5 giochi da spiaggia per bambini di tutte le età

L’estate per i bambini è un’occasione per sbizzarrirsi con i giochi in spiaggia. Il mare, non a caso, è uno stimolo naturale per liberare la fantasia dei nostri bimbi. L’acqua e la sabbia permettono ai più piccoli di fare tantissimi giochi favorendo così il loro sviluppo motorio, manuale e creativo. Infatti manipolare e pasticciare è una delle attività più divertenti per un bambino, e la sabbia si presta benissimo a tutto ciò in quanto a seconda che sia asciutta, umida, più o meno diluita, essa permette di svolgere tante attività differenti, adatte di volta in volta alle diverse fasi di sviluppo e alle abilità in crescita del bambino.
In spiaggia, sempre rispettando la quiete e l’incolumità degli altri bagnanti, possiamo fare diversi tipi di giochi, a seconda dell’età dei nostri bambini, la classica partita a racchettoni o il torneo di beach-volley per i più grandi, senza dimenticare il più classico dei passatempi per i piccoli: il castello di sabbia.
Se invece vogliamo organizzare dei nuovi giochi e fare da spettatori o da arbitri eccovi alcune idee:

Secchielli in marcia
Come prima cosa bisogna definire una linea di partenza e una di arrivo. Ogni bambino deve avere un secchiello (meglio se piccolo) pieno d’acqua a disposizione. Tutti i bambini si allineano sulla riga di partenza e al via devono raggiungere la riga di arrivo trasportando il secchiello pieno d’acqua sulla testa. Vince il giocatore che raggiunge per primo il punto di arrivo. In caso di parità la vittoria sarà data a chi avrà conservato la maggior quantità di acqua.

Il Millepiedi
Bisogna definire una linea di partenza e una di arrivo. Formare poi un millepiedi per ogni squadra (4 bambini a quattro zampe che si tendono ai fianchi ). Al via il capofila procede verso l’arrivo e vince il millepiedi che per primo raggiunge il traguardo evitando di rompere la catena di cui è formato. Si possono inserire nel percorso dei salvagenti che fungono da ostacoli che i millepiedi dovranno aggirare stando attenti a non toccarli.

Tesoro nella sabbia
I bambini delimitano un quadrato di spiaggia di circa un metro per lato. All’interno del quadrato vengono seppelliti da un genitore una ventina di oggetti di dimensioni differenti (biglie, conchiglie, fermagli, monete…). A ogni oggetto è assegnato un punteggio da uno a dieci, decrescente col crescere delle dimensioni dell’oggetto. I giocatori vengono bendati e hanno tre minuti di tempo per trovare il maggior numero di oggetti possibile. Vince il giocatore che ottiene il punteggio più alto.

Lo strizza tutto
Dividere i giocatori in 2 squadre. Ogni squadra deve avere una bacinella e una maglietta molto grande. Un giocatore di ogni squadra deve indossa la maglietta e al “Via!” tuffarsi in acqua inzuppando il più possibile la maglietta. Una volta usciti dall’acqua bisogna raggiungere la propria squadra,. Togliersi la maglietta e tutti insieme strizzarla nella bacinella. Poi rimettersi la maglietta, rituffarsi e ricominciare il giro. Vince la squadra che in 5 minuti mette più acqua nella bacinella.

La fune umana
Si sceglie a sorte uno che sarà il cacciatore. Al via tutti cominciano a correre in direzioni diverse e il cacciatore deve riuscire a toccare gli altri che scappano. Quando uno è toccato, può continuare a correre, ma per mano al cacciatore, il secondo preso si attacca ai primi due e tutti insieme corrono a cercare di toccare gli altri.
Il gioco prosegue finchè tutti saranno per mano a formare una fune umana lunghissima
Vince l’ultimo rimasto libero.

Spesso sono giochi semplici, i cui ingredienti principali sono l’acqua, la sabbia, l’aria e basta soltanto un po di fantasia per ideare giochi per bambini di tutte le età.