10 esperienze da non perdere per chi vuole visitare Valencia con la famiglia

10 esperienze da non perdere per chi vuole visitare Valencia con la famiglia

Bioparc di Valencia con i bambini

Valencia è sempre stata una destinazione veramente adatta alle famiglie e ai bambini ed ecco che vi presentiamo 10 esperienze da non perdere per chi vuole visitare Valencia con la famiglia, molto utili come consigli per organizzare un viaggio con i bambini a Valencia.

Valencia è una delle più destinazioni più vivaci e dinamiche d’Europa, e con i nuovi collegamenti aerei diretti dall’Italia da Napoli e Torino la città sta diventando sempre più accessibile. Per volare a Valencia si può scegliere tra i tanti collegamenti della Compagnia aerea Ryanair dalle principali città italiane: Bologna, Milano (Bergamo), Bari, Torino, Pisa, Roma, Napoli, Trieste, Venezia e Torino. Sono inoltre attivi i voli operati da Vueling da Roma Fiumicino (tutto l’anno).

Ecco 10 buoni motivi per visitarla con i più piccoli nel 2017:

1. Patrimonio Unesco Fallas: Il rinomato Festival de Las Fallas sarà più speciale che mai quest’anno, grazie anche al riconoscimento come Patrimonio culturale immateriale dell’Umanità conferito dall’UNESCO nel mese di novembre 2016. Dal 15 al 19 marzo le vie e le piazze di Valencia si riempiranno di enormi sculture in cartapesta, con musica, spettacoli pirotecnici e una grande festa. Le fallas saranno bruciate alla mezzanotte del 19 marzo. Uno spettacolo unico da non perdere per grandi e piccini.

2. Capitale mondiale dell’alimentazione: Valencia è stata nominata capitale mondiale dell’alimentazione dalla FAO (Food and Agriculture Organization) e sarà al centro del dibattito sulla nutrizione sostenibile e sana in tutto il mondo. Un esempio concreto di alimentazione sana e sostenibile sono i tour gastronomici organizzati anche per le famiglie nel parco naturale di 10.000 ettari La Albufera che circonda la città di Valencia, come il nuovo Bike Tour nelle risaie, o il sentiero dell’Horchata. Questi tour permetteranno ai visitatori e ai bambini di conoscere meglio alcuni dei principali prodotti agroalimentari che vengono coltivati in quest’area.

3. Porto di Valencia: un nuovo trenino, scuole di vela e esperienze in catamarano La Marina Real Juan Carlos I è luogo ideale per godersi un ambiente vivace con varie attività per le famiglie e che presenta al suo interno spazi con ristorazione, sport acquatici e attrazioni per i più piccoli. Da quest’anno la Marina Juan Carlos I mette a disposizione dei visitatori un nuovo trenino per muoversi al meglio all’interno delle strutture presenti presso il Porto di Valencia. Da novembre e aprile il trenino sarà disponibile solo i fine settimana dalle 10:00 alle 13:45 e dalle 15:15 alle 17:30. Da maggio a ottobre il trenino sarà disponibile tutti i giorni dalle 10.00 alle 22.00. Il percorso del trenino è di 45 minuti, per un totale di 10 fermate dove i visitatori potranno scegliere la propria fermata e risalire a bordo al trenino successivo.
Inoltre per la gioia dei più piccoli, da aprile verrà allestito un luna park accanto al Veles e Vents e sarà aperto fino a giugno, tutti i weekend.

Per le famiglie che hanno voglia di un’esperienza davvero memorabile, potranno prenotare una splendida escursione in catamarano con Mundo Marino, sempre all’interno della marina.

4. Mondi fantastici – Bioparc & Oceanogràfic. Valencia è senza dubbio una città per piccoli viaggiatori. Basta vivere un’esperienza di viaggio in famiglia al Bioparc o presso l’Oceanogràfic per capirlo.

Bioparc: Per trascorrere una divertente giornata con i bambini non si può non visitare il famoso Bioparc di Valencia, un innovativo parco zoologico dove le barriere sono davvero invisibili e gli animali vivono a proprio agio. È costituito da 100,000 metri quadri e si trova nel parco de cabecera lungo il vecchio letto del fiume Turia. Nel Bioparc sono stati riprodotti i 4 ecosistemi africani: la savana, il Madagascar, la foresta equatoriale e le zone umide.

Oceanogràfic: L’Acquario più grande d’Europa è una vera e propria città immersa con acquari, spettacoli di delfini e laghi, lagune e isolotti che illustrano la vita marina di 45mila esemplari e 500 specie diverse. Al suo interno, sono stati riprodotti i diversi ecosistemi marini del pianeta. Si viaggerà dal Mar Rosso al Mar dei Caraibi fino in Antartide: pinguini, foche, pesci coloratissimi e di tutte le forme, razze, stelle marine, cavallucci, persino balene nane.

5. Nuovo spazio per famiglie nel Museo del Carmen, Espai de Telles: Espai de Telles sarà uno spazio dedicato ai bambini fino a 3 anni, dove educatori, professionisti del mondo dell’arte e dell’architettura si uniscono per far vivere esperienze su misura per i più piccoli, con attività ludiche, audio e percorsi che invitano i bambini alla scoperta dello spazio che li circonda. Questo nuovo Progetto è stato creato studiando un’ambiente che trova ispirazione nell’arte degli origami e che presenta in ripetizione figure poliedriche che facilitano nel bambino l’esplorazione. Lo spazio Espai de Telles sarà aperto dal martedì alla domenica, dalle 11 alle 19.

6. Nuova pista ciclabile: Un giro in bicicletta in famiglia a Valencia è un’esperienza imperdibile. Quest’anno la vasta rete di percorsi sarà ampliata con una nuova pista ciclabile di oltre 20 chilometri, accanto alle principali vie di traffico della circonvallazione interna di Valencia, e collegherà tutti i quartieri della città, consentendo anche ai piccoli ciclisti di muoversi più liberamente tra i giardini che affiancano l’antico fiume di Valencia e il Parco Gulliver per bambini, situato all’interno dei Giardini del Turia.

7. La via della Seta: Valencia è stata eletta Città della Seta nel 2016, a riconferma dell’importanza che ha rivestito nel commercio tessile in Europa nel XV secolo. Le famiglie potranno conoscere “La Via della Seta” all’interno del Museo della Seta o partecipare a una visita guidata del Tour per i più piccoli organizzato da Turiart, dove i bambini potranno conoscere il ciclo vitale del baco da seta e la sua relazione con la seta valenciana, divertendosi con un simpatico bruco.

8. Turismo sostenibile: il 2017 è l’anno del Turismo sostenibile e Valencia è una destinazione che sposa perfettamente questa tematica. Adulti e bambini potranno esplorare la città a piedi o in bicicletta, gustare deliziosi prodotti locali a km0 nei numerosi tapas bar e ristoranti, esplorare i diversi ecosistemi, tra cui dune di sabbia e paludi, che caratterizzano il Parco Naturale di Albufera, un’area verde protetta a sud della città. Qui gli amanti della natura potranno vivere l’esperienza unica di esplorare il lago con una tipica imbarcazione locale.

9. I più grandi artisti di Valencia: Nonostante questo aspetto sia ancora poco conosciuto, Valencia è una città molto importante nella storia dell’arte e della cultura e ha visto nascere grandi artisti e pittori come Joaquin Sorolla o Ignacio Pinazo, le cui opere verranno esposte in diverse mostre durante tutto il 2017. In particolare, l’IVAM, il Museo delle Belle Arti, il Museo della Ceramica e la Fondazione Bancaja renderanno omaggio a Pinazo, il miglior pittore impressionista di Valencia, e durante l’anno organizzeranno workshop, e attività culturali per famiglie. Per i piccoli appassionati di soldatini, merita una visita il Museo L’Iber, che possiede la maggior collezione privata di soldatini del mondo.

10. Paella: Il piatto più conosciuto in tutta la Spagna, è sempre un valido motivo per visitare Valencia e degustare questa specialità valenciana. Whatsapp ha perfino dedicato un emoji a questo piatto, per invitare amici e parenti a mangiare la paella. Adulti e bambini (dai 12 anni di età) potranno imparare a fare la paella, presso la Escuela de Arroces y Paellas, proprio a Valencia. Per i più piccoli, la scuola di cucina Valencia Club Cocina organizza divertenti lezioni di cucina insieme ai genitori.

Per maggiori informazioni sulla città: www.visitvalencia.com