Viaggio per bambini e famiglie a Bali

vedi mappa |
Bali

Tutti Bali e party, l’estremo oriente a misura di famiglia

Spiagge, foreste, habitat per mille specie animali ed eccellenti strutture turistiche. Bali è una delle migliori destinazioni da visitare con la famiglia. E’ come un luna park naturale per grandi e piccini. La chiamano l’isola degli Dei. Secondo una leggenda indù, Bali è stata il rifugio delle divinità sfuggite da Giava che la trasformarono in un paradiso naturale creando laghi, fiumi, montagne ricoperte dalla foresta.

Ancora oggi la sensazione è quella di arrivare in un eden protetto, ideale per una vacanza con bambini e ragazzi che qui trovano strutture e divertimenti su misura. A partire dalle spiagge che, per chi parte con i più piccoli, costituiscono una scelta fondamentale. Tra le più adatte, quelle di Sanur, Nusa Dua e Lovina, dove il mare è calmo e l’atmosfera più tranquilla rispetto alla caotica Kuta.

E poi ci sono le baie luna park, come quella di Tulamben, dove basta indossare una maschera e pinne per avere la certezza di incontrare i veri Marlin o Dory, i pesci pagliaccio e chirurgo protagonisti del film Alla ricerca di Nemo. La baia si raggiunge con trasferimenti privati in compagnia degli istruttori della Bali Diving Academy, che vengono a prendere le famiglie direttamente ai loro alberghi per condurle al mare.

La scuola propone anche corsi, rivolti ai piccini da otto anni in su, con brevi lezioni teoriche e immersioni sotto controllo, a due-quattro metri di profondità. Alla sera, ritornando a Nusa Dua, si può scegliere di cenare al ristorante Agung, che propone una selezione di piatti del mondo intero. Si trova all’interno del Club Med Bali (www.clubmed.it) con un baby-corner che permette ai genitori di preparare i pasti ai pargoli. Il resort è un autentico albergo per famiglie: le suite extra-large in stile balinese che possono ospitare più di quattro persone; i servizi del Club Med Baby Welcome; area giochi; piscine; e in esclusiva Baby Gym con divertenti percorsi creati per loro, Little Circo e Petit Chef.

Al Westin Resort (www.westinnusaduabali.com) c’è un mini club super attrezzato, un parco giochi, e si organizzano laboratori di artigianato. A Lovina, sulla costa settentrionale, il Rambutan Beach Cottages (www.rambutan.org) ha due piscine, un bel giardino e una casa sull’albero! Il gioco è il filo conduttore di una vacanza a Bali soprattutto se si parte entro fine settembre, in concomitanza con la stagione secca (da aprile a settembre), perfetta per fare gli esploratori nel cuore dell’isola, come alla Sacred Monkey Forest di Padangtegal (www.monkeyforestubud.com), non distante da Ubud, dove provare l’esperienza della giungla. Nascosti nella vegetazione ci sono templi sacri e una numerosa colonia di macachi. La visita è senza pericoli, sotto il controllo dei custodi, che vigilano. E’ vietato dare da mangiare alle scimmie.

A un’ora di strada si trova l’Elephant Safari Park (www.elephantsafaripark.com), il miglior luogo per vedere da vicino gli elefanti – addestrati a interagire anche con i bambini- e salire sul loro dorso per fare un’escursione nella foresta. La natura è la protagonista assoluta anche del Bali Bird Park (www.bali-bird-park.com), dove vivono un migliaio di uccelli di oltre 250 specie da tutto il mondo. Il programma, studiato per i piccoli protagonisti, prevede un mini corso da ranger, per osservare i pennuti, individuare gli alberi in cui trovano rifugio, dare loro da mangiare i semi, controllare la nursery con i pulcini, tenere in braccio alcuni esemplari.

Altra tappa, vicina e imperdibile, il Bali Reptile Park, che vanta il più grande rettilario del Sud-Est asiatico. Si possono vedere e fotografare iguana, tartarughe, pitoni, lucertole e i rari draghi di Komodo, che ricordano i mostri di Jurassic Park.

Molte le avventure organizzate dagli hotel per famiglie, come l’Hard Rock Bali (bali.hardrockhotels.net) di Kuda che mette a disposizione dei marmocchi guide naturaliste con cui discendere in gommone le rapide dell’Ayung River, immerse nella foresta tropicale, o salire in cima al Mont Batur, piccolo vulcano preistorico.
L’Intercontinental Bali Resort (bali.intercontinental.com; www.qualitygroup.it/exotic-tour), affacciato sulla spiaggia di Jimbaran, fa divertire i giovani portandoli a pesca con le barche tradizionali, o li trasferisce in cucina per preparare un bubur, budino bianco di latte e cocco, farina di riso, cosparso di sciroppo di zucchero di canna.

di Rita Bossi
Photo credits: Ufficio del Turismo di Bali, Club Med