Ravensburg, la città dei giochi dove imparare divertendosi

vedi mappa |
Ravensburg | Germania

Ravensburg, la città dei giochi dove imparare divertendosi

Ravensburg (Baden-Württemberg, Germania) è conosciuta in tutto il mondo per i suoi giochi, i puzzle e i libri per bambini: non c’è bimbo a cui non sia stato regalato almeno un prodotto contrassegnato con il famoso triangolino blu. Nella città vecchia si trova la sede principale della casa editrice Ravensburger che nel 2010 ha aperto il museo aziendale proprio nello stesso edificio.

Se nel mese di settembre la città richiama grandi e piccini a divertirsi con i suoi giochi durante la manifestazione “Ravensburg spielt”, ogni mese dell’anno è ideale per visitare lo splendido “Ravensburger Spieleland”, il parco di divertimenti situato all’ingresso della città, nella località di Meckenbeuren/Liebenau, e che offre oltre 60 attrazioni. Noi ci siamo stati con bimbi al seguito (il più piccolo di soli 2 mesi!) e vi garantiamo che ne è valsa davvero la pena: è un paradiso per i piccini, ma offre anche attimi di relax ai genitori.

Ravensurger Spieleland GermaniaInaugurato il 5 aprile 1998, il Ravensburger Spieleland è pensato appositamente per bambini dai 2 ai 12 anni.

Ma iniziamo dal Parco, meta del nostro viaggio. Le attrazioni sono suddivise in sette mondi tematici, dove i momenti di gioco e svago diventano anche un’esperienza di apprendimento cognitivo e sensoriale-motorio: l’Oasi Verde, il Paese dove tutti giocano insieme, il Mondo colorato dei Giochi, il Mondo delle Avventure di Fix&Foxi, il Mondo degli Esploratori, il Mondo del Futuro e il Meraviglioso Mondo di Käpt’n Blaubär.

L’aria di campagna, si sa, rende felici e vitali e nell’Oasi Verde è come essere in una fattoria: i bambini possono saltellare nel fienile o sul tappetone gonfiabile, guidare un trattore, cavalcare un pony, fare un giro sulla giostra degli animali e persino mungere una mucca o accarezzare e dare da mangiare agli animali nel piccolo zoo. Per “riprendere fiato” ci si può concedere un giro panoramico di tutto il parco con la Ferrovia Sveva a bordo del trenino “Elisa” oppure scendere alla seconda stazione direttamente nel Meraviglioso Mondo di Käpt’n Blaubär.

Una gigantesca nave dei pirati ci conduce in un viaggio avventuroso a bordo delle barche di Käpt’n Blaubär. Da provare assolutamente l’acquascooter di Käpt’n Blaubär per divertenti scontri insieme a mamma o papà. Un’attrazione istruttiva è sicuramente la canoa con Hein Blöd dove i bambini, soli o in coppia, possono percorrere il canale con tanto di remo in mano mimando il gesto dei veri canoisti! Tornati con i piedi a terra passiamo al parco giochi avventuroso di Käpt’n Blaubär che ci aspetta con gli scivoli del faro. E a seguire ci rinfreschiamo sotto la doccia di Hein Blöd con un po’ di acqua nebulizzata!
Tra un’attrazione e l’altra allunghiamo la mano verso il cestone dell’apposita bancarella per gustare una squisita e succosa mela proveniente da uno dei frutteti limitrofi: è proprio quello che ci voleva per uno snack fresco e sano! Non mancano nel parco aree di sosta attrezzate, piccoli chioschi per dissetarsi o prendere un gelato, bar e ristoranti.

Il Mondo degli Esploratori offre momenti di adrenalina vera per i più grandicelli con il rafting in un paesaggio alpino o lo scivolo gigante. Per noi era un po’ “off-limits” e i bimbi (3 anni) hanno preferito tuffarsi letteralmente nel campo avventura con l’insediamento minerario: su oltre 4.500 mq di superficie vi sono ripide pareti di arrampicata, tunnel da attraversare a carponi e scivoli “à go-go”. Forse questo è stato l’unico momento poco tranquillo per noi genitori impegnati a rincorrere “i piccoli avventurieri”.

Nel Mondo Colorato dei Giochi ricordiamo tra le altre attrazioni la corsa delle papere, il labirinto magico e soprattutto il simpaticissimo gioco dei pompieri. A vostra disposizione ci sono otto camion dei pompieri. Al via, parte la gara e con la sola forza dei muscoli spostiamo il camion verso le case in fiamme. Scendiamo, giriamo la manovella e centriamo la casa con l’idrante. Quando risuona il segnale, le fiamme sono spente e ritorniamo rapidamente per chiudere primi la gara. Non poteva mancare naturalmente un gioco memory® nella terra di chi lo ha ideato: qui si gioca addirittura in elicottero sfidando altre squadre! Trovando due carte uguali si acquista quota, sbagliando, si perde quota. Alla fine del gioco, la squadra vincente sarà quella più in alto di tutti.

Il Mondo dove tutti giocano insieme offre tante opportunità per divertirsi in modo istruttivo: il teatro nella foresta, la parete di arrampicata, la foresta acquatica, la pallacanestro o il tiro in porta, e la scuola di guida per bambini con teoria e pratica: dopo aver imparato le norme più importanti di circolazione stradale, i piccoli guidatori si possono mettere al volante di una vera Mercedes SLK. Se si rispettano i semafori e i segnali di precedenza, alla fine ognuno riceverà la patente di guida per bambini.

Nel Mondo delle Avventure di Fix & Foxi si vive l’azione pura e nella cava delle due simpatiche volpi, dieci ruspe originali Komatsu sono a disposizione di genitori e bambini per divertirsi manovrando e scavando. Nel Mondo del futuro potete sfrecciare con il Galaxy Racer in un paesaggio lunare, attraversare a tutta velocità una miniera nel cinema d’azione 4D o farvi catapultare sulla torre panoramica.

La “gustosa” novità 2013 è il Mondo del cioccolato nella casa colorata di Ritter Sport dove è possibile partecipare a una sessione di 45 minuti nelle vesti di piccoli “maître chocolatier” e realizzare la propria tavoletta di cioccolato con gli ingredienti preferiti e poi portasela a casa. Quest’attrazione ci ha ingolosito parecchio, ma non siamo riusciti a testarla, sarà per la prossima volta!

Diversi sono i riconoscimenti ottenuti dal parco tra cui il Parkscout-Award nel 2008 e 2010 come “Miglior parco di divertimenti per bambini” ed è stato il terzo parco al mondo a ricevere nel 2005 la certificazione sulla sicurezza TÜV in virtù dei suoi elevati standard di sicurezza e qualità. Lo Spieleland è infatti particolarmente impegnato a garantire la sicurezza ai suoi ospiti e il personale, gentile e preparato, è attento a far sì che ci si diverta, imparando, in modo sicuro, in un ambiente ordinato, accogliente e pulito e a ridurre al minimo i momenti di attesa alle attrazioni. Altra peculiarità: all’entrata i bambini ricevono un adesivo da apporre sulla maglietta con scritto il proprio nome e il numero di cellulare del genitore, così nessuno può perdersi!

Il fatto di essere in un Paese, la Germania, attento a ogni dettaglio e ai più piccoli, ha sicuramente agevolato la nostra visita e ci ha regalato quattro giorni rilassanti in un agriturismo a contatto con la natura, tra i frutteti in fiore e le colline che circondano Ravensburg, momenti di divertimento e di “action” pura e anche istanti per degustare i piatti tipici della regione.

Accennavamo prima ai dintorni, davvero incantevoli, caratterizzati da dolci colline dai toni quasi ovattati. Alle porte della città non manca l’offerta di agriturismi, alcuni con fattoria, appartamenti vacanza che, secondo noi, permettono di vivere lo spirito più vero e genuino della regione. La maggior parte di essi è attrezzata con area gioco per i bambini con altalene, trampolini, vasca di sabbia e area grill per gli adulti qualora si volesse concludere la giornata con una bella grigliata in compagnia, sorseggiando magari i succhi freschi o altri prodotti fatti in casa. Senza dimenticare che gli agriturismi offrono ai più piccoli la sempre interessante attrattiva degli animali. Noi abbiamo optato per questo tipo di soggiorno e abbiamo capito perché il Baden-Württemberg è stata eletta nel 2012 regione “particolarmente adatta per vacanze con la famiglia”.

Diverse strutture in città e fuori sono convenzionate con il parco e in sette hotel di Ravensburg i bimbi soggiornano gratis. Per informazioni in merito potete rivolgervi direttamente all’Ufficio del Turismo della città.

Un long weekend è il minimo che consigliamo per un soggiorno ideale. Noi abbiamo visitato il parco in una giornata e mezza. Se disponete di qualche giorno in più, il vicino Lago di Costanza (Bodensee), il più grande della Germania e il terzo d’Europa, è sicuramente un’attrattiva da non perdere con i suoi frutteti, vigneti, dolci colline e le pittoresche cittadine di Costanza, Friedrichshafen, Lindau, Meersburg. Rinomata per la sua bellezza è anche l’Isola di Mainau.

Consiglio: il sabato e la domenica potete gustare un ottimo e ricchissimo Sunday brunch a buffet presso l’Erlebnisbauernhof Gut Hügle a prezzi davvero contenuti (15,90 € adulti e 1,25 € a ogni anno d’età per i bambini). Noi ne abbiamo approfittato e la scelta si è rivelata appropriata: l’agriturismo è un interessante mix di vecchio e nuovo; arredato in stile minimalista, dispone di ampi spazi interni e una sala gioco per bambini e all’esterno di un’immensa terrazza che si affaccia sul giardino e i frutteti e, immancabile, di un’infinita vasca di sabbia per la felicità dei bambini. Ma non dimenticate di prenotare, il brunch è gettonatissimo!

Come arrivare: Autostrada A9 Milano-Chiasso-Lugano. In Svizzera proseguite in direzione Bellinzona e quindi prendete l’A13 in direzione San Bernardino. Dopo il passo continuate sempre sull’A13 verso Chur e quindi in direzione St. Gallen (CH). Uscite a Widnau in direzione Hohenems e successivamente proseguite sull’A14 in direzione Bregenz e attraversate la galleria di Pfaender. In Germania continuare sull’autostrada A96 e uscite a Wangen West per prendere la B32 in direzione Ravensburg.

Per ulteriori informazioni potete consultate direttamente il sito del Ravensburger Spieleland nell’apposita sezione.

Elisabetta Redaelli