Vacanze studio, ecco le migliori scuole di inglese da frequentare con mamma e papà

Do you speak english?

Do you speak english?
Vacanze studio, ecco  le migliori scuole di inglese da frequentare con mamma e papà

L’inglese è un must. Ormai anche per i più piccoli. Scuole materne in cui si parlano e si insegnano sia l’italiano sia l’inglese non sono più una rarità nel nostro paese e l’idea è di far sì che i nostri figli possano passare con naturalezza da una lingua all’altra. Insomma, se parecchi secoli fa il latino era il “passaporto” per viaggiare e intendersi in tutto il mondo, oggi è l’inglese. E le modalità di studio stanno cambiando, secondo nuove tendenze che toccano anche le esperienze full immersion all’estero.

Il mondo del lavoro richiede la conoscenza dell’inglese (la dà anzi per scontata), ma gli impegni della vita quotidiana spesso non permettono di trovare il tempo per coltivarla o aggiornarsi. Un’opportunità può essere unire l’utile (del corso di lingua) al dilettevole (della vacanza con la famiglia), in cui tutti, adulti e bambini abbiano un percorso didattico dedicato e spazi per divertirsi insieme, magari “esplorando” luoghi e città.

Oggi l’esperienza è aperta oltre che ai ragazzi, ai piccoli ed anche ai piccolissimi, a partire dai tre anni, con una completa full immersion in un periodo della loro vita particolarmente ricettivo per l’apprendimento di una lingua. Per loro viene di solito previsto un periodo in cui hanno l’opportunità di frequentare l’asilo o la scuola in compagnia di altri bambini inglesi. Naturalmente per i più grandicelli (e per i genitori) sono previsti corsi di livello adeguato alle loro conoscenze. Per tutti i componenti della famiglia, i programmi solitamente propongono attività ed esperienze da vivere insieme, appassionanti e divertenti in luoghi facili da raggiungere e dotati di quei comfort che le mamme con figli piccoli ritengono, giustamente, indispensabili. Naturalmente le cose cambiano al crescere dell’età dei figli, ma i programmi, che sono disegnati per tener conto delle varie esigenze, hanno proposte anche per i teenager.

corsi di inglese per bambini e famiglie

Di seguito  una selezione delle migliori organizzazioni che offrono corsi in UK per tutta la famiglia.

Così, ad esempio, il family programme della FrancesKing School of English (fondata nel 1973), propone corsi per ragazzi dagli 8 ai 16 anni, a Londra e Dublino, e corsi su richiesta per genitori o gli altri membri della famiglia. Il corso si focalizza principalmente sull’inglese parlato e in attività di comunicazione.  Attività ricreative sono previste per tre pomeriggi a settimana, con escursioni fuori Londra nel fine settimana. C’è anche la possibilità di sostenere l’ esame Trinity Spoken English test. Le famiglie sono libere di godersi Londra alla fine della giornata di studio, o possono decider di partecipare agli eventi del programma ricreativo organizzato da Frances King.

Helkin ha in catalogo varie proposte di vacanza studio sia per junior che per adulti, ma dispone anche di un Family Programme, un soggiorno linguistico nella stessa destinazione, dedicato alle famiglie. Un’occasione per vivere un’esperienza insieme, che prevede soluzioni e impegni per le aspettative di ciascun componente della famiglia e delle rispettive età. Per gli adulti ci sono lezioni e un social programme dedicati, mentre i ragazzi seguono i corsi e partecipano insieme ai loro coetanei ad attività culturali, ricreative e sportive organizzate dallo staff di animazione. Se gli adulti lo preferiscono, il loro soggiorno può anche essere semplicemente una piacevole vacanza, mentre i figli seguono il programma organizzato di lingua e attività.

Anche World Travellers nel suo Family Program, disponibile a Canterbury, Londra, Dublino e a Malta, propone un corso di inglese genitori e figli o, se si preferisce, solo per i figli, mentre i genitori si riposano. Tra i vantaggi di soluzioni di questo tipo, c’è la possibilità di conciliare le ferie di papà e mamma con le vacanze studio all’estero dei figli. Il tutto senza dilemmi sulle scelte, perché genitori e figli viaggiano insieme,  frequentano un corso di lingue all’estero adatto alla loro età e competenze e si godono le vacanze. La mattina, dal lunedì al venerdì, i ragazzi seguono un corso di inglese adatto a loro; nella stessa fascia oraria, se lo desiderano, anche i genitori possono frequentare un corso di Inglese Generale o Business. Il pomeriggio è a disposizione della famiglia.

Anche per ESL (con un’esperienza ventennale nell’organizzazione di soggiorni linguistici per famiglie) ciascun componente della famiglia studierà in un gruppo adatto alla sua età e al suo livello e, dopo i corsi, tutti si riuniranno per condividere quanto imparato durante le lezioni. I Soggiorni, in questo caso si rivolgono non solo ai genitori: anche i nonni sono i benvenuti. Dopo i corsi, si possono mettere in pratica le competenze linguistiche grazie al ricco programma di attività, studiate per i bambini, per gli adulti, ma anche per tutta la famiglia.  I corsi sono dedicati a bambini e ragazzi (3-17 anni). Insomma, vacanze attive e intelligenti in famiglia, con un soggiorno completamente organizzato in Inghilterra, ma anche a Malta, in Irlanda e Australia.

vacanze studio in inghilterra per bambini e famiglie

Last but not least: dove dormire

Se partite con i figli un soggiorno in famiglia inglese non è fattibilissimo, per un soggiorno lungo noi di www.bimboinviaggio.com  vi consigliamo di soggiornare in un appartamento in affitto, e a tal proposito ecco un link molto utile per scegliere l’appartamento giusto:

http://www.silverdoor.co.uk/

Per chi rimane una settimana o meno il nostro consiglio è di soggiornare nell’ottimo Hotel Lancaster London

http://www.bimboinviaggio.com/accomodation/lancaster-london/

Una nota: la scelta dell’organizzazione con cui partire deve essere valutata con attenzione, valutandone l’affidabilità, le proposte, i servizi e il tipo di supporto. Accanto alle più grandi e più note organizzazioni, magari attive da decenni, ne esistono di minori come dimensioni, ma che magari offrono servizi d qualità comparabile. Un suggerimento può essere quello di chiedere informazioni sulla loro efficienza agli Enti del Turismo dei rispettivi paesi. Tra le realtà particolarmente attente a questo aspetto, ad esempio, ci sono l’Ente Turismo Irlandese o il British Council.

Testi a cura di Chiara Rosati e Paola Sammartano