MENU DI NAVIGAZIONE

Il paradiso della Finlandia: fine estate da fiaba sul Lago Saimaa con i bambini

viaggio in finlandia con i bambini

Un viaggio in famiglia in Finlandia a contatto con la Natura, fra cottage silenziosi, minicrociere alla scoperta del Castello di Olavinlinna e gite per curiosare fra le acque dove vivono le simpatiche foche

I finlandesi amano l’estate infinitamente e stanchi del buio dell’inverno si godono il sole di mezzanotte, scappando dalla città e rifugiandosi sulle rive del Lago Saimaa. Ricordatevi questo nome perché si tratta di un luogo incantevole che i bambini adoreranno, dalla natura ancora incontaminata, un incredibile specchio d’acqua, punteggiato da più di 15.000 isole, dove si trascorre una vacanza sana e salutare, senza elettricità, vizi cittadini e superflue tecnologie. In realtà l’intera zona viene detta la “Regione dei laghi”, proprio per la sua conformazione particolare, che in estate diventa la destinazione preferita dei turisti che scelgono la Finlandia, fra terra e acqua, all’insegna della vacanza lenta e rilassata.  

Grazie al volo low-cost di Ryanair si parte dall’Italia e si atterra a Lappeenranta, piccola città della Carelia meridionale, nella zona sud-est della Finlandia, ma a nord-est rispetto a Helsinki (dista sole due ore di treno), e poco lontana dall’affascinante San Pietroburgo, raggiungibile comodamente con transfer e piccole crociere (anche senza il Visto per la Russia). Ai bambini piacerà sicuramente la piccola visita del villaggio-fortezza, dove resistono antiche casette in legno decorate con fiori e arnie per le api. È d’obbligo la sosta al Café Majurska, antica dimora che ospita negozietti e caffetteria vintage, dove fra poltrone d’epoca, antiche credenze e tavoli apparecchiati con le tovaglie ricamate, si può fare colazione con generose fette di torta e dolcetti locali.

Nei mesi estivi sulle rive del lago si tiene anche un festival internazionale con enormi castelli e sculture di sabbia: i bambini potranno entrare e camminare fra le opere, realizzate da giovani artisti da tutto il mondo e poi divertirsi fra giostre e trenini nell’area dedicata alle famiglie, spesso invasa dalle bancarelle del mercatino. Informazioni su: https://visitlappeenranta.fi/en

Per il pranzo non perdete uno stop a Lemi, piccolo paesino che vanta un ristorante famoso per avere una sola portata: è il Lemin Särä, dalla gestione familiare da generazioni che serve deliziosi piatti (finché si dice basta) dell’appetitoso agnello arrosto con patate, dopo la lunga cottura in forno per almeno 9 ore, adagiato su lunghe teglie ottenute da tronchi d’albero, servito con pane della casa ancora caldo, burro biologico e una leggera birra artigianale che apprezzeranno mamme e papà (menu a 33 euro, sarapirtti.fi).

La vacanza si trasforma in una vera e propria favola raggiungendo un’isola dove poter riposare e trascorrere alcuni giorni senza stress. Si parte con piccoli battelli o barche private dal porto di Joutseno verso la riserva ecologica di Muukonsaari, isola autosufficiente, dove potersi rilassare lontano dalla folla, restando completamente disconnessi. Qui nascosti fra labirinti di betulle ci sono piccoli cottage familiari, che funzionano senza elettricità: proprio così, e proprio la mancanza delle più semplici comodità può trasformarsi in una grande risorsa. I bambini potranno godersi una vacanza davvero originale, imparando a riscoprire la Natura e la filosofia degli amici finlandesi, perché bastano il sole, l’acqua e il fuoco, sempre disponibili, a risolvere ogni esigenza degli ospiti. I divertimenti non mancano di certo: le bambine si divertiranno a costruire rametti di betulla e fiori per provare la sensazione fresca delle foglie sulla pelle all’interno della tradizionale sauna di legno al vapore (che qui si può liberamente fare nudi, grazie alla completa privacy dell’isola, alternando tuffi rinfrescanti nelle gelide acque del lago); i ragazzi e i genitori potranno raccogliere frutta e primizie dal bosco, grazie alla regola del jokamiehen oikeus, il diritto d’ogni persona di poter circolare nei boschi raccogliendo legna e funghi, fiori o frutta senza restrizioni, oppure si può provare a pescare sul molo, per assaggiare i pesciolini locali, cuocendoli con il barbecue a fine giornata, insieme alle patate e agli altri ortaggi a chilometro zero (cottage per 6 persone da 45 euro a notte, taigasaimaa.fi).

Un’altra città vicina è Imatra, famosa per le spettacolari rapide, che da giugno ad agosto ricevono le acque del fiume Vuoski, che nei festival sotto le stelle diventano sfondo per colorati show musicali. La vista privilegiata si può godere dal Valtionhotelli, romantico albergo di primo Novecento, detto il Castello di Imatra, che secondo il racconto degli abitanti pare sia abitato anche da un fantasma buono, la “Dama Bianca”, legato alla storia della nazione e per questo votato come simbolo nazionale. Non è lontano un altro importante castello, ben più antico, in una cornice davvero spettacolare: a meno di 2 ore di viaggio in auto,  percorrendo la strada panoramica più bella del paese, si raggiunge il porto di Savonlinna, da cui tutte le mattine partono mini-crociere panoramiche verso l’imponente Castello di Olavinlinna, antico maniero appoggiato sull’acqua, che tutte le estati registra il tutto esaurito nelle sere in cui si tiene il festival della lirica: le famiglie si divertiranno a visitare le sue sale e lasciarsi scivolare fra corridoi, strettoie e misteriosi bastioni (operafestival.fi).

Merita una visita anche la riserva incantata di Punkaharju, moderno hotel nato all’interno di un vecchio hotel. Oggi la sua simpatica proprietaria Saimi Hoyer, famosa in Finlandia come modella e testimonial nazionale dei boschi e delle bellezze naturali nella regione, accoglie i turisti (compresi i bambini) in lingua italiana e li accompagna fra gli alberi, raccontando le favole che i nonni le insegnavano da piccola e a caccia della sua più grande ossessione, i funghi, che una volta raccolti saranno cucinati e gustati nelle zuppe e piatti della tradizione dagli chef dell’albergo (visitpunkaharju.fi).

Tra le avventure da non perdere c’è anche una gita divertente, all’insegna dell’esplorazione delle acque che i bambini adoreranno: ogni giorno viene organizzata dal family Hotel Järvisydän all’interno del Parco nazionale di Linnansaari, una gita in barca di qualche ora alla ricerca delle simpatiche foche di Saimaa, una specie rara e protetta, arrivata nell’area oltre 8000 anni fa e rimasta in vita nelle sue acque protette. I bambini si divertiranno con i binocoli alla ricerca delle foche caratterizzate dalla curiosa pelliccia grigia, con un particolare disegno cilindrico, detto ad anelli e potranno poi rilassarsi nelle piscine coperte con Spa dell’hotel, indirizzo apprezzato anche dalle mamme e papà (jarvisydan.com).

Ulteriori informazioni, itinerari e idee di viaggio su: gosaimaa.com, lakesaimaa.fi e visitfinland.com

di Valentina Castellano Chiodo
Photo credits: Banca dati e pagina facebook Visit Finland, Valentina Castellano Chiodo, Wikicommons, Visit Saimaa, Hotel Punkaharju, Hotel Järvisydän

Altri consigli di viaggio: