MENU DI NAVIGAZIONE
Idee low cost: 5 città in Europa da visitare con i bambini

Idee low cost: 5 città in Europa da visitare con i bambini

Wroclav Polonia con i bambini

In Europa a meno di 2 ore di volo e senza spendere una fortuna si può! Ecco 5 idee per 5 weekend originali da fare in famiglia e con i bambini e senza spendere una fortuna da Porto ad Atene, da Bratislava a Palermo e nella città degli gnomi, Breslavia, in Polonia

Le ferie sono finite, ma la voglia di partire non si spegne mai? I ponti si avvicinano e viene voglia di prenotare un long-weekend a basso costo insieme ai bambini che hanno ancora la mente in vacanza? Niente paura, perché BimboInViaggio ha preparato per voi qualche idea per raggiungere alcune destinazioni low-cost, 5 città a piccolo budget, raggiungibili a meno di 2 ore d’aereo e originali località che renderanno felice tutta la famiglia, ma senza svuotare il portafogli di mamme e papà. Eccole di seguito, sono Breslavia, Atene e Porto, Palermo e Bratsilava, con alcuni suggerimenti su che cosa fare con i bambini.

Breslavia, Polonia

Una destinazione originale, super-economica e che certamente divertirà i bambini è Breslavia, la città degli gnomi, che in Polonia viene chiamata Wrocław. Il fiume Oder la rende romantica, ma sono diverse centinaia di piccole statuette dei piccoli amici, disseminate per tutto il centro storico, a renderla davvero simpatica per i bambini. C’è il giardiniere e il musicista, il postino, il professore o il macellaio e tanti altri e non si arresta la gnomo-mania…e c’è anche lo gnomo italiano con tanto di Vespa e caffettiera, per un omaggio ai turisti del Belpaese! Incontrarli per strada non è difficile, anzi i ragazzi apprezzeranno organizzare una caccia al tesoro, da fare anche con mappe cartacee (che può regalarvi l’Infopoint) o nuove app pensate apposta per i ragazzi. E per i genitori? Breslavia è una cittadina vivace e se a papà e mamma piace la birra, basta ricordarsi che nei ristorantini si trovano tante birre artigianali, prodotte in tutto il paese e dai costi davvero ridotti! Info su: visitwroclaw.eu 

Atene, Grecia

I bambini saranno soddisfatti di volare in Grecia e vedere con i propri occhi i templi greci visti in tanti libri, in una delle città più antiche esistenti. Ad Atene, le famiglie saranno felici di raggiungere l’Acropoli e fotografare dal vivo il Partenone, magari visitando il nuovo museo, che ha un percorso di visita proprio dedicato ai più piccoli: il biglietto del museo è gratuito fino a 18 anni e i genitori pagano solo 5 euro a persona.
Info su: www.theacropolismuseum.gr/en

Il tour può continuare nel quartiere Plaka, uno dei più colorati e vivaci della città, ricco di negozietti e tipiche taverne greche, dove si possono assaggiare, con pochissimi euro, le migliori specialità della cucina locale, fra cui i golosi souvlaki (gli spiedini di carne alla griglia), accompagnati da insalate, patatine con salsa tzaziki (a base di yogurt) e dalla morbida pita greca, il caratteristico pane tondo e piatto. Info su: thisisathens.org

Atene con i bambini

Porto, Portogallo

Non si arresta il successo di Porto, città che è rinata grazie al boom turistico, esploso grazie ai voli low-cost di qualche anno fa. Come in tante altre destinazioni del Portogallo è possibile muoversi, mangiare e divertirsi senza svuotare il portafogli. Innanzitutto il consiglio è di fare un tour alla ricerca degli scorci più belli, sui miradouro, i punti panoramici, come dal balcone della Cattedrale, che viene chiamata , per poi avventurarsi nei vicoli ripidi e stretti, pieni di case e azulejos (le tradizionali mattonelle disegnate dai colori azzurri e blu) fino ad arrivare al porto, pieno di caffetterie dove assaggiare i pastel de nata, caratteristiche crostatine di crema. Accompagnate i vostri piccoli lettori alla Libreria Lello & Irmão, il negozio di libri  in elegante stile rococò  che pare abbia ispirato l’autrice J.K. Rowling, a scrivere i fortunati racconti su Harry Potter: per entrare si fa la fila per il biglietto, ma l’ingresso è gratuito se si acquista almeno un libro! Info su: visitporto.travel

Palermo, Italia

Il tempo è sempre buono per visitare il capoluogo di Sicilia, che quest’anno ha il vanto di essere la capitale della cultura 2018. La città è una vera cartolina e ogni angolo, dalla chiesa barocca al palazzo signorile, dalla scenografica Fontana Pretoria ai pittoreschi mercati, offre scorci da ammirare e fotografare, senza dimenticare il mare e la sua sabbia bianca con acque turchesi (nella baia di Mondello), in cui si fa il bagno, se il tempo è clemente, fino alla fine di settembre. Una idea per divertirsi? Visitare uno spettacolo del teatro dei pupi, riconosciuto dall’Unesco e iscritto nella lista del Patrimonio orale e immateriale dell’umanità, un vero spasso per grandi e piccini, che possono ascoltare e vedere le gesta dei paladini: il consiglio è di visitare il Teatro dell’Opera dei Pupi Mimmo Cuticchio, uno degli storici pupari. Info su: figlidartecuticchio.com/cuticchio_home.html).

Bratislava, Slovacchia

Colorata, originale, low-cost: così è Bratislava, capitale della Slovacchia che offre davvero tante opportunità, e a prezzi accessibili, per tutta la famiglia. Anche Bratsilava ha le sue statue famose, da cercare attorno alla storica Stare Mesto, la Città Vecchia: c’è l’amatissimo  Rubberneck, l’operaio che sbuca dal tombino (uno dei punti più fotografati della città) e poi c’è il simpatico soldato napoleonico, appoggiato ad una panchina della piazza centrale, che è davvero apprezzato dai bambini per le foto ricordo. Sicuramente i ragazzi andranno pazzi per l’Ufo, uno dei simboli di Bratislava: si tratta del ristorante panoramico a forma di disco volante, che si trova sulla torre del Ponte Nuovo, da cui si può ammirare la città a 360°, luogo ideale per una pausa golosa e memorabile con vista. I più coraggiosi possono anche tentare una passeggiata mozzafiato, in esterna, agganciati a 85 metri d’altezza (menu a 3 portate a 35€; biglietto solo per salire 6,50€, skywalk da 39€). Info su: u-f-o.sk

(foto Breslavia dall’alto: Wikipedia Commons/Lukaszprzy)
(foto Porto -ponte: VisitPorto.Travel/Armando Tavares)
(foto Porto-veduta: VisitPorto.Travel/Fernando Mendes Pedro)
(foto Lello: facebook/Japaki Diaries)
(foto gnomo: Wikipedia Commons/Pnapora)
(foto Pita: Wikipedia Commons/André Loconte)
(Foto fontana pretoria: Wikipedia Commons/Vincenzo Paolella)

Altri consigli di viaggio: