Chaplin’s World il primo museo dedicato al grande Charlie Chaplin

Ha aperto le porte il Chaplin’s World il primo museo dedicato al grande Charlie Chaplin

museo charlie chaplin vevey svizzera

Ha aperto le porte il Chaplin’s World il primo museo dedicato al grande Charlie Chaplin

A Vevey, in Svizzera nella Regione del Lago di Ginevra, da aprile scorso ha aperto le porte al pubblico il Museo dedicato a Charlie Chaplin  il grande attore, comico, regista e produttore cinematografico britannico autore di oltre novanta film, ritenuto tra i più importanti e influenti cineasti del XX secolo.

Charlie Chaplin era di origini molti umili. Già in tenera età dovette affrontare le durezze della vita, la madre, bella donna di sangue gitano, era un’attrice non affermata e dai guadagni non stabili ed il padre, anch’esso attore, avendo scoperto un tradimento della moglie, si allontanò presto. Per il ragazzo iniziò una vita difficile fatta di insicurezze e di miseria, calcò presto le scene del teatro ed essendo molto dotato e comunicativo imparò velocemente tante tecniche tra cui la pantomima che lo rese famoso.

Il personaggio attorno al quale costruì larga parte delle sue sceneggiature, e che gli diede fama universale, fu quello del “vagabondo”  (The Tramp in inglese; Charlot in italiano, francese e spagnolo): un omino dalle raffinate maniere e la dignità di un gentiluomo, vestito di una stretta giacchetta, pantaloni e scarpe più grandi della sua misura, una bombetta e un bastone da passeggio in bambù. L’emotività sentimentale e il malinconico disincanto di fronte alla spietatezza e alle ingiustizie della società moderna, fecero di Charlot l’emblema di un’epoca caratterizzata da marcate disuguaglianze sociali.

Chi lo conosce sa che i suoi lavori e le sue interpretazioni rivelano una sensibilità fuori dal comune ed una capacità notevole  di rappresentare in maniera semplice ed efficace i grandi temi della povertà, della vanità, dell’alienazione, del narcisismo. In molti suoi film aveva analizzato la realtà cupa dei lavoratori, dei poveri e degli emarginati, “Tempi Moderni” del 1936 ne è un chiaro esempio. Il film aveva messo in piena luce le contraddizioni della società statunitense.

“Il Grande Dittatore” (1940) fu il primo film completamente sonoro di Chaplin, girato negli Stati Uniti poco prima dell’entrata nella Seconda Guerra Mondiale. Chaplin, nel film, interpreta due personaggi: Adenoid Hynkel, il dittatore di Tomania, esplicitamente ispirato ad Adolf Hitler e un barbiere ebreo perseguitato dai nazisti.  Il film ebbe due candidature agli Oscar, come miglior attore protagonista e miglior sceneggiatura, ma non vinse alcuna statuetta.

L’attore fu più e più volte pubblicamente accusato di “filocomunismo” e nel 1949   divenne uno dei bersagli del movimento innescato dal senatore J. McCarthy. Chaplin negò sempre di essere comunista. Disse anche che era stanco di rispondere sempre alla stessa domanda. Nel 1951 iniziò a girare quello che sarebbe stato il suo film d’addio: Luci della ribalta, tratto da un suo romanzo.

Nel 1952 Chaplin e la sua nuova famiglia (nel 1942 aveva sposato in terze nozze la giovanissima Oona O’Neil che gli diede 8 figli) si erano imbarcati per l’Europa per quella che doveva essere una vacanza. Mentre si trovavano in mare il ministro della giustizia statunitense dispose che a Chaplin, in quanto cittadino britannico, non sarebbe stato più permesso di rientrare negli USA. Chaplin decise di fermarsi in Europa e si stabilì in Svizzera.

L’apertura del Museo Chaplin’s World è un grandissimo evento. Il Museo stesso è molto scenografico, la visita è ideale per le famiglie perché vi è una forte parte di intrattenimento che piacerà sia ai grandi che ai piccini ma fornirà anche l’occasione per discutere con i propri figli di importanti temi sociali più che mai attuali. Oltre al Museo è possibile visitare l’adiacente Villa che era la dimora di Chaplin e che è rimasta come allora, completa anche di tutti i mobili. E’ possibile sedersi sulle sedie e nelle poltrone del salotto, nelle varie stanze vengono proiettati i momenti salienti della vita dell’attore, lo abbiamo trovato un museo vivibile e piacevole e che trasmette la serenità ed il calore che in quelle mura l’attore ha vissuto fino alla morte avvenuta serenamente  in compagnia degli affetti più cari.

La Regione del Lago di Ginevra offre alle famiglie tante attrattive. Il clima dolce, l’eleganza dei palazzi in stile Belle Epoque,  le pittoresche stradine dei Paesi, la bellezza dei vigneti a terrazza del Lavaux (patrimonio UNESCO) vi lasceranno a bocca aperta. Oltre a ciò tanti eventi culturali e altri due musei molto interessanti da vedere con i bambini:  l’ALIMENTARIUM tutto dedicato all’alimentazione ed alla nutrizione ed il recentissimo NEST, lo spettacolare museo ludico ed interattivo creato dalla Nestlè, che racconta in maniera avvincente la storia di questa grande azienda.

Visitare questi luoghi: Vevey, Ginevra, Losanna, Montreux vuol dire fare un tuffo nelle più belle città della svizzera francese, immergersi in un mondo ordinato e a misura d’uomo dove i trasporti funzionano alla perfezione (non per nulla siamo in Svizzera).

Si può andare da una città all’altra comodamente in treno, oppure muoversi lungo le sponde del Lago Lemano prendendo uno dei bellissimi battelli d’epoca che collegano le varie località. Una vacanza in questi luoghi sarà sicuramente un successo.

Ecco i nostri consigli per un soggiorno piacevole con i vostri figli

Come andare

Potete andare sia in aereo via Zurigo, sia in treno; da Milano ci vogliono solo 3 ore.
Prendete lo Swiss Pass un comodissimo biglietto ferroviario che permette di effettuare viaggi illimitati sulla rete Swiss Travel System (battelli compresi). Lo Swiss Travel Pass è disponibile per 3, 4, 8 e 15 giorni e comprende l’accesso gratuito a oltre 480 musei ed esposizioni https://www.swiss-pass.ch/it/

Dove dormire

Potete dormire presso l’Hotel Astra nel pieno centro di Vevey http://www.astra-hotel.ch/ , l’hotel ha anche un ottimo ristorante, oppure, se volete contenere un po’ i costi, potete soggiornare in B&B. Per trovare la migliore soluzione vi suggeriamo di consultare https://www.bnb.ch/it

Quando andare

La località e bellissima in tutte le stagioni, l’autunno tuttavia è molto suggestivo

A cura di Chiara Rosati

Per maggiori informazioni sul Museo dedicato a Charlie Chaplin http://www.chaplinsworld.com/
Per maggiori informazioni sulla regione del Lago Lemano http://www.region-du-leman.ch/
Per maggiori informazioni sulla regione http://www.lake-geneva-region.ch/