MENU DI NAVIGAZIONE

Inverno al caldo con i bambini: dove andare alla ricerca di sole, sabbia e mare

viaggio a barbados con i bambini

Relax e divertimento sulle spiagge dorate, lunghe passeggiate al tramonto, giornate che non finiscono mai con mille cose da fare: chi l’ha detto che bisogna attendere la prossima estate per vivere di nuovo queste esperienze? Già, perché un pezzo d’estate è già a disposizione: basta andare in quei Paesi dove a farla da padrone sono magliette e infradito mentre da noi sciarpe e guanti sono l’abbigliamento d’ordinanza per combattere il freddo.

Andiamo allora alla ricerca dei migliori posti dove trascorrere l’inverno al caldo, fare snorkeling lungo la barriera corallina, mettersi all’ombra di palme davanti a un mare turchese e vedere i bambini che giocano a Robinson Crusoe:

  • Dubai con i bambini: mare e castelli di sabbia, grattacieli e divertimento
  • Thailandia in famiglia: la frenesia di Bangkok o il relax delle spiagge?
  • Zanzibar con i figli tra parchi nazionali e laghi grandi come il mare
  • Brasile con i bambini, il carnevale di Rio de Janeiro e non solo…
  • Oman in famiglia: tra le montagne e il mare c’è Sinbad il marinaio
  • Cambogia con i figli: templi, giungla e tante spiagge

 

Dubai con i bambini: mare e castelli di sabbia, grattacieli e divertimento

Il bello di trascorrere l’inverno al sole di Dubai con i bambini è che mare e castelli di sabbia non rappresentano il solo motivo di attrazione. Perché ci sono anche i grattacieli, a iniziare dal Bruj al-Arab a forma di vela issata sull’acqua, e dall’edificio più alto del mondo: il Burj Khalifa ovvero 124 piani per 828 metri, da scalare uno per uno, ma all’interno di ascensore.

E poi ci sono le tante esperienze a portata di famiglia, come le escursioni a bordo di una piccola barca a vela (dhow), il surf sulle dune di sabbia, il volo in mongolfiera per sorvolare il deserto e il lancio a tutta velocità dai grandi scivoli del Wild Wadi Water. Proprio il periodo tra dicembre e febbraio è quello strategico perché le temperature sono mediamente più miti e le serate sono piacevolmente un po’ più fresche.

 

Thailandia in famiglia: la frenesia di Bangkok o il relax delle spiagge?

C’è un luogo magico per le famiglie nel mondo: è la Thailandia. Ma forse sarebbe meglio utilizzare il plurale perché questo Paese mette in mostra più facce. C’è quella frenetica della capitale Bangkok e c’è quella più naturale della giungla del nord, nei cui misteri i bambini sono felici di avventurarsi. Ma c’è anche la Thailandia del sud con le isole e le spiagge.

Dai sogni alla realtà, il paradiso per i bambini è avvistare gli squali balena nelle acque del Parco nazionale marino delle Isole Similan, ma anche l’arcipelago del Parco nazionale marino di Ang Thong con le sue isole perfette per giocare ai naufraghi. I bambini non sono mai sazi di parchi, giochi e spettacoli teatrali? Bene, ecco il Dream World, gigantesco paese dei balocchi a Bangkok, e il Parco Siam City con i suoi enormi scivoli a spirale che terminano in una grande piscina.

 

Zanzibar con i figli tra parchi nazionali e laghi grandi come il mare

C’è più di un motivo per cui l’isola di Zanzibar, in Tanzania, è così apprezzata dai bambini. Il ricchissimo regno degli animali selvatici, ad esempio, perché vedere leopardi, elefanti, bufali, leoni e rinoceronti durante un safari nel cratere di Ngorongoro è sicuramente una esperienza da ricordare. Ma anche e soprattutto per i colori dell’Oceano Indiano.

Qui sulle spiagge di Zanzibar, i bambini possono giocare a Robinson Crusoe. Oppure dedicarsi all’esplorazione dei tanti isolotti, fare snorkeling per osservare da vicino pesci e coralli nei parchi marini, ammirare il tramonto del mare aperto che seduce a ogni età o muoversi in Tanzania per andare con i genitori alla scoperta dei parchi nazionali e di laghi grandi come il mare. Le fiere organizzate dai masai una volta al mese sono una impareggiabile occasione di conoscenza.

 

Brasile con i bambini, il carnevale di Rio de Janeiro e non solo…

Magari si può decidere di andare con i bambini alla fine del mese di febbraio 2020, in coincidenza con il carnevale di Rio de Janeiro e farsi contagiare dall’allegria brasiliana e dallo stile di vita spensierato. Anche se poi i motivi di richiamo del Brasile sono tantissimi, soprattutto quanto in Italia le temperature sono prossime allo zero.

Dalla esuberante Foresta Amazzonica alle vaste spiagge fino alle esperienze irripetibili per tutta la famiglia. Come salire a bordo del treno a cremagliera sul Corcovado dove sorge la famosa statua del Cristo. Oppure andare a curiosare nel Museu de Folclore Edison Carneiro dedicato all’arte popolare carioca e in particolare nelle aree dedicate alla samba e al rodeo. Oppure, perché no, andare in spedizione nella giungla amazzonica con partenza da Manaus.

 

Oman in famiglia: tra le montagne e il mare c’è Sinbad il marinaio

Proprio l’inverno è il periodo migliore per scoprire l’Oman con i bambini. Le temperature sono piacevoli e i monsoni rimangono alla larga per poi farsi vedere solo tra giugno e agosto. I mesi tra novembre e marzo sono perfetti per esplorare il deserto di Wahiba Sands e scoprire le acque turchesi delle oasi, come il Birmah Sinkhole nel Wadi Bani Arbaeen.

Questa è la terra di Sinbad il marinaio: non dimentichiamo che l’Oman si trova tra le montagne e il mare ed è un Paese ricco di tradizioni che si tramandano di famiglia in famiglia. Ecco allora l’opportunità di vedere da vicino come vivono le famiglie dei pescatori e gli allevatori di cammelli, di fare una foto con i genitori davanti alla Grande Moschea o di percorrere la via delle fortezze circondati da imponenti bastioni, torri e mura di mattoni crudi.

 

Cambogia con i figli: templi, giungla e tante spiagge

Nessun periodo come quello di fine anno è strategico per andare in Cambogia perché umidità e caldo sono a livelli decisamente tollerabili. Alle famiglie con bambini si presentano le opportunità di scoprire i templi di Angkor, di visitare la giungla di Ratanakiri e Mondulkiri, di fare un viaggio all’insegna delle escursioni e naturalmente di abbandonarsi al relax sulle spiagge di Sihanoikville.

I più piccoli possono nuotare, fare immersioni o girare in banana boat sulle spiagge di Sihanoukville mentre in Italia siamo nel cuore dell’inverno. L’esperienza in più è fare un tuffo nelle acque cristalline del lago vulcanico Boeng Yeak Lom, tra i più belli della Cambogia.

Altri consigli di viaggio: