Città delle Arti e delle Scienze Valencia

Link al sito web del parco
vedi mappa |
46023, Valencia | Spagna

Città delle arti e delle scienze

Imponente e avveniristico complesso museale di impressionante bellezza realizzato dal celebre architetto valenciano Santiago Calatrava. Il complesso è composto da varie sezioni tra cui l’Hemisferic, il Museo delle Scienze e il Parco Oceanografico.

L’HEMISFÈRIC

Si tratta di un originale edificio a forma di occhio umano in cui potrete assistere a diversi spettacoli audiovisivi su schermi di grandi dimensioni: Planetario, Imax e Laserium, grazie ai quali il pubblico di qualsiasi età potrà vivere le più svariate esperienze senza nemmeno alzarsi dalla poltrona.
L’Hemisferic è la sala più grande in Spagna e contiene due sistemi di proiezione su uno schermo concavo di 900 metri quadrati:

L’Hemisfèric è stato inaugurato nel 1998 e fu il primo edificio della Città delle Arti e delle Scienze ad aprire le sue porte al pubblico. Si tratta di una costruzione spettacolare progettata da Santiago Calatrava, con un tetto ovoidale lungo oltre 100 metri che contiene al suo interno la grande sfera che costituisce la sala di proiezione.

L’Hemisfèric offre un ricco programma di proiezioni immerse in una cupola semisferica (IMAX, proiezioni digitali) … in un ambiente esclusivo, che è unico al mondo grazie al suo design. Dopo aver operato per oltre un decennio ed ospitato 6 milioni di spettatori, è diventato anche sede di importanti eventi scientifici e informativi. In questi undici anni 35 grandi film in grande formato sono stati proietteti nella sala dell’Hemisfèric, così come planetari e altre proiezioni.

MUSEO delle scienze PRÍNCIPE FELÍPE
Il Museo delle scienze Principe Filippo, con il suo ambiente attivo e ludico, dimostra come l’apprendimento della cultura scientifica sia alla portata di tutti e possa diventare un gioco appassionante e divertente. Il visitatore diventa il vero protagonista di questo percorso attraverso la scienza, il cui motto è “vietato non toccare”. Per i più piccini è a disposizione l’Espai dels Xiquets (spazio dei bambini) dove si tengono laboratori ed altre attività.

Parco OCEANONGRÀFIC

Il Parco Oceanografico della Città delle Arti e delle Scienze è l’acquario più grande d’Europa e contiene i rappresentanti dei principali animali degli ecosistemi marini. Ogni edificio è identificato con i seguenti ambienti acquatici: il Mediterraneo, zone umide, temperate e mari tropicali, oceani, l’Antartide, l’Artico, isole, e il Mar Rosso, così come il delfinario con 24 milioni di litri di acqua e una profondità di 10,5 metri. Il ristorante subacqueo e il Palazzo di accesso, che accoglie i visitatori si distinguono per la architettura spettacolare progettato da Felix Candela.

Durante il loro percorso attraverso i vari impianti, i visitatori potranno conoscere da vicino il comportamento e lo stile di vita di oltre 500 diverse specie: delfini, beluga, trichechi, leoni marini, foche, pinguini, tartarughe, squali, razze, pesce sega, meduse, stelle marine, ricci di mare, crostacei…, così come le specie di uccelli delle zone umide.

Dal momento che è stato inaugurato nel 2003, oltre 9 milioni di persone hanno visitato questi impianti, che sono anche il luogo durante tutto l’anno per le numerose attività informative, serie di conferenze, mostre su temi vari, e congressi e corsi, senza dimenticare i progetti di ricerca e i workshop bioeducational che sono stati istituiti, fin dall’inizio, in collaborazione con università spagnoli e organismi scientifici internazionali.

Il Parco Oceanografico della Città delle Arti e delle Scienze è quindi concepito come una riserva naturale e al tempo stesso come un centro scientifico e di divulgazione. Il suo obiettivo è quello di recuperare specie animali e vegetali protette e di diffondere tra i suoi visitatori un messaggio educativo al fine di favorire la conservazione e il rispetto per l’ambiente, e al tempo stesso di sviluppare programmi di ricerca specifici per le scienze del mare e dei suoi abitanti.

Per maggiori informazioni visitate il sito ufficiale della Città delle Arti e delle Scienze, anche per acquistare on line i biglietti.

Foto e Video