MENU DI NAVIGAZIONE

Amsterdam Light Festival l’evento magico per le famiglie

visitare amsterdam con i bambini

Amsterdam Light Festival l’evento magico per le famiglie

Esperienze culinarie, giochi di luci sull’acqua e molta ospitalità. Visitare Amsterdam a Natale quest’anno ha un sapore del tutto speciale. Le iniziative messe in campo dalla città coinvolgono i grandi ma soprattutto il pubblico dei più giovani offrendo novità su più fronti.

Che cosa è cambiato quindi in uno dei tour più famosi al mondo? Gli esempi sono molti e lo scopo è stato quello di portare all’esterno la calda atmosfera natalizia che regna negli interni delle case. Le luci saranno le vere protagoniste e permetteranno di guardare la città da una nuova prospettiva.

Amsterdam Light Festival è l’evento così atteso anche dal pubblico internazionale, giunto alla sua quarta edizione. Uno stuolo di lightning designers e artisti provenienti da tutto il mondo  hanno trasformato la città con le loro installazioni rendendo l’atmosfera natalizia unica. L’evento innovativo e unico nel suo genere conferisce alla città storica una nuova dimensione.

A bordo degli eleganti battelli che solcano le acque dei canali del vecchio centro cittadino,  lo spettacolo si farà guardare fino al 17 gennaio. Al calar del sole, a partire dalle ore 17.00 circa in poi, passando sotto ponti di ogni altezza spiccano le installazioni luminose realizzate sull’acqua che mostrano volti, geometrie, riproduzioni di lettere fluttuanti sul pelo dell’acqua, figure sospese e giochi di luci e forme. Ci sono voluti molti giorni e ore di lavoro da parte degli artisti, costretti a volte ad assumere posizioni acrobatiche pur di ridisegnare la parte antica della città e il suo rapporto con l’acqua. Il risultato è sorprendente. Le rotte visitabili saranno due, quella pedonale chiamata ‘Illuminade’ e il tour visibile dall’acqua con il titolo ‘Water colour’.

Un’altra tappa dedicata ai più piccoli si chiama Museo Willet-Holthuysen situato  lungo il canale Herengracht, uno dei più eleganti di Amsterdam, posto nel cuore dell’antica città. La casa museo prende il nome dagli ultimi proprietari dell’edificio, i coniugi e collezionisti d’arte Abraham Willet e Louisa Holthuysen, i quali essendo privi di eredi donarono la casa al comune di Amsterdam nel 1895, perché ne facesse un museo.

A casa Willet il momento magico del Natale si condivideva nel salone da ballo, dove veniva decorato un gigantesco albero, con molte candele, secondo la tradizione nordica. Allora la coppia invitava i domestici della casa  a prendere parte al momento solenne, ricevendo doni per i loro piccoli. Visitando il museo, i bambini potranno rivivere l’atmosfera natalizia fiabesca nella sala che ospita ancora oggi l’albero di Natale preparato addobbato secondo la tradizione della casa. Attraverso le atmosfere nelle sale la città di Amsterdam  mostra il suo carattere più intimo e inedito.

Per la gioia dei più piccoli, in una delle sale della dimora ancora troneggia un grande ritratto del loro cane Figaro, il San Bernardo che i coniugi avevano amato molto, assieme ad una schiera di gatti.

La cucina, molto grande e arredata secondo lo stile ottocentesco, era il cuore nella casa. Qui si riuniva la servitù e si preparava il cibo sulle grandi stufe, per questo l’ambiente era caldo e accogliente. Da questa stanza parte la visita al museo condotta da un personale ospitale ed efficiente.

Nel cortile interno dell’edificio è possibile ammirare uno splendido giardino barocco di piccole dimensioni, una tarda ricostruzione del disegno originario che si rifaceva al modello francese. Per non annoiarsi mai durante il soggiorno, il Reale Teatro Carré di Amsterdam (Royal Theatre Carré) va in scena con uno spettacolo pensato per un pubblico giovane, ma anche i grandi lo ameranno, il successo è garantito.

Situato lungo il fiume Amstel a sud della città, le sue vicende sono legate a quelle di Oscar Carré, personaggio affascinante che proveniva da una famiglia che lavorava nel circo ed era amico della Principessa Sissi. Uomo elegante e abile cavallerizzo, nella piazza davanti all’attuale teatro montava il tendone del  circo natalizio alla fine dell’Ottocento. Il tendone divenne un edificio che rimase a lungo abbandonato e che una recente ristrutturazione conservativa ha restituito alla città.

Dal 17 dicembre al 3 gennaio il Reale Teatro Carrè rivive la sua storia con lo spettacolo ispirato al The Royal Christmas Circus of Carrè. Molte celebrità hanno calcato la scena del teatro, tra cui Bob Dylan che ultimamente su questo palco si è esibito in una indimenticabile performance.

La splendida piazza Museimplan, adiacente al Rijksmuseum,  ha il suo fulcro natalizio nella pista di pattinaggio ICE Amsterdam, con il Christmas Village on Ice. Oltre al pattinaggio,  nello spazio all’aperto adiacente alla pista di ghiaccio,  a partire dal 18 dicembre, per la prima volta gli abitanti della città e i visitatori potranno aggirarsi tra stand e piccole baite di legno illuminate, che ospiteranno il tanto atteso mercato natalizio.

Il must di Natale è certamente un giro nello storico quartiere Spiegelkwartier, cuore del vecchio centro commerciale della capitale che ha mantenuto intatta la sua atmosfera. La strada lungo il canale pullula di negozietti di antiquariato che sembrano gallerie d’arte, specializzati in antichi gioielli e bigiotteria d’autore. La stradina è resa ancora più bella dalle molte composizioni di piante in vaso,  che gli abitanti e i proprietari dei locali curano personalmente, dimostrando come la eccellente tradizione orticola del popolo olandese sia ancora viva.

Per una serata all’insegna dell’autenticità e della buona musica il caratteristico Café Kobalt è un locale tipicamente olandese situato in un palazzo restaurato di recente, dove la domenica sera suonano gruppi jazz dal vivo.

Tutti gli appassionati delle atmosfere alternative e di charme varcano la soglia della distilleria storica Wynand Fockink, vicino alla centrale Dam Square. Il locale è un punto di riferimento per intenditori e non, curiosi di assaggiare il jenever, il famoso gin olandese. Le distillerie artigianali sono diventate locali alla moda e animano i quartieri insieme alle birrerie. Le atmosfere sono sempre dinamiche e rilassate allo stesso tempo e accolgono al meglio i più giovani che rimangono affascinati da vecchie botti e alambicchi che arredano gli ambienti.

Il liquore più apprezzato ancora oggi è il famoso Half and Half, dal sapore morbido e leggermente speziato, mentre il tradizionale Superior mantiene il suo carattere forte.

Una nuova Amsterdam culinaria è pronta a mostrarci un nuovo volto.
Il riconoscimento internazionale ha messo l’Olanda tra i primi posti nella classifica internazionale, non soltanto nei luoghi di elite, anche i ristoranti della middle-class hanno raggiunto ottimi livelli. Le famiglie escono settimanalmente per andare a cena fuori e i ristoranti pop-up sono divenuti luoghi molto frequentati.

Mentre una volta gli chef olandesi si recavano in Francia per aggiornarsi sulle tendenze e sui primati culinari, oggi lo scambio di esperienze e competenze avviene nel paese tra professionisti che agiscono come un grande team.

Provare per credere cominciando dal ristorante Conservatorium nella piazza Museimplan, che rappresenta la nuova generazione di ristoranti di design celebrati dalla critica.  Il ristorante si trova all’interno dell’omonimo Hotel, riaperto dopo un restauro nel 2011 e molto indicato per un piacevole soggiorno. La sosta al ristorante può essere accompagnata da una visita al museo Van Gogh e allo Stedelijkmuseum, entrambi raggiungibili a piedi dal ristorante. La pista di ghiaccio è a pochi passi.

Tra i fortunati chef che i primi di dicembre hanno ottenuto la loro prima stella Michelin,  vogliamo menzionare il ristorante De Leest dello chef Jacob Jan Boerma. Perché direte voi? La ragione risiede oltre che nella bravura dello chef, nel fatto che il ristorante si trova ad Apeldoorn, poco fuori Amsterdam, dove secoli fa sorgeva secoli fa uno dei giardini barocchi più importanti del paese, un vero gioiello dell’architettura dei giardini olandese che merita di essere visitato.

Olanda uguale design. Per gli appassionati di questo genere una tappa molto ambita è il luminoso showroom del famoso designer Marcel Wanders, che espone la sua collezione di arredi e complementi per la casa. Lo spazio permette di immergersi nella atmosfera creativa che contraddistingue uno dei paesi leader al mondo in questo settore.

Una visita al Cobra Museum of Modern Art sarà più che gradita da tutta la famiglia. I più  piccoli possono fermarsi nel bellissimo Kinderatelier, pensato per colorare e sperimentare con immagini e suggestioni ciò che si è visto durante il percorso espositivo del museo.

Il museo è nato circa 20 anni fa e ospita mostre temporanee e opere permanenti appartenute al movimento di avanguardia CoBra, nato attorno agli anni Cinquanta e fondato da artisti provenienti da Amsterdam, Bruxelles e Copenaghen. Le opere si fanno ammirare da grandi e da un pubblico di molto giovani,  per le loro forme che si compongono in modo dinamico e poco convenzionale e per la vivacità dei colori

Piccoli o grandi ma tutti originali, abbiamo visitato alcuni hotel arredati secondo il miglior design. Tra questi Hotel Krasnapolsky, Hotel American, Conservatorium Hotel e W Hotel, dotato di un Lunge Bar all’ultimo piano dell’edificio, caldo e accogliente quando si sta seduti accanto alla stufa in ghisa a guardare attraverso le  vetrate che affacciano sui tetti di Amsterdam.

La temperatura può essere gradevole anche a dicembre e le giornate di sole sono caratterizzate da una luce meravigliosa. Non è consigliabile girare con abiti troppo pesanti, soprattutto quando si starà su battelli, musei e luoghi al chiuso. Tuttavia come spesso accade nel nord dell’Europa,  è consigliabile portare con sé un ombrello e una cerata per la pioggia che possiamo agevolmente prendere dalla nostra borsa se il clima cambia in modo repentino.

Ad Amsterdam si circola in bicicletta e molti ciclisti si muovono rapidamente da una parte all’altra della città, quindi è utile prestare attenzione anche alle piste ciclabili quando si attraversa la strada. Può essere utile munirsi della I amsterdam City Card con la quale si possono visitare molti luoghi e musei risparmiando durante il tuo soggiorno.

La city card può essere acquistata online oppure all’Aeroporto di Amsterdam Schiphol presso gli uffici di I amsterdam Vistor Centre (nell’area Arrivi 2, Holland Tourist Information)  oppure alla Stazione Centrale di Amsterdam presso I amsterdam Visitor Centre Stationsplein 10 (di fronte all’ingresso principale).

di Sonia Santella