MENU DI NAVIGAZIONE

Hotel con camere a tema cibo e videogiochi: si gustano prelibatezze, si gioca e (forse) si dorme

La tendenza dei nuovi hotel per famiglie è chiara: offrire esperienze originali accanto ai tradizionali servizi per genitori e bambini. E due dei trend di maggiore successo in questo 2020 sono il cibo e i videogiochi, cavalcati dalle strutture più innovative che con un pizzico di audacia propongono hotel con camere a tema cibo e videogiochi. A New York spuntano infatti camere di hotel con cuscini e accessori a forma di brioches, toast, pancake e con un minibar strapieno di prelibatezze.

Lo storico marchio Nutella mette in piedi l’Hotella in cui tutti i dettagli richiamano l’irresistibile crema di nocciola. E soprattutto dalla colazione alla cena, tutti i pasti sono a base di Nutella. A Londra la Cheese Suite è per i veri amanti dei formaggi e vede il Principe Carlo tra i promotori dell’iniziativa. E se due big del mondo dei videogiochi come Atari e Nintendo decidono di costruire hotel tematici, c’è da scommettere che sarà un successo. Andiamo insieme a curiosare tra queste camere tematiche!

Quali sono i più audaci hotel per famiglie con camere a tema nel mondo?

 

Atari apre il suo primo hotel a Phoenix: si dorme o si gioca?

Tutto vero: Atari, la storica azienda statunitense specializzata nella produzione di videogiochi e hardware, si è lanciata nel settore alberghiero. L’azienda ha già iniziato i lavori per la realizzazione di hotel a tema videoludico negli Stati Uniti. Si comincia a Phoenix, in Arizona, e si prosegue a Las Vegas, Denver, Chicago, Austin, Seattle, San Francisco e San Jose. La popolare società di videogiochi proporrà alle famiglie con bambini servizi di intrattenimento di alto livello con esperienze coinvolgenti per ogni età e abilità di gioco, tra cui le ultime novità nel settore tra realtà virtuale e realtà aumentata.

Non solo installazioni a tema, meeting room, ristoranti, bar e locali per ospitare tornei di eSport ovvero giochi elettronici a tema sportivo, ma anche arredamento in pieno stile gaming. Una curiosità: la progettazione e lo sviluppo sono affidati al produttore cinematografico Napoleon Smith III, famoso per il film sulle Tartarughe Ninja del 2014.

 

Nintendo, l’hotel a Kyoto sulle tracce di Mario Bros e Tetris

Da una software house all’altra e sempre molto amata dai ragazzi appassionati di videogiochi. Anche Nintendo entra nel mondo dell’hotellerie con un albergo da 20 stanze con tanto di spa, palestra e bar. A ben vedere si tratta della riconversione della storica sede di Kyoto, in Giappone, dal 1950 quartier generale degli sviluppatori e degli informatici che hanno creato titoli per ogni generazione di gamers come Mario Bros e Tetris.

Resta molto da scoprire sul progetto e dunque sulle esperienze offerte da Nintendo ai suoi ospiti. Fondata nel 1889, la casa di Kyoto ha iniziato la propria attività come azienda specializzata in carte da gioco per poi lanciarsi negli anni 60 in altri mercati, come quello dei giocattoli. Nel 1974, Nintendo è entrata nell’industria dei videogiochi, assicurandosi i diritti per la distribuzione della console Magnavox Odyssey sul mercato americano. Il resto è storia, pronta ad arricchirsi con un altro affascinante capitolo.

 

Cheese Suite a Londra, anche il sapone è a base di formaggio

Da una ghiottoneria all’altra, ecco la Cheese Suite, la prima camera a tema formaggi. Siamo a Camden Town, quartiere nella parte settentrionale di Londra, e questa volta non ci sono scadenze da rispettare perché ha già ufficialmente aperto i battenti. Arredata e decorata con cuscini e copriletto a tema, carta da parati con giochi di parole che invitano a degustare queste delizie (Will you brie mine?, I’m so fondue you), sapone al formaggio, giochi da tavolo e cracker a volontà, nel servizio è inclusa la consegna in camera di formaggi.

Con un dettaglio aggiuntivo da segnalare: il soggiorno per una notte è gratuito, ma gli ospiti possono devolvere una quota in beneficenza a The Prince’s Trust, l’ente di solidarietà fondato dal Principe Carlo e partner dell’iniziativa a firma Café Rouge.

 

Hotella in California, la camera per veri golosi: tutto a base di Nutella!

Da un sogno goloso all’altro, ecco l’hotel dedicato alla crema spalmabile più famosa al mondo. Inaugurato nella Napa Valley, in California, si chiama Hotella, perfetta combinazione delle parole Hotel e Nutella. Aperto per un solo fine settimana nel mese di gennaio 2020, ma con doverose speranze di una replica, tutti i dettagli richiamano il magico mondo della crema a base di nocciola: l’ingresso a forma di barattolo gigante di Nutella, il cartello con la scritta Hotella, la bandiera con il logo famoso in tutto il mondo.

E le camere? Facile a dirsi: i colori sono il rosso, il bianco e il marrone, quelli della Nutella, ma a fare la differenza sono i dettagli. Ecco quindi la coperta sul letto con l’immagine di un barattolo, i due cuscini a forma di croissant e sui muri mini vasetti ovunque. Dalla colazione alla cena, tutti i pasti sono a base di Nutella. Solo i tre fortunati vincitori del concorso che ha premiato il miglior video sul buon risveglio a base di Nutella hanno per ora alloggiato in questa struttura da sogno. Ma la lista degli aspiranti ospiti è molto lunga.

 

Bread and Breakfast a New York, il paradiso del pane: baguette, toast, pancake

Peccato solo che non sia più possibile prenotarla perché la suite Bread and Breakfast nel Refinery Hotel di New York City è stata davvero pronta a soddisfare ogni tipo di peccato di gola a base di carboidrati. Pane e pasta, ma anche patatine fritte, croissant e pancake: l’esperienza per veri golosi cominciava già dal ritiro delle chiavi con il primo dolcissimo regalo per le famiglie con i bambini ovvero uno specialissimo minibar strapieno di prelibatezze. Perché per una sera si può anche cedere all’irresistibile richiamo del profumo e della fragranza dei prodotti a base di carboidrati, vero?

Il bello è che tutto l’arredamento è a tema, perfino i cuscini a forma di prodotti da forno, la carta da parati addobbata con immagini di ciambelle, toast e bontà varie, l’insegna al neon con la scritta “pane appena sfornato”, la testiera del letto a forma di fetta di pane e le ciabatte di baguette. C’è però una buona notizia: considerato il successo della trovata, ci sono tutte le ragioni per credere che la speciale suite possa essere di nuovo allestita.

Credit photo: strutture citate nel testo