MENU DI NAVIGAZIONE

Svizzera a misura di famiglia: 8 divertenti viaggi in treno da fare con i bambini

Esplorare la luna come un’astronauta di una navicella spaziale, immergersi nella giungla selvaggia o scoprire il mondo dei dinosauri: un viaggio in treno in Svizzera con i bambini non può mai essere noioso. Tutti gli Intercity a due piani sono dotati di una carrozza per famiglie decorata con motivi sempre diversi e contrassegnata dalla sigla FA. Impossibile sbagliarsi. Qui, a metà del piano superiore, si trova un’area giochi con i disegni della giungla, dello spazio o della preistoria, dove i bambini hanno l’autorizzazione a scatenarsi a più non posso. Al piano superiore dei vagoni per famiglie, i tavolini con i giochi di società Dschungeljagd (caccia nella giungla) e Schlangenspiel (il gioco dei serpenti) promettono di far muovere le lancette dell’orologio un po’ più velocemente.

Rilassante ed ecosostenibile, il treno risponde al desiderio di viaggi-esperienza in famiglia e offre comodità ed efficienza mentre fuori dai finestrini sfilano i più bei panorami del Paese. E il tutto con la comodità dello Swiss Travel Pass, il biglietto ferroviario con cui viaggiare senza limiti sulla rete Swiss Travel System. Disponibile per 3, 4, 8 e 15 giorni, comprende anche l’accesso gratuito a oltre 480 musei ed esposizioni.

 

  1. Treno del Cioccolato: destinazione Cailler (Nestlé) a Broc

Impensabile visitare la Svizzera senza assaggiare la sua specialità più famosa: il cioccolato. La Ferrovia Montreux-Oberland Bernese ha dedicato un intero treno alla tentazione più dolce. Si viaggia solo in prima classe, negli accoglienti vagoni in stile Belle Époque del 1915. Il Treno del Cioccolato, che transita tra Montreux e la fabbrica di cioccolato Cailler (Nestlé) a Broc, è un’attrazione imperdibile per i golosi e gli appassionati di treni di ogni età. Chi riesce a resistere?

 

  1. Treno del Formaggio: destinazione Montreux Riviera

Treno del Formaggio

Dalla fine del 2013, il Treno del Formaggio è dedicato al famoso latticino svizzero. Il vagone extra della linea Montreux-Oberland Bernese attraversa il Pays-d’Enhaut nella Regione del Lago di Ginevra. A Chateau d’Oex, i bambini e i genitori scoprono come sia possibile far nascere le forme di formaggio Le Chalet Bio da 200 litri di latte. E se dopo la visita il languorino si fa sentire, il ristorante Le Chalet ha sempre pronta una gustosa fonduta biologica. L’avventura si conclude con una visita al Musée du Pays-d’Enhaut con la sua collezione di figurine ritagliate nella carta.

 

  1. Treno a vapore: destinazione Zurigo

Treno a vapore

Una corsa con una locomotiva a vapore ultracentenaria: il treno-museo zurighese (Zürcher Museums-Bahn ZMB) trasforma il soggiorno a Zurigo in un’esperienza indimenticabile. Vapore e sibili, proprio come ai tempi che furono. La corsa avviene nella Sihltal tra la stazione ferroviaria di Wiedikon, a pochi chilometri di distanza dalla stazione centrale di Zurigo, e Sihlwald e può essere combinata con un pranzo nella carrozza ristorante. Per giovani e meno giovani, per famiglie e per comitive.

 

  1. Treno avventura: destinazione Filisur

Ogni domenica le famiglie con bambini possono viaggiare nel paradiso delle ferrovie, da Landquart a Samedan, a bordo delle nostalgiche carrozze in legno o nelle carrozze aperte panoramiche della Ferrovia Retica, patrimonio mondiale Unesco. A bordo delle ariose cabine cabrio, il cielo dei Grigioni è a portata di dito. Nei tunnel elicoidali questo ottovolante si trasforma in un treno fantasma e in una cabinovia sui viadotti, garantendo aria fresca e adrenalina. La celebre locomotiva Coccodrillo attira famiglie e appassionati di treni nella valle dell’Albula.

 

  1. In treno attraverso i vitigni: destinazione Montreux – Vevey et env

Il Train des vignes (treno delle vigne) percorre i vigneti terrazzati di Lavaux, paesaggio dichiarato Patrimonio mondiale dell’Unesco. Il convoglio guarda dall’alto il Lago di Ginevra con vista sulle Alpi vallesane e sulla Savoia. Parte ogni ora dalla stazione di Vevey a Puidoux-Chexbres e da quella di Chexbres-Village (fermata intermedia) e da qui si avviano numerosi percorsi che attraversano le terrazze viticole. Il sentiero didattico segnalato narra la storia del vigneto e delle sue varietà di uva.

Il Lavaux Panoramic è invece il treno turistico che viaggia su ruote gommate e che, partendo da Chexbres-Village, porta i visitatori fra i vigneti attraversando strette stradine. E nelle cantine, i viticoltori offrono degustazioni di vini ai passeggeri, bambini esclusi (almeno per una volta).

 

  1. In treno con il controllore “matto”: destinazione Coira

In occasione del centesimo anniversario della tratta Coira-Disentis della Ferrovia Retica, il controllore Gion Gieri accompagna i passeggeri nella città alpina. In questa divertente visita guidata sono le sorprese a farla da padrone. Gion Gieri, controllore dell’Oberland dei Grigioni, ha sempre lavorato per la Ferrovia Retica tanto da conoscere tutto e tutti. Per questo è la persona ideale per illustrare ai passeggeri la storia della linea Coira-Disentis: il controllore matto fa ridere e sorridere proprio tutti, anche i suoi colleghi. Basta lasciarsi sorprendere e scoprire in modo nuovo i 100 anni di storia della ferrovia.

 

  1. Treno & Trek: destinazione Kandersteg

Treno & Trek

La Ferrovia del Lötschberg è la prima linea elettrica delle Alpi (1913), ma anche una delle più temerarie. Basta osservare il tragitto Kandersteg-Kandergrund, dove il treno deve superare in pochi chilometri 300 metri di dislivello. Un itinerario avventuroso con 43 cartelli informativi, allestito dalle BLS (le Ferrovie di Berna, Lötschberg e Sempione), si snoda quasi a diretto contatto con i treni e i binari, illustrando i capolavori di ingegneria ferroviaria come il tunnel elicoidale presso Kandergrund e la galleria elicoidale attorno alla stazione di Mitholz. Altri cartelli forniscono i dati su elettrificazione della ferrovia, treni navetta, binari e sul periodo della costruzione. Il sentiero è così rasente che a tratti si viene sferzati dall’aria sollevata al passaggio dei treni. Tratti simili si alternano con le vedute sulla ferrovia, sulla valle di Kander, sui laghi Blausee e Riegelsee. Ripidi scalini permettono di superare i dislivelli e i picnic al lato dei binari invitano a giocare a chi vede passare più treni mentre si abbrustolisce il pranzo sul fuoco.

 

  1. Treno gastronomico: destinazione St. Moritz

Treno gastronomico

Sono numerosi gli itinerari che consentono di apprezzare i bei paesaggi naturali dei Grigioni e le specialità regionali con la Ferrovia Retica. Da Coira, Davos o St. Moritz, la Ferrovia Retica lambisce montagne, fiumi e viadotti trasportando le famiglie a destinazione e offrendo assaggi della cucina locale. Fra una portata e l’altra meglio mettersi comodi e ammirare il panorama dal treno. Benvenuti in Svizzera.

di Chiara Rosati
Credit photo: Svizzera Turismo

Altri consigli di viaggio:

Family Hotel, Campeggi, Villaggi e Residence consigliati