Viaggi con bambini? La valigia si fa così!

Per quanto la preparazione dei bagagli possa sembrare ovvia, ogni volta che ci si appresta ad andare in vacanza con tutta la famiglia rappresenta la prima difficoltà da affrontare.

Si vorrebbe portare tutto, ma il peso e le dimensioni della valigia, specie se si viaggia in aereo, impongono delle limitazioni. Preparare la valigia quindi è una cosa seria, da non sottovalutare ed è consigliabile non aspettare l´ultimo minuto! Ecco allora alcuni semplici consigli su cosa portarsi dietro e cosa lasciare a casa per evitare di ritrovarsi sommersi da scorte di vestiti ed oggetti che alla fine non serviranno.

Sia al mare che in montagna è di fondamentale importanza la crema solare. La pelle dei bambini, soprattutto se molto piccoli, è delicata e necessita di un fattore di protezione anche abbastanza alto soprattutto durante i primi giorni di esposizione al sole. Per quanto riguarda il vestiario, prevedete un certo numero di magliettine, pantaloncini e vestitini in quanto i bambini giocando si sporcano spesso, e se dovete effettuare un viaggio in aereo preparate sempre un cambio completo di vestiti e biancheria, da tenere nel bagaglio a mano in caso di necessità.

Non dimenticate un piccolo kit di pronto soccorso completo di farmaci (ad esempio termometro, antipiretico per abbassare la febbre, antidolorifici, pomata per punture di insetti, per ustioni e cadute, repellenti anti-zanzare, cerotti, garza, cotone, disinfettante, pinzette e forbicine).

Se si decide per una vacanza in montagna, il vostro bagaglio peserà un po’ di più. Gli scarponi da trekking sono i primi da mettere in valigia. Come fare altrimenti con le lunghissime e bellissime passeggiate? Senza contare, poi, che la temperatura in montagna è sempre più bassa rispetto alla città, è quindi il caso di portare un paio di jeans e un paio di pantaloni di cotone leggero e un maglioncino o felpa con cappuccio, e infine un ombrello o un k-way in caso di pioggia.

Per una vacanza la mare, invece, non possono mancare: costume da bagno, telo mare, magliette in cotone (una al giorno più quelle per la sera), capi e accessori strategici e multiuso, come una bandana (che può diventare cappello, sciarpa oltre che sacchetto), copertina o sciarpa più pesante (che può diventare telo, coperta, gioco), qualche maglietta a maniche lunghe o una felpa per la sera, un cappellino per la spiaggia, occhiali da sole, ciabatte per la spiaggia. L’importante, comunque, è scegliere sempre abiti comodi.

Se avete bambini molto piccoli, possono tornare utili molte altre cose, ad esempio un paio di ciucci di scorta, per evitare eventuali crisi nel caso ne venga smarrito uno, il biberon, i pannolini, le salviette igienizzanti, amuchina, qualche giochino e un passeggino confortevole ma leggero, che è fondamentale per gli spostamenti. Quando sono molto piccoli i bambini in vacanza vivono in simbiosi con il passeggino: ci mangiano, ci dormono, ci vanno in giro.

Se invece il vostro bambino ha almeno 5-6 anni, una buona norma è quella di regalargli uno zainetto tutto per lui, in modo da dargli la possibilità di scegliere qualcosa da portare. In questo modo, riuscirà ad imparare a selezionare ciò che può portare con sé da ciò che deve lasciare a casa, cominciando a prendere confidenza con i viaggi.

In ultimo qualche consiglio per il quieto vivere, non dimenticare mai il suo gioco preferito, utile per intrattenerlo durante il viaggio soprattutto se dovete passare in macchina, in treno o in aereo molte ore: la “copertina di Linus”, il peluche amico inseparabile per la notte, il libro delle favole per addormentarsi, il personaggio preferito in quel momento. Una dimenticanza del genere può minare la serenità della vacanza dell’intera famiglia!