Bambini sulla sabbia: consigli per una vacanza senza rischi

Durante il periodo estivo la spiaggia è uno dei luoghi più frequentati dalle famiglie. I bambini amano giocare liberamente sulla sabbia, rincorrendosi, costruendo castelli e facendo buche.
E se si è sempre attenti a proteggere i bambini dagli effetti del sole, quali insolazione e colpi di calore, occorre anche essere informati e sapersi difendere dai pericoli che la sabbia può nascondere.

Quali sono i pericoli della sabbia?
Molto fastidiosi sono i frammenti di conchiglie, spine, vetri, sassi affilati che possono provocare tagli sui piedini dei bambini. Un altro pericolo, spesso il più sottovalutato, è la sabbia stessa che rende secca la pelle, specialmente quella delicata dei bambini, quindi più vulnerabile all’aggressione di funghi e batteri.
Tra la sabbia si verifica più facilmente l’incubazione di virus in quanto frequentata da molte persone. Se umida la sabbia può essere un veicolo indiretto che trasporta i batteri da un una persona all’altra.

Quali sono invece i disturbi provocati dalla sabbia?
I disturbi possono essere di due tipi: irritativi o infettivi. Le irritazioni si hanno principalmente perché la sabbia, con la sua consistenza granulosa, va a sfregare la pelle. In più sulla sabbia possono esser presenti acari che, con le loro micro punture, irritano la pelle delicata del bambino. Sono dermatiti non gravi ma che possono provocare prurito. Se il bambino si gratta le parti del corpo interessate queste si possono infettare.
Per i bambini l’infezione più frequente è l’impetigine. Si tratta di un’infezione batterica molto contagiosa. Il batterio dell’impetigine vive nella sabbia tiepida e si annida in piccole ferite e escoriazioni, si diffonde con il semplice contatto delle mani e si manifesta sotto forma di bolle e chiazze infette. Contro questa infezione non c’è altro da fare che una terapia antibiotica.

Consigli per prevenire infezioni sulla sabbia
La sabbia può nascondere alcune insidie per la salute e la serenità dei bambini, dunque è bene tenere sempre gli occhi aperti ed usare qualche accortezza:

- Non lasciate che i bambini giochino sulla sabbia senza costume da bagno perché, entrando in contatto con le parti intime, si possono verificare delle irritazioni o infezioni;

- Sciacquare spesso il bambino quando suda o gioca con la sabbia;

- Tenere corte le unghie affinchè i germi non si annidino più facilmente. Inoltre le unghie lunghe possono causare abrasioni sulla pelle rendendola più suscettibile alle infezioni;

- Adoperare sempre ciabattine ed asciugamani personali;

- Cambiare il costume dopo aver fatto il bagno: se si sta al sole, non occorre cambiarlo, ma se si va all’ombra è bene farlo. Il costume da bagno umido può favorire la comparsa di infezioni alle vie urinarie;

- Mai a piedi nudi: quando si deve andare dalla spiaggia alle docce o al bar, indossare sempre sandali o ciabattine;

- Mantenere la pelle integra, applicando creme solari durante il giorno ed idratando la pelle la sera.

Seguite questi consigli per la buona riuscita di una vacanza estiva in spiaggia!