MENU DI NAVIGAZIONE
Mamma mi ci porti? Alloggi insoliti dove andare con i bambini

Mamma mi ci porti? Alloggi insoliti per i bambini

hotel insoliti e particolari per bambini

Mamma mi ci porti? bimboinviaggio.com presenta la rassegna dei migliori alloggi insoliti dove andare con i bambini per una vacanza unica ed indimenticabile

Case sugli alberi: la meraviglia di dormire sospesi

Già Babilonia, 600 anni prima della nascita di Cristo, aveva i suoi giardini pensili, considerati una delle sette meraviglie del mondo. In Italia, per tutto il periodo rinascimentale, sono state costruite sontuose ville con giardini sopraelevati. Qualche esempio? Villa D’Este a Tivoli o Villa Aldobrandini a Frascati. E sempre dalle nostre parti sin dagli anni ‘50 ci sono stati tanti tentativi di realizzare coperture a verde sui tetti. Nulla in confronto alle vere a proprie case sugli alberi, irresistibili e sicure, dove trascorrere le proprie vacanze. Luoghi dove sognare, osservare, leggere, scrivere, ascoltare musica, stare bene, riposare e volersi bene.
Per bambini certo, ma come fa un adulto, che in fin dei conti non è altro che un ragazzo cresciuto un po’ troppo, a non farci un pensiero? Nelle strutture più essenziali capita di essere svegliati la mattina dalla carrucola su cui è stato caricato il cesto con la colazione e così comincia una giornata con ritmi nuovi e la sospensione fisica rappresenta, come metafora, l’intervallo che ciascun ospite si prende dalla quotidianità. Lo sanno bene al Caravan Park Sexten a Sesto in Alta Pusteria, nel cuore delle Dolomiti, in Alto Adige, con la loro lussuosa casa sull’albero di 35 metri quadrati a 3 metri e mezzo di altezza. A proposito, in questo complesso per le vacanze c’è anche la casa dei bambini: basta avere tra i 4 e i 12 anni per poter entrare in una stanza piena di giochi. Per chi è un po’ più grande, c’è una camera con calcio balilla, tavolo da ping pong e air hockey. E per tutti c’è il cinema con 40 posti a sedere.

Il bed&breakfast Giardino dei Semplici a Manta, nel Cuneese, non è una semplice casa sull’albero, ma una casa intorno all’albero. La diffusione di queste strutture è possibile grazie al loro materiale di base, il legno. Le sue caratteristiche tecniche e la sua leggerezza consente di realizzare camere sicure e confortevoli. La tradizione e la conseguente diffusione delle treehouse è particolarmente antica e solida in alcuni paesi europei, in cui si costruivano rifugi per i figli per farli giocare e permettere loro di avere uno spazio privato a loro completa disposizione. In questa scia si colloca La Cabane en l’Air a Neuilly-sur-Seine, nella regione dell’Île-de-France, non lontana da Parigi. Qui le case sull’albero sono addirittura 30. Non sono solo un’idea residenziale originale e sempre più aderente alla filosofia verde, ma anche un’opportunità di gioco irripetibile per bambini.

Fari per gli amanti del mare

Fonte d’ispirazione per scrittori, pittori e fotografi, all’ombra dei fari in migliaia hanno trovato un’amicizia, un amore, un ricordo. Quello per la vita, per la bellezza, per la speranza di un nuovo inizio. Il faro non è una semplice torre in pietra che si leva col suo unico occhio, veglia nella notte e agita l’intimità della memoria. Questi sono posti in cui si impara a decrittare l’arrivo di una tempesta, ad ascoltare il vento, a convivere con gli uccelli, a provare il piacere per le piccole cose. Esperienze di vita e di vacanza che anche i più piccoli porteranno con sé per sempre.
Il faro di Fanad, per esempio, si trova all’estremo nord dell’Irlanda. La penisola di Fanad è uno degli angoli più suggestivi del Donegal. Il punto sicuramente più romantico e ricco di fascino è il faro posizionato sulla punta rocciosa più estrema di Fanad Head. Qui si vive il mare, il vento, si respira la salsedine, si entra davvero in contatto con gli elementi naturali. La costa nord dell’Irlanda è bellissima e affascinante si alloggia in un cottage nelle immediate vicinanze del faro, adeguatamente ristrutturato e ricco di fascino. Il sogno di affacciarsi sull’oceano trova piena realizzazione in questo tratto di costa poco urbanizzato, dove le mucche e le pecore sono più numerose delle persone.

Castelli per sognare e bolle per notti magiche

E se il sogno (dei bambini) è diventare re e principesse, il castello della Domaine de la Tortiniere a Veigné, nella Loira francese, custodito in un parco secolare con giardini curati e uno splendido bosco, è una sicura realtà. Già, si tratta di un castello tra i castelli in cui a rimanere più soddisfatti sono proprio i bambini. Occorre solo scuoterli di tanto in tanto dal torpore per la troppa meraviglia.

Da un sogno all’altro, ecco le notti nelle bolle trasparenti nel bel mezzo di un Parco naturale, proposte da una struttura molto speciale che si trova a Périgueux, de Limoges et d’Angoulême. Si chiama Nuit en Bulle. Stiamo parlando di una sfera di 4 metri di diametro con un letto matrimoniale e di una seconda più piccola di due metri di diametro. Qui trovano spazio tutti i comfort di una camera vera e anche di più. Una innovativa dimora nella natura per rilassarsi, accogliente e intima, lontana dalle scadenze di tutti i giorni, in cui prendere una pausa e prendersi cura di sé. Accanto alle bolle c’è una spa esclusiva di 3 posti. Come negare questo piacere ai bambini?

di Chiara Rosati, giornalista GIST

Altri consigli di viaggio: