Basilea break d’autunno con la famiglia

Link al sito web
vedi mappa |
Basilea | Svizzera

Viaggio con i bambini a Basilea

Basilea, piacevolissima città Svizzera vicinissima a Germania e Francia, è una destinazione ideale per un soggiorno rilassante e di cultura con la famiglia. La città è ricca di cultura, facile da visitare, con un’offerta di alberghi di ottimo livello e tanti ristoranti stuzzicanti.
In autunno poi, grazie alla fiera d’autunno, ed ai mercatini di Natale (quello di Basilea è il più grande di tutta la Svizzera) diventa una meta davvero imperdibile.
La fiera d’autunno vanta una tradizione di oltre 500 anni, si svolge in sette grandi piazze e in un padiglione fieristico, dura due settimane e rallegra la città con  tante bancarelle piene di dolci e leccornie e con le famose  che fanno impazzire di gioia i più piccini.

Le origini della città di Basilea risalgono a più di 2000 anni fa ma gli avvenimenti più significativi si registrano in epoca medievale. Nel 1460 qui fu fondata la prima università svizzera. All’epoca di Erasmo da Rotterdam la città umanista diventò un centro per la stampa di libri e la produzione di carta. Infine con la Riforma, Basilea vide la nascita delle attività di tessitura e tintura della seta, da cui hanno avuto origine i grandi gruppi industriali chimici e farmaceutici che ancora oggi rappresentano realtà imprenditoriali di primaria importanza.

Basilea presenta alcuni highlights decisamente interessanti per chi ha bimbi, in particolare segnaliamo il Museo del Giocattolo, un luogo magico dove troverete orsacchiotti, bambole, case di bambola antiche, miniature e tanti altri ricordi di un’epoca lontana in cui i bambini sapevano divertirsi anche con piccole cose. Pensate: la collezione di orsacchiotti del Museo, con 2500 orsacchiotti antichi, è la più ricca del mondo!

In nessun altro museo sono esposti così tanti orsacchiotti antichi provenienti dal laboratorio di Margarete Steiff. A questo famosissimo marchio e alle sue creazioni, gli orsetti dal leggendario bottone nell’orecchio, è dedicata, meritatamente, una parte notevole dell’esposizione. Oltre a quelli della manifattura Steiff, appartengono alla ricca collezione del museo anche altri orsacchiotti di marchi tradizionali come Chad Valley, fornitore della casa reale britannica, l’americano Goldlabel BMC oppure il francese F.A.D.A.P. All’interno dell’esposizione è possibile trovare questi intraprendenti compagni di gioco in mostra sulle auto da corsa, a scuola, durante la toilette del mattino o a un picnic con le bambole.
La collezione degli orsetti del Museo del Giocattolo di Basilea è davvero impressionante! Alcuni degli orsacchiotti vantano un passato di tutto rispetto, un proprietario famoso oppure una vita particolarmente movimentata.

Alla collezione del Museo appartengono anche case di bambola risalenti all’epoca compresa tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX. Queste preziose rarità stupiscono per originalità, ingegnosità, bellezza e per l’affascinate amore per i dettagli.
La storia delle case di bambola risale al XVI secolo. Il duca Alberto V di Baviera, nel 1557, ordinò una copia in miniatura della corte principesca. Ricche famiglie patrizie nel XVII e nel XVIII secolo ripresero l’idea e fecero riprodurre le loro case. Questi preziosi pezzi unici erano piccole opere d’arte. Non erano pensati come giocattoli ma avevano piuttosto una funzione di rappresentanza. La produzione in serie delle case di bambola ebbe inizio nella seconda metà del XIX secolo. I genitori utilizzavano allora le case di bambola per preparare i propri figli al ruolo che avrebbero avuto nella società.
Nel Museo sono presenti anche varie giostre. Alcune sono riproduzioni fedelissime dei modelli più grandi; in parte gli originali possono essere ammirati ancora oggi, ogni anno, nella tradizionale Fiera d’autunno di Basilea.

Altra tappa interessante per chi ha bimbi è lo Zoo. Lo Zoo di Basilea è un’amata meta escursionistica perfetta in qualsiasi stagione dell’anno. D’estate, il parco invita a camminare in tutta tranquillità all’aperto, d’inverno, gli alloggi degli animali promettono incontri avventurosi a distanza ravvicinata. Chi vuole scoprire il mondo sottomarino può recarsi nel Vivarium, dove lo aspetta una colorata varietà di specie marine. Degni di nota sono l’area dei leoni,  recentemente ristrutturata, e l’area delle scimmie.

L’offerta dei Musei poi non ha rivali, Basilea è considerata la capitale culturale della Svizzera con i 40 musei, la più grande densità museale del paese. La città vanta inoltre un bel centro storico, un’architettura moderna e il Reno che invita a passeggiare e rilassarsi. Attraversare il Reno su uno dei quattro traghetti è una esperienza da fare. Per chiamare il traghettatore dovete suonare, come da tradizione, il campanello sul pontile. I traghetti sono in funzione tutto l’anno per trasportarvi da una riva all’altra del fiume.

I genitori amanti dell’arte moderna non devono perdere una visita alla Fondazione Beyeler, si tratta di un’istituzione creata per valorizzare una raccolta di opere d’arte moderna e contemporanea di inestimabile valore, da Monet, Van Gogh, Cézanne a Warhol, Lichtenstein e Bacon, come anche Picasso, Klee e Léger: la rinomata Collezione Beyeler riunisce 250 capolavori di arte moderna e contemporanea.

Il museo, inaugurato nel 1997 è situato in un incantevole parco. Parco ed edificio sono opera del celebre architetto Renzo Piano.

La Fondation Beyeler deve la sua particolare attrattiva alla combinazione della straordinaria collezione con l’affascinante architettura museale e al magnifico paesaggio nonché alle esposizioni che si susseguono ad altissimo livello internazionale.

Da non perdere infine una visita alla fondazione Merian. Nel 1968, la fondazione Christoph Merian mise a disposizione della città, a titolo gratuito, il terreno e gli edifici del Merian Park per la durata di 100 anni. Oggi, su una estensione di oltre 135.000 metri quadrati, nel cuore della città si trova questa meravigliosa oasi di pace che comprende  un orto botanico con una grande collezione di diverse specie di piante. Il parco ospita inoltre numerosi concerti ed eventi.

Fra un museo e l’altro non fatevi mancare un giretto per pasticcerie; ce ne sono di ottime dove poter assaggiare il vero e squisito cioccolato svizzero e dove acquistare regalini e souvenir per gli amici rimasti a casa.

A cura di Chiara Rosati – Giornalista GIST
Immagini di Basilea Turismo, Andreas Gerth, Mark Niedermann, Zoo di Basilea

Hotel suggerito da Bimbo in Viaggio:
Hotel Basel, un 4 stelle centralissimo, pulitissimo, con ottima colazione e Brasserie con piatti deliziosi, perfetta se la sera non si ha voglia di uscire http://www.hotel-basel.ch/en/home/

Da Vedere con i bambini:
Museo del giocattolo
http://www.spielzeug-welten-museum-basel.ch/it/museo/

Zoo di Basilea
http://www.zoobasel.ch/de/index.php

Fondazione Merian
https://www.basel.com/it/attivita_escursioni/giardini-merian

Shopping  goloso per gli amanti dei dolci e del cioccolato:
Confiserie Schiesser
www.confiserie-schiesser.ch

Xocolatl
www.xocolatl.ch

Lackerli Huus
www.laeckerli-huus.ch

Foto e Video