MENU DI NAVIGAZIONE
In Carinzia con i bambini: questa estate divertentissime avventure da vivere in famiglia!

In Carinzia con i bambini: questa estate divertentissime avventure da vivere in famiglia!

In Carinzia con i bambini estate

Carinzia, che avventure in famiglia! Discese con il bob, gite sui pony, cacce al tesoro

Il bello di andare in vacanza in Carinzia con i bambini è che i genitori si divertono quanto i figli. Nella regione più meridionale della vicina Austria c’è infatti spazio per tutto e per tutti. Per chi cerca esplorazioni e avventure all’aria aperta e per chi desidera ritagliarsi spazi di armonia e serenità in vacanza. La Carinzia ha la capacità di fornire le giuste risposte alle esigenze e alle speranze di bambini, mamme e papà. Laghi, corsi d’acqua, monti, valli: sì, la Carinzia è una regione formato famiglia. Le gite sui pony, il trenino Tschu-Tschu, la discesa con gli slittini, su rotaia, la caccia al tesoro: dove se non qui partecipare a giochi e scoperte in un’atmosfera salutare?

Un rilassante giro in canoa o una emozionante gara con il bob?

Sport, attività didattiche, laboratori, parchi avventura. La Carinzia è una regione per bambini tutta da scoprire: si trova a due passi dall’Italia e tra le sue valli i piccoli possono lanciarsi in mille avventure. I laghi della Carinzia, ad esempio, sono così puliti, limpidi e caldi da invitare a un tuffo dopo l’altro. E sono anche così placidi e trasparenti da invogliare a mettersi comodi su una canoa e iniziare a pagaiare con i genitori. Tutto è molto facile perché sono tanti i lidi della Carinzia dove noleggiare l’attrezzatura e scendere con la corrente in mezzo a una natura tutta da scoprire.

L’alternativa alla canoa e il bob su rotaia. Ogni riferimento a Mario Kart è certamente voluto perché i bambini possono replicare le gesta dell’idraulico con i baffi più famoso del mondo. Il suggerimento è di scegliere con attenzione la pista (Sommerrodelbahn) perché ognuna di esse ha caratteristiche differenti per durata, curve e adrenalina. Con i suoi due chilometri, ad esempio, la Pendolino a Nassfeld/Pramollo è la più lunga della Carinzia. La pista con due rotaie parallele sul lago Ossiacher See è invece pensata per vere e proprie gare in famiglia. La più spettacolare è forse la pista Nocky-Flitzer al passo Turracher Höhe: non a caso è famosa come l’ottovolante delle Alpi.

Al Pyramidenkogel si trova invece la torre panoramica in legno più alta d’Europa. Qui si può persino volare con la funicolare Fly-100 che dalla torre scende a terra per una lunghezza di 100 metri e un dislivello di 70 metri.

Il parco avventura per famiglie, bastano 5 anni

Sale il livello di emozioni per tutta la famiglia nel labirinto nella roccia (Felsenlabyrinth) sul Flying Fox e nel parco avventura a Nassfeld/Pramollo. Per cimentarsi nei percorsi, ai bambini sono sufficienti almeno cinque anni di età. A quel punto può iniziare il percorso nella natura incontaminata, tra cui la rinomata gola Tscheppaschlucht. Serve qualche anno in più per lanciarsi nella (facile) discesa in rafting sul fiume Möll o sulla Drava mentre le emozioni in mountain bike all’Area One di Villach sono adatte a tutte le età e per ogni livello di preparazione.

Se la natura è la star incontrastata della Carinzia, un falò che illumina la tiepida notte estiva è l’immagine più classica da trasformare in realtà. E le opportunità sono tante perché i programmi delle fattorie agrituristiche prevedono serate intorno al fuoco per famiglie mentre profumati würstel infilati in un bastone arrostiscono lentamente in attesa di essere gustati. Sono numerosi gli albergatori che amano accompagnare gli ospiti in escursioni notturne al chiarore delle fiaccole perché sanno bene come conquistare i bambini.

Aprire il forno a legna e insieme sfornare il pane appena cotto, raccogliere fragole e lamponi per il picnic all’aria aperta, passeggiare in sella a un pony, mungere di persona il latte per la cioccolata calda del mattino, correre a piedi nudi sull’erba verde degli alpeggi, costruire barchette di carta e farle navigare sul ruscello verso un lungo viaggio: quale bambino (e quale genitore) rinuncerebbe a queste spensierate opportunità?

Meglio bisonti, linci e cervi o gli amici pelosi? Decidono i bambini

Tra i bambini e gli animali c’è storicamente un grande rapporto che si rafforza con una vacanza in Carinzia. Qui vivono infatti 160 macachi giapponesi, divertenti e sfacciati, che incuriosiscono i visitatori all’Affenberg, il monte delle scimmie presso il castello di Landskron a Villach. Da qui si possono ammirare da vicino gli uccelli rapaci che si esibiscono in ardite acrobazie aeree all’Adlerwarte Landskron. Al rettilario Happ di Klagenfurt ci si trova a tu per tu con alcuni fra gli animali più pericolosi del mondo: il pesce piranha, il pitone reticolato, la tarantola. Infine, il parco del Castello di Rosegg ospita un giardino zoologico con bisonti, linci, cervi e un’area con simpatici amici pelosi e animali domestici.

Dove si trova la Carinzia? Te lo diciamo noi

La regione della Carinzia è la parte più meridionale dell’Austria e confina con il Friuli Venezia Giulia. Si tratta di un territorio esteso che offre tante occasioni di vacanza. Ideale per le famiglie grazie a una lunga tradizione di accoglienza, la Carinzia mette in mostra un interessante patrimonio culturale e folcloristico. Nella stagione estiva gli oltre 200 laghi balneabili e con acqua potabile e temperature fino i 28 gradi diventano meta per gli amanti della vita all’aria aperta, dell’escursionismo e degli sport acquatici come vela, windsurf e canoa.

Per scoprire la varietà della Carinzia (sono 14 le destinazioni turistiche, tra cui Klagenfurt, la città capoluogo con circa 90.000 abitanti), una buona idea è dotarsi della Kärnten Card con cui accedere gratuitamente a più di 100 attrazioni turistiche, fra cui musei, funivie, battelli, piscine, parco divertimenti, strade panoramiche e altre strutture per il tempo libero. La tessera è valida da aprile a ottobre e costa a settimana da 41 euro per gli adulti e da 21 euro per bambini. Tutti i dettagli sulle mete turistiche convenzionate sono sul sito www.kaerntencard.at.

Photo credits: © Tine Steinthaler, Nassfeld.at, Edward Gröger, Franz Gerdl, Sam Strauss / Kärnten Werbung

Altri consigli di viaggio: