MENU DI NAVIGAZIONE
Bambini in viaggio e documenti: con le nuove norme è più facile muoversi all'estero

Bambini in viaggio e documenti: con le nuove norme è più facile muoversi in Europa e all’estero

Tutto molto più semplice: alle mamme e ai papà basta un solo click per chiedere l’autorizzazione a far viaggiare i bambini affidandoli a un accompagnatore. Lo mette nero su bianco la Polizia di Stato che precisa come la domanda presentata online arrivi direttamente all’Ufficio passaporti della questura. Chiusa la pratica, i genitori ricevono via posta elettronica la comunicazione con la data del ritiro della dichiarazione e, se necessario, la richiesta di nuove informazioni. A quel punto basta firmare i documenti e ritirare l’attestazione di accompagnamento. L’indirizzo web di riferimento? Eccolo: www.passaportonline.poliziadistato.it.

Quali sono i documenti per far viaggiare i minori in Europa e all’estero?

Un breve ripasso delle norme in vigore per far viaggiare i minori in Europa e all’estero è allora utile. Per spostarsi è sufficiente un documento individuale valido per l’espatrio: carta d’identità o passaporto nel caso dei Paesi extra Unione europea. Fino al compimento dei 14 anni i minori italiani possono espatriare a condizione che

  • viaggino accompagnati da almeno un genitore o da chi ne fa le veci;
  • i genitori o chi ne fa le veci indichino, tramite dichiarazione di accompagnamento in questura (adesso da inoltrare online), fino a un massimo di due accompagnatori da menzionare sul passaporto del minore, oppure su un documento a parte, da presentare alla frontiera.

Per rientrare in Italia, occorrono gli stessi documenti necessari per l’espatrio. I minori con cittadinanza europea (di uno dei Paesi membri dell’Unione) devono essere dotati di passaporto o carta d’identità validi. Inoltre, se viaggiano da soli oppure insieme a un adulto che non sia il loro tutore legale o con un solo genitore, devono portare con sé un documento ufficiale firmato dai genitori, dal secondo genitore o dal tutore legale che li autorizza a recarsi all’estero. Questo documento può variare da Paese a Paese e pertanto è opportuno che il viaggiatore si informi prima della partenza presso le autorità del proprio paese.

Infine, per il minore cittadino dell’Unione europea che vuole uscire dall’Italia sono necessari gli stessi documenti richiesti per entrare nel territorio italiano.

Altri consigli di viaggio: