MENU DI NAVIGAZIONE

Estate 2020, come riprogrammare la vacanza in famiglia in sicurezza e senza perdere i risparmi

Che estate 2020 sarà per noi e per i nostri bambini? Ce lo stiamo domandando tutti i giorni sulla base degli aggiornamenti che riceviamo sull’andamento del contagio del coronavirus (fortunatamente in costante ribasso), sulle riaperture delle attività (comprese quelle legate al turismo e alle vacanze), sulle nuove disposizioni da seguire per riuscire a conciliare al meglio divertimento e sicurezza, soprattutto per ragazzi e bambini.

Questi cambiamenti storici nella pianificazione del nostro tempo rientrano nel piano di misure precauzionali dovute alla diffusione del Covid-19. E allora, che estate ci aspetta? Come fare a programmare una vacanza al mare o in montagna in questo anno di transizione e senza perdere i propri risparmi?

Abbiamo raccolto consigli e idee e siamo andati alla ricerca delle risorse utili – dai voli agli hotel – per capire come riprogrammare la vacanza in famiglia. Aggiorneremo costantemente questo articolo sulla base delle novità che saranno via via approvate.

  • Estate 2020, come si stanno organizzando i family hotel: divertimento, sicurezza e parchi avventura
  • Le tre carte vincenti: prenotazioni, flessibilità e… l’Italia
  • Modifiche alle prenotazioni del volo, cosa fare per disdire
  • Alitalia, Etihad Airways, Ryanair, Easyjet: termini per il rimborso
  • Le vacanze alternative con i bambini

 

Estate 2020, come si stanno organizzando i family hotel: divertimento, sicurezza e parchi avventura

Lo sguardo di noi italiani è proiettato in avanti, in attesa delle sospirate vacanze di luglio o di agosto. E una prima dichiarazione rassicurante arriva dal sottosegretariato al Ministero per i Beni Culturali e per il Turismo, secondo cui «andremo al mare questa estate, stiamo lavorando perché possa essere così».

Augurandoci che sia davvero così, di certo c’è che l’estate 2020 sarà diversa da quella dello scorso anno e i family hotel da noi contattati ci hanno spiegato come siano in corso interventi di adeguamento per garantire alle famiglie un soggiorno in totale sicurezza e con l’assegnazione dei giusti spazi di libertà a genitori e bambini. In fondo, il piacere di un bel tuffo nel mare e di trascorrere qualche ora sulla spiaggia o a bordo piscina, ma anche di una camminata all’aria aperta lungo i rigeneranti sentieri di montagna rimane immutato.

E se i parchi acquatici potrebbero non riaprire per via dei tempi oggettivamente ristretti per rimettere in moto macchinari e strutture ancora chiusi, la prossima estate potrebbe essere quella della valorizzazione dei parchi avventura per i bambini perché sono all’aria aperta ed è più facile garantire il distanziamento sociale con i family hotel che potrebbero attivare convenzioni specifiche.

 

Le tre carte vincenti: prenotazioni, flessibilità e… l’Italia

A oggi resta da scoprire quali saranno le misure adottate negli spazi comuni per garantire il corretto distanziamento nella maniera meno impattante possibile. Dimentichiamoci insomma la densità di sdraio e ombrelloni sulle spiagge della Romagna o della Versilia perché ci sarà più spazio per chi andrà in vacanza.

Potrebbero essere previsti orari particolari per le fasce protette, la chiusura delle aree comuni o comunque gli scaglionamenti delle presenze, una distanza minima di almeno 3 metri e mezzo tra un ombrellone e l’altro. In ogni caso per le famiglie con bambini che andranno in vacanza, l’estate 2020 sarà nel segno della scoperta o della riscoperta dell’Italia.

Di interessante c’è che numerosi family hotel e villaggi per famiglie – dal Trentino alla Sicilia, dalla Toscana alla Puglia, dall’Emilia Romagna alla Campania fino ad arrivare alla Calabria e all’Alto Adige – hanno attivato proposte per i soggiorni estivi con i bambini con la cancellazione gratuita senza penale o con caparre flessibili.

L’obiettivo è consentire alle famiglie di prenotare la vacanza estiva con meno preoccupazioni, anche immaginando che i posti a disposizione saranno limitati. Sperando naturalmente che non ci sia bisogna della disdetta per goderci tutti una nuova (e strana) estate.

 

Modifiche alle prenotazioni del volo, cosa fare per disdire

consigli su come risparmiare sul biglietto aereo

I voli sono una delle parti più costose del viaggio, soprattutto quando si viaggia con una famiglia. Annullare o riprogrammare i voli può essere una seccatura, soprattutto in questo periodo in cui non si hanno a disposizione nuove date e non è possibile raggiungere alcuna località per ragioni turistiche. Eppure sono in tanti ad aver acquistato con largo anticipo i biglietti per andare in vacanza, magari a inizio anno, per cercare di risparmiare sull’impegno di spesa.

Per via delle lunghe ore di attesa con l’assistenza telefonica, molte compagnie aeree stanno chiedendo ai clienti di non chiamare a meno che il viaggio non sia in programma nelle 72 ore successive. Cosa fare? Fortunatamente la maggior parte delle modifiche ai voli può essere effettuata online o attraverso l’invio di una Pec (Posta elettronica certificata) e, in alcuni casi, è possibile apportare variazioni anche se le date del viaggio sono state superate.

 

Alitalia, Etihad Airways, Ryanair, Easyjet: termini per il rimborso

Proviamo a fare qualche esempio concreto: come si legge sui siti web delle rispettive compagnie,

  • Alitalia: se il volo è stato cancellato entro il 31 agosto si può richiedere il cambio, il voucher o il rimborso del biglietto
  • Etihad Airways prevede il rimborso per i voli in partenza dall’Italia e cancellati dalla compagnia
  • Ryanair applica il rimborso in contanti fino al superamento dell’emergenza Covid-19
  • Easyjet assicura l’evasione della richiesta di rimborso possibilmente entro 28 giorni

Attenzione però ai termini del rimborso: è indispensabile inoltrare la richiesta nei termini indicati dal decreto Cura Italia e successivamente aggiornato ovvero entro 30 giorni dalla fine del divieto imposto, a oggi fissato al 18 maggio 2020. Salvo ulteriori e possibili proroghe i termini per i rimborsi scadono il 17 giugno.

 

Le vacanze alternative con i bambini

Si chiamano vacanze con i bambini in houseboat perché al seguito c’è una vera e propria casa galleggiante con tanto di cucina attrezzata, camere e bagno, che scivola placidamente sulla superficie dei corsi d’acqua e permette di fare un bagno rilassante, osservare le stelle, ammirare il tramonto, dedicarsi al birdwatching e scovare la fauna selvatica da un punto di osservazione privilegiato.

La navigazione è tranquilla, si viaggia a una velocità media di 6 chilometri orari, non serve la patente nautica e permette di godere una vacanza sicura e con distanziamento assicurato. I dati sulla crescita delle ricerche sono segnali molto chiari sulle intenzioni delle famiglie italiane di non rinunciare all’estate 2020, purché in sicurezza.

Sono infine in crescita sia le ricerche di case vacanze con piscina, soprattutto in Sicilia, Liguria e Toscana, e sia di grandi campeggi per famiglie per una vacanza outdoor.

 

Credit Photo: morganval, travnikovstudio, bilanol

Altri consigli di viaggio: