere la pista preferita. C’è la Pendolino a Nassfeld/Pramollo che con i suoi interminabili 2 chilometri è la più lunga della regione.

E c’è la pista Nocky-Flitzer al passo Turracher Höhe, più conosciuta come l’ottovolante delle Alpi. Ma ci sono anche una pista con due rotaie parallele sul lago Ossiacher See e le curve paraboliche, i sottopassaggi e i ponti della pista di Klippitztörl. Difficile sceglierne una, più facile provarle tutte.

Correre a piedi nudi sull’erba verde degli alpeggi, sentire il fondo morbido del bosco ricoperto da uno spesso strato di muschio e avvertire il solletico che fanno gli aghi d’abete sotto le dita dei piedi. Per chi vuole rallentare, nel Parco della Biosfera dei monti Nockberge e in altre zone della Carinzia si può partecipare a escursioni guidate a piedi nudi, che includono un benefico bagno alla valeriana celtica.

Bisonti, linci, cervi e … simpatici animali pelosi

Qui in Carinzia gli animali hanno un valore educativo che viene trasmesso attraverso esperienze specifiche quasi sempre incluse nei pacchetti vacanza degli agriturismi per le famiglie. Al Ferienhof Haberzettl a Grades, ad esempio, ogni bambino riceve in dono un animale domestico per tutta la durata del suo soggiorno.

Si occupa di dargli da mangiare, di assisterlo e di assicurare la giusta dose di carezze quotidiane. Un’esperienza di vacanza pedagogicamente preziosa perché i piccoli apprendono il senso di responsabilità e costruiscono un rapporto speciale con l’animale.

Scegliere di trascorrere una vacanza all’aria aperta in Carinzia vuole quindi dire entrare in contatto e conoscere animali di ogni tipo. Imponenti e solitari, ma anche affettuosi e tremendamente pelosi e perfino da brivido. Dei primi fanno parte bisonti, linci e cervi ospitati nel giardino zoologico del parco del castello di Rosegg mentre i secondi animano la sezione dedicata agli animali domestici.

Poi ci sono i 160 macachi giapponesi, divertenti e sfacciati, che incuriosiscono i piccoli e grandi visitatori all’Affenberg, il monte delle scimmie vicino al castello di Landskron. E gli animali da brivido? Si trovano al rettilario Happ di Klagenfurt: il pesce piranha, il pitone reticolato, la tarantola. Vale la pena osservarli, ma a qualche centimetro di distanza in più.
 

Carinzia e la gastronomia tradizionale: pancia mia, fatti capanna!

La Carinzia è anche una destinazione per gli amanti dei viaggi gastronomici. Lo dice Slow Food che invita e a dare un’occhiata nelle pentole dei ristoratori in cui c’è abbondanza di prodotti locali perché qui si attribuisce una grande importanza alla gastronomia tradizionale con prodotti di stagione e a chilometri zero.

L’associazione invita anche a visitare i migliori ristoranti della regione, le osterie, i rifugi alpini, gli spacci agricoli e le botteghe gastronomiche. C’è perfino una guida aggiornata, distribuita gratuitamente da Kärnten Werbung (Ente Turismo della Carinzia), con cui orientarsi con facilità tra le tante proposte.

Chi vuole fare un passo in più può cimentarsi nella preparazione dei cibi. La scelta spazia dai corsi per imparare a fare il pane a quelli sulla lavorazione del latte e del formaggio, dalla preparazione della birra alle degustazioni delle erbe selvatiche.

Non a caso in questa regione sono organizzati tantissimi appuntamenti gastronomici, come il Fischfest (festa del pesce) a Feld am See, il Lesachtaler Dorf und Brotfest (festa del pane della valle Lesachtal), il SeeEssSpiele (festival gastronomico sul lago Wörthersee), il KüchenKult a Villach e l’Aufwort’n sul lago Weissensee.

Tutta la Carinzia in una sola carta

Kärnten Card è la tessera per accedere a 100 attrazioni turistiche tra musei, funivie, battelli, piscine divertimenti, strade panoramiche e strutture per il tempo libero. Valida da aprile a ottobre, costa da 43 euro (genitori) o da 22 euro (bambini) a settimana.
 

 
Immagini: Edward Groeger, Franz Gerdl, Tine Steinthaler, Gert Steinthaler (via ufficio turistico della Carinzia)
 

Altri consigli di viaggio: