MENU DI NAVIGAZIONE
Valsugana e Alpe Cimbra: un’estate ricca di attività, eventi e divertimento per famiglie

Valsugana e Alpe Cimbra: un’estate ricca di attività, eventi e divertimento per famiglie

Alpe Cimbra Estate 2019 Festival del Gioco

Due famose aree geografiche del Trentino che anche quest’anno sono al top fra le migliori località di montagna per le vacanze estive delle famiglie. L’Alpe Cimbra e la Valsugana si riconfermano come mete preferite estive dove trascorrere qualche giorno insieme ai bambini tra meravigliose montagne, attività sportive e balneari, eventi e manifestazioni di prim’ordine con tanto divertimento per tutte le famiglie.

“Esperienza Valsugana” per tutta la famiglia

Il lago, la montagna, la cultura dei luoghi. Tutto questo è “Esperienza Valsugana”, la proposta turistica per le famiglie ospiti della nota destinazione del Trentino che rende la vacanza unica e divertente con tante attività outdoor, visite guidate, degustazioni di prodotti locali ed escursioni organizzate. Gli ospiti che soggiornano nelle strutture convenzionate ricevono la Valsugana Card, la chiave di accesso in maniera gratuita o scontata al programma di intrattenimento estivo alle tante attrazioni in Valsugana e dintorni.

Parlando di laghi, questi sono una meta ideale per tutta la famiglia. I laghi di Levico e Caldonazzo sono balneabili da maggio a settembre e regalano una vacanza all’insegna del relax, dello sport e di panorami mozzafiato a stretto contatto con la natura. Situati in un contesto naturale unico, permettono di trascorrere delle vacanze felici, immersi nel verde o a rosolarsi in riva alle sponde del lago. Le attrattive sono davvero molte: entrambi i laghi offrono meravigliose spiagge libere alberate attrezzate e un servizio garantito “spiagge sicure” con la presenza di bagnini nei mesi di luglio ad agosto, stabilimenti balneari dotati di ogni confort, un ventaglio di sport acquatici e piacevoli passeggiate lungolago o sui rilievi montani che circondano gli specchi d’acqua.

Il lago di Caldonazzo è il più grande lago appartenente interamente al Trentino ed è una vera e propria palestra naturale per gli sport d’acqua quali canoa, sci nautico, vela, stand up paddling e nuoto; il colle di Tenna lo separa dal vicino e tranquillo lago di Levico, circondato dal verde boschivo tanto da ricordare un fiordo norvegese, interamente circumnavigabile a piedi, grazie a uno straordinario sentiero naturalistico immerso nei boschi.

Laghi Bandiera Blu: anche per il 2019 i laghi di Levico e Caldonazzo hanno ottenuto l’importante riconoscimento internazionale della Bandiera Blu d’Europa per la qualità dell’acqua, dei servizi al pubblico sulle spiagge e per la gestione sostenibile del territorio.

Lago di Caldonazzo sinistra e Lago di Levico destra Valsugana

La vacanza ai laghi di Levico e Caldonazzo significa vivere appieno a contatto con le bellezze naturali della Valsugana, all’insegna del tempo lungo e della qualità, magari pedalando: la ciclabile della Valsugana, 80 km, costeggia entrambi i laghi e offre un percorso prevalentemente pianeggiante adatto a tutti e punteggiato da bicigrill (aree di sosta per ciclisti); per quanti non hanno con sé la bicicletta è disponibile un sistema di bike sharing con drop-point in località diverse da quella del noleggio e possibilità di rientro in treno. Per chi non ha voglia di stancarsi troppo, sono disponibili anche le bici elettriche, con pedalata assistita, perfette per una salita in altopiano. In Valsugana-Lagorai moltissime strutture ricettive, dagli alberghi ai campeggi sui laghi, offrono servizi indirizzati verso la sostenibilità ambientale, dedicati ai bikers.Le strutture si dividono nelle categorie bike expert e bike family, e rispondono a ogni esigenza sportiva, di relax e di budget.

Dall’acqua alla quota. Spostando lo sguardo verso l’alto, svettano i profili dell’Altopiano di Vezzena e la catena del Lagorai, meta ideale per tante passeggiate nel verde o alle caratteristiche malghe dove si produce ancora il formaggio secondo antiche tradizioni e dove è possibile aiutare il sostentamento degli alpeggi adottando una mucca (con relativo formaggio). L’Oasi WWF Valtrigona in Val Calamento, una delle poche dell’arco alpino, permette di incontrare gli animali d’alta montagna immersi nel loro habitat, mentre percorsi tematici come il Sentiero degli Gnomi e il Trodo dei Fiori consentono di conoscere aspetti interessanti di fauna e flora alpina.

L’emozione continua con una visita ad Arte Sella, mostra di arte contemporanea in natura ideata all’aperto sui prati e nei boschi della Valle di Sella, una vera e propria land-art con opere d’arte in materiali naturali realizzate da artisti di fama internazionale o una puntata al parco avventura Acropark per affrontare emozionanti percorsi sospesi tra gli alberi o ancora al Museo degli Spaventapasseri allestito in un vecchio mulino. Da non perdere anche quest’anno l’appuntamento con “Adotta una mucca” un progetto solidale e ecosostenibile di APT Valsugana che valorizza le attività e la vita di montagna e permette di  portare a casa i prodotti di malga a km 0. Nel corso del 2018 il progetto ha raggiunto oltre 1.300 adozioni e i proventi solidali sono stati destinati a favore di associazioni di volontariato. Un’iniziativa originale, adatta a ogni età e per ogni occasione, che farà trascorrere una giornata in montagna all’insegna del gusto, della beneficienza e della conoscenza dei valori e delle tradizioni casearie d’alta quota.

Il catalogo 2019 è disponibile su www.visitvalsugana.it/adottaunamucca. Partecipano 14 malghe per un totale di 140 mucche ed è possibile scegliere la preferita, quella con la foto più simpatica o il nome più divertente. Il costo dell’adozione consiste in una quota di 60 euro, di cui 10 vengono destinati a favore di progetti solidali, mentre i rimanenti 50 si potranno ritirare con l’attestato di adozione in forma di prodotti caseari presso la malga prescelta, alla sola condizione di andare trovare la mucca di persona durante l’alpeggio da metà giugno a metà settembre.  Si potrà scegliere tra formaggi freschi e stagionati, gustosissime ricotte, burro, tosella e latte fresco, a seconda della disponibilità casearia della malga.

Per maggiori informazioni: www.visitvalsugana.it

All’Alpe Cimbra un’estate senza noia per tutte le famiglie

Facilmente raggiungibile dal casello di Rovereto nord la montagna di Folgaria, Lavarone e Luserna, in provincia di Trento, è un posto ideale per tutte le famiglie che cercano una valida alternativa ai grandi nomi delle Dolomiti grazie alla modernità che però mantiene vive la cultura e le antiche tradizioni di questi luoghi, ad un paesaggio fatto di orizzonti sconfinati, distese di boschi e malghe immerse in una natura forte ed incontaminata. L’Alpe Cimbra di Folgaria Lavarone Luserna, in Trentino, è un territorio dall’emozionante bellezza, per la natura autentica, quanto le tradizioni e le persone che la popolano. Un territorio che offre tantissime motivazioni di vacanza sempre con un occhio all’enogastronomia con i tantissimi prodotti locali da degustare nelle malghe come nei ristoranti delle località montane e degli hotel. Una immutata tradizione gastronomica e vinicola fatta di antiche tradizioni culinarie e di piatti semplici e nutrienti.

L’Alpe Cimbra di Folgaria Lavarone e Lusérn è la vera montagna a misura di bambini! Qui tutto è organizzato per il benessere dei piccoli ospiti e delle loro famiglie. La vacanza in Alpe Cimbra è in primo luogo una vacanza che permette a tutta la famiglia di vivere esperienze uniche e originali, e per far vivere questa vacanza alle famiglie e ai bambini la soluzione è la formula Family Emotion a cui aderiscono tanti Family Hotel & Residence della zona. La formula Family Emotion propone un programma di intrattenimento esclusivo che unisce l’animazione alla scoperta del territorio.

Alpe Cimbra Estate 2019 Festival del Gioco

L’Alpe Cimbra è sinonimo di emozioni per grandi e piccini. Cresce quindi l’attesa per la 6^ edizione del Festival del Gioco dal 21 al 27 luglio, una settimana dedicata alla famiglia con un programma ricco di appuntamenti per grandi e piccini. I protagonisti della Fiaba dell’Alpe Cimbra Perti e Fliflick accompagneranno grandi e piccini a Folgaria, Lavarone e Lusérn facendo scoprire le bellezze di queste montagne, le loro tradizioni e la cultura. L’amata streghetta Perti, l’orso Prunnpeer e il folletto Fliflick daranno vita a una settimana ricca di emozioni, dove quest’anno il filo conduttore di tutte le attività e escursioni sarà Madre Natura.

Un nuovo evento sabato 24 e domenica 25 agosto, La Fiaba regna sull’Alpe un evento per rivivere le leggende e le fiabe dell’Alpe Cimbra che ci raccontavano i nonni. La Brava Part, Tüsele Marüsele, la leggenda del Becco di Filadonna, ma anche le più recenti come la fiaba dell’Avéz del Prinzep o la fiaba dell’Alpe Cimbra, scritte per esaltare il legame particolare con la natura e l’immaginario di questi luoghi fatati. Il palcoscenico sarà il Parco Palù a Lavarone: un immenso prato verde dove i bambini si sentiranno liberi di correre, giocare e di gridare di felicità.

Sull’Alpe Cimbra durante le due Notti Bianche di sabato 13 luglio e mercoledì 14 agosto non ci si fermerà mai: a partire dalle ore 18.00 fino a tarda notte esplode la festa nel centro di Folgaria con spettacoli, eventi, musica, street food & beverage.

E come da tradizione il 13 agosto torna l’appuntamento con i fuochi pirotecnici al Lago di Lavarone. I fuochi a ritmo di musica sono lanciati dal centro del lago direttamente da una zattera. Non si può non essere affascinati delle luci in cielo e dai loro riflessi nel lago Bandiera Blu. Al termine dello show la festa però continua lungo le sponde del lago.

Altopiano di Vezzena Trentino

Ma come già accennato l’Alpe Cimbra è anche “buona da gustare”. Nel weekend del 6 e 7 luglio con Latte in Festa a Passo Vézzena: Un’esperienza unica nel suo genere, la possibilità per grandi e piccini di vivere da vicino il mondo del latte, degustare i prodotti lattiero caseari tipici del territorio e partecipare alle tante attività in programma tra cui mungiture, assaggi, laboratori tematici e ben due appuntamenti di “Albe in Malga”. Si tratta di un’occasione per conoscere le montagne, la vita delle malghe, la produzione di latte, formaggio e i suoi derivati secondo metodi antichi e in particolare il formaggio Vézzena tutelato da un Presidio Slow Food.

Tanti eventi in programma per seguire l’intero ciclo del latte, dalla mungitura al formaggio tramite passeggiate, incontri, assaggi, mungiture, mille occasioni in cui a farla da padrone sarà l’oro bianco della montagna.

Nello stesso fine settimana uno degli appuntamenti più attesi dagli amanti dell’alpeggio e delle malghe: Albe in Malga. Svegliarsi all’alba, radunare e mungere le mucche… vivere l’esperienza dei veri malgari. Si potrà vivere in prima persona le attività e il mondo dell’alpeggio! Le malghe apriranno infatti le porte al mondo esterno, facendo conoscere le varie tappe della produzione del formaggio, nel loro ambiente naturale. Ogni alba sarà speciale perché oltre a seguire la filiera del latte per intero, darà la possibilità di fare un’escursione insieme a guide alpine o accompagnatori di territorio lungo percorsi naturalistici. Si concluderà con una ricca colazione dolce e salata, con uova, formaggi, salumi, pane e torte fatte in casa.

Il 14 luglio è tempo di Degustando l’Oltresommo: una camminata enogastronomica di 10 km lungo il Sentiero dell’Acqua, tra antichi mulini e segherie, attraverso i borghi di San Sebastiano, Tezzeli, Cueli, Carbonare e Nosellari, immersa nella natura, di livello semplice adatta a tutti e alle famiglie con bambini. È un viaggio nel passato dove i protagonisti sono gli abitanti di questi villaggi, che aprono le porte delle loro case e i vòlti, espongono gli oggetti appartenuti ai loro avi e raccontano, come sanno fare coloro che amano la loro terra, aneddoti e storie di vita vera. Lungo il percorso saranno disposti dei “Punti Goderecci” in cui i partecipanti potranno assaggiare i prodotti tipici locali realizzati esclusivamente sull’Alpe Cimbra: dal formaggio Vézzena, al miele dei nostri apicoltori, dai salumi tipici, alle “focacce cimbre“. Saranno previste anche le visite, all’Antica segheria dei “Mein”, al Mulino “Cuel”, restaurato e rimesso in moto dopo 60 anni e lungo il sentiero escursionistico delle Trincee di Nosellari. Un evento unico nel suo genere, ricco di storia, natura e piaceri culinari, tutti da scoprire.

Tutte le info su: www.alpecimbra.it

Photo credits: Alpe Cimbra APT, APT Valsugana Federico Modica, StoryTravelers