Parco Nazionale del Gran Paradiso

Link al sito del parco
vedi mappa |
Via Umberto I | 10080, Noasca | Italia

Il Parco Nazionale del Gran Paradiso è uno dei grandi parchi italiani noto per ampiezza (70.000 ettari), abbondanza di elementi floro-faunistici di pregio e scorci paesaggistici unici poiché il Parco abbraccia vari ambienti alpini tra cui cime con ghiacciai, pascoli, boschi di conifere, paesaggi agresti e fondovalle.

Aperto tutto l’anno, in inverno si pratica sci di fondo e si fanno gite con racchette da neve alla scoperta degli animali del bosco, mentre in estate sono possibili passeggiate fino alle alte quote. La primavera e l’autunno prorompono con un ventaglio di colori strabilianti.

Al Parco Nazionale del Gran Paradiso si apprezzano gli habitat delle specie animali e vegetali immersi nel loro ambiente naturale, salvaguardato con estrema cura da personale altamente qualificato.

Il Parco è visitabile in compagnia di accompagnatori naturalistici specializzati che organizzano escursioni su percorsi accessibili a tutti, adulti e piccini, garantendo la massima sicurezza. Per giungere ai ghiacciai o scalare una parete rocciosa occorre invece contattare le guide alpine.
In tutti i casi occorre visionare le attività sul sito ufficiale (www.pngp.it), contattare una guida del parco compresa nell’elenco, confermare la prenotazione telefonicamente compilando e inviando la scheda di prenotazione scaricabile via web alla guida per posta elettronica, posta ordinaria o via fax. Le gite con le guide presentano tanti vantaggi: oltre alle spiegazioni, si accede a laboratori per usufruire di supporti multimediali e documentari. La scelta tra i numerosi percorsi tematici è davvero vasta e accontenta tutti gli ospiti, bimbi compresi che si divertiranno a compiere tragitti didattico-educativi senza alcuna difficoltà.

I visitatori dell’ultimo minuto hanno comunque la possibilità di fare camminate nel Parco seguendo i sentieri accuratamente segnalati.

Tra gli altri animali, al Parco Nazionale Gran Paradiso si incontrano stambecchi, camosci, caprioli, cervi, cinghiali, volpi, lupi, linci, martore, marmotte, donnole, ermellini, faine, scoiattoli, lepri bianche, galli forcelli, coturnici, pernici bianche, aquile reali e tanti altre simpatiche bestiole.

Come arrivare al Parco Nazionale Gran Paradiso

Dal versante piemontese
Da Torino percorrere la S.S. 460 della Valle Orco, svoltare sulla destra a Pont Canavese per la Val Soana o proseguire fino a Ceresole Reale, dove c’è un accesso al Parco.
Da Ivrea (raccordo autostradale Milano) seguire la S.S. 565 di Castellamonte che si innesta sulla SS 460 a Rivarolo Canadese, dove c’è un accesso al Parco.

Dal versante aostano
Percorrere l’autostrada A5 Torino-Aosta e uscire al casello di Aosta Ovest, quindi seguire le indicazioni per le valli di Cogne, Savarenche e Rhemes, dove ci sono accessi al Parco.