Pedalata con la famiglia lungo il Danubio

Adatta a tutti, anche alle famiglie con bambini, la pista ciclabile del Danubio viene considerata una delle più belle e frequentate d’Europa. La Donauweg, nella dizione tedesca, è una pista abbastanza semplice, prevalentemente pianeggiante, asfaltata ma libera dal traffico delle auto, percorribile dunque in tutta sicurezza dagli adulti e dai bambini.

Nonostante la presenza di una segnaletica precisa, per seguire correttamente il tragitto e riconoscere le mete più importanti da visitare lungo il Danubio, è consigliabile portare con sé una cartina della pista e una buona guida. Durante questa piacevole e rilassante pedalata, praticabile facilmente anche da chi è alla prima esperienza di viaggio in bici o da chi ama organizzare le vacanze in compagnia della famiglia, si avrà sempre la possibilità di optare tra il percorso lungo la riva destra e quello a sinistra del fiume.

Correndo da Passau a Vienna, l’itinerario del Danubio può essere completato comodamente in 6 o 7 giorni, al fine di trascorrere una vacanza per nulla stressante, godendo al meglio delle meravigliose città e dei suggestivi paesaggi offerti.

Iniziando la pedalata da Passau, un’incantevole città tedesca sul confine con l’Austria costruita alla confluenza di tre fiumi (Danubio, Inn e Ilz), potrete visitare la Cattedrale di Santo Stefano, caratterizzata dall’organo da chiesa più grande del mondo.

Tappa successiva, nonché grande spettacolo naturale, sono le famosissime anse di Schlogen, scavate dal Danubio tra le rocce granitiche, costringendo il fiume a ripiegare su se stesso.

Pedalando oltre il leggendario castello di Faust ad Aschach, giungerete alla storica città di Linz, dove la mascotte della pista ‘Sebastian’ accoglierà i vostri bambini nel suo mondo da favola: la Grottenbahn, il mondo dei nani, è inserito in un torrione della vecchia fortezza del Pöstlingberg, la quale riesce ad affascinare ancora da oltre un secolo grandi e piccini. Inoltre, a metà strada tra Linz e il monte, è possibile visitare anche uno zoo che ospita 130 animali diversi, tra cui numerosi cuccioli da poter accarezzare.

Riprendendo il percorso e superando l’ex campo di concentramento di Mauthausen, arriverete a Grein, cittadina molto graziosa, ‘perla dello Strudengau’, così come viene chiamato questo tratto molto movimentato del fiume.

Dopo aver visitato il piccolo museo della bicicletta di Ybbs, sulla riva destra del fiume, vi attenderà uno dei siti monastici più famosi al mondo: l’imperiosa e possente abbazia benedettina di Melk.

Raggiungendo il piccolo paese di Willendorf, potrete invece ammirare la statuetta della Venere, la più famosa scultura preistorica simbolo della fertilità, scolpita in pietra calcarea e risalente a oltre 25.000 anni fa.

Superando Krems, sulla cui via centrale si affacciano case barocche e rinascimentali, e la città di Tulln, con il suo caratteristico gruppo scultoreo rappresentante la nota saga dei Nibelunghi, ammirerete infine l’abbazia agostiniana di Altenberg, uno degli esempi più belli del barocco austriaco.

Un fatidico minuscolo cartello ‘Wien’, posto sulla pista ciclabile, vi indicherà a un certo punto che siete quasi giunti a Vienna, meta conclusiva di questo meraviglioso viaggio in bicicletta.

Qui trovate i migliori family hotel dell’Austria dove alloggiare durante l’itinerario.